La Juve cala il PokerUn gol di Vidal regala i tre punti contro la Sampdoria ed il 4° scudetto consecutivo

Antonello Vischeri

La Juventus scende a Marassi contro la Sampdoria per cercare quel punto che le consentirebbe la certezza matematica dello scudetto, ed invece torna a Torino con il bottino pieno: tre punti al termine di una gara che non ha vissuto di grosse emozioni, eccezion fatta per il gol di Vidal e per qualche squillo di Tevez.  Allegri si affida alla collaudata coppia Tevez-Llorente, mentre sulla sponda blucerchiata Mihajlovic spiazza Soriano dietro a Muriel-Eto'o. il ritmo non è eccessivamente elevato e le squadre sono molto attente a non scoprirsi, si lotta soprattutto a centrocampo e le occasioni da rete non arrivano. Ci prova Obiang al 10’ con un destro al volo dalla distanza, ma la palla sfiora il palo lontano, poi al 32’ la Juventus passa in vantaggio. Percussione sulla sinistra di Lichtsteiner, cross dello svizzero perfetto per la testa di Vidal appostato dietro a Llorente e per Viviano non c’è nulla da fare. Bianconeri in vantaggio con l’unica azione pericolosa della partita. Nella ripresa all’8’ Pereyra per poco, perdendo palla davanti alla propria area, non permette a Eto’o su passaggio di Palombo di bucare di tacco Buffon. La Juventus fa girare palla mentre i blucerchiati non affondano e così si arriva al 14’ per vedere un’altra occasione da gol di marca bianconera, Sturaro serve Tevez che spara il destro dal limite, Viviano vola e devia in angolo. La Sampdoria prova a pungere al 19’ gran palla in verticale di Eto’o per Bergessio il cui tiro è deviato da Bonucci in scivolata. La Juventus avrebbe un’altra occasione per arrotondare il punteggio al 39’, traversone di Marchisio, Bonucci schiaccia di testa, ma la palla schizza di poco oltre la traversa. Muriel al 46’ si accentra dalla destra, il suo sinistro sibila di poco a lato del primo palo, dando solo l'illusione del gol. Game over. La Juventus vince così il 4° scudetto consecutivo e può festeggiare davanti ai pochi tifosi di fede bianconera, era vietata la trasferta dopo i fattacci del derby, presenti sugli spalti di Marassi.
SAMPDORIA – JUVENTUS 0-1
SAMPDORIA: Viviano, De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Mesbah (36’ pt Regini), Obiang (27’ st Duncan), Palombo, Rizzo (9’ st Bergessio), Soriano, Muriel, Eto'o. A disp.: Romero, Coda, Cacciatore, Okaka, Wszolek, Frison, Djordjevic, Marchionni, Muñoz. All.: Mihajlovic
JUVENTUS: Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Padoin, Sturaro, Marchisio, Vidal , Pereyra (28’ st Chiellini), Llorente (35’ st Coman), Tévez (27’ st Morata). A disp.: Storari, Pirlo, Ogbonna, Marrone, Matri, Audero, Romulo, Pepe, De Ceglie. All.: Allegri
ARBITRO: Valeri
MARCATORE: 32’ pt Vidal
AMMONITI: De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Obiang, Soriano, Sturaro
2 maggio 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it