Battuta la Lazio 2-0, gol di Tevez e Bonucci. Candreva colpisce un palo, espulso Cataldi

Antonello Vischeri

La Juventus spazza via anche la Lazio,bastano 17’ di gioco a Tevez per cucire un altro pezzo di scudetto sulle casacche bianconere. Anche la Lazio che veniva Carlitos Tevez 18° gol in campionatodescritta come la squadra più accreditata per intralciare la marcia trionfale degli uomini di Allegri, perché ritenuta la più in forma del campionato, rientra nei ranghi. Allegri non voleva ripetere Parma ed i suoi giocatori hanno seguito fedelmente le indicazione del loro allenatori, nessuna distrazione anche se la partita chiave della stagione, quella di ritorno Champions League contro il Monaco è alle porte. Quasi tutti i titolari in campo con le sole eccezioni di Padoin e Matri al posto di Lichtsteiner e Morata. Quindici minuti di studio poi il primo acuto al 17', spizzata di Vidal che lancia Tevez sul filo del fuorigioco e gol dell’Apache che di sinistro batte il rientrante Marchetti. Carlitos si dimostra sempre più l’uomo chiave di questa Juve targata Allegri. Al 25’ un’azione pericolosa della Lazio, Chiellini rinvia corto sui piedi di Klose che da ottima posizione si vede alzare il suo tiro da Bonucci in angolo. La Juventus attende sorniona e attende gli avversari pronta a colpire di rimessa, come succede al 28’ contropiede bianconero, Bonucci ha campo davanti e dal limite batte Marchetti per il 2-0. Felipe Anderson è ingabbiato e la Lazio non si vede molto. In chiusura di tempo Evra al 47’ su cross di Vidal manda di poco fuori. Nel secondo tempo, la Lazio ci prova a rimettere in carreggiata la partita, ci prova Anderson, ci prova Candreva, ma ogni volta il piede o il corpo di qualche difensore juventino sventa il pericolo. Al 14’ giallo pesante per Marchisio, salterà il derby, per una bruttissima entrata su Lulic, poi al 20’ una punizione di Candreva, con Buffon comunque  sulla traiettoria, colpisce il montante. All’44’ rosso diretto per Cataldi, per un intervento da dietro direttamente sulle gambe di Tevez, poi sotto la pioggia gli ultimi minuti di gioco, con al 47 l’ultima occasione dei biancocelesti, palla svirgolata di Chiellini che libera in area Felipe Anderson, Buffon se la cava con i piedi. Ora testa a Monaco.
JUVENTUS – LAZIO 2-0
JUVENTUS (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin, Marchisio, Pirlo (27’ st Pereyra), Vidal (39’ st Sturaro), Evra; Matri (14’ st Morata), Tevez. A disp.: Storari, Rubinho, Lichtsteiner, De Ceglie, Marrone, Pepe, Llorente, Coman. All. Allegri.
LAZIO (4-3-3) Marchetti; Basta, Cana, Mauricio, Braafheid (1’ st Candreva); Cataldi, Biglia, Lulic; F.Anderson, Mauri (21’ st Keita), Klose (47’ st Ledesma) A disp.:(Berisha, Strakosha, Ciani, Pereirinha, Onazi, Ederson, Perea. All. Pioli.
ARBITRO Rizzoli di Bologna.
MARCATORI 17’ pt Tevez, 28’ pt Bonucci
AMMONITI:  Evra e Marchisio, Chiellini, Mauricio, Lulic, Cana, Candreva
ESPULSO: 44’ st  Cataldi
18 aprile 2015

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it