Apre le marcature nel primo tempo l’ex Morata, poi pareggia CR7. Nella ripresa Tevez su rigore porta definitivamente i bianconeri in vantaggio.

Antonello Vischeri

Una Juve mostruosa per quasi tutti i novanta minuti costringe il Real alla sconfitta per 2-1 nella semifinale di andata della Champions League. I bianconeri si giocano il sogno della finale contro i Blancos come dodici anni fa,in unl giorno propizio, il 5 maggio infatti è data di vittorie importanti, in uno Juventus Stadium ribollente di tifo. Spettacolo mozzafiato, incasso record, oltre 3 milioni. Allegri si gioca la carta Sturaro e non Pereyra a centrocampo con Vidal trequartista e altl’ex Genoa lo ripaga con una prestazione maiuscola, mentre Ancelotti deve fare a meno di Benzema e davanti si affida a CR7 e a Bale, sugli esterni piazza Rodriguez e Isco e in mediana Sergio Ramos. Parte subito forte la Juventus, che affronta la partita senza nessun timore reverenziale, dopo un tiro di Sturaro al 3’ ed un pallonetto di Morata al 7’ , che mette in difficoltà Casillas, i bianconeri passano in vantaggio all’8’ con l’ex Morata, l’azione è di Tevez che impegna Casillas con un destro ad incrociare, il portiere riesce solo a deviare, sul pallone arriva Morata che appoggia in rete eludendo l’intervento di un difensore. La risposta del Real è affidata a Ronaldo che al 12’ costringe Buffon a salvarsi in corner. Il Real procede a folate e la difesa dei madri listi non sembra molto attenta soprattutto sulla dorsale di sinistra, là dove la pressione dei bianconeri è costante. La manovra è fluida con un Tevez ed un Vidal in formato extra lusso. Ma quando la squadra di Ancelotti accelera è micidiale, così succede che al 27’ il Real pareggi, James sfonda sulla destra e mette al centro un pallone morbido per Ronaldo, perso da Bonucci e Lichtsteiner, Buffon è scavalcat e il portoghese deposita in rete di testa il pallone dell’1-1. Dopo trenta minuti giocati alla grande la manovra della Juventus perde un po’ di intensità e lucidità, ne approfitta il Real per rendersi pericoloso al 41’, Isco va al cross, Rodriguez colpisce di testa sottomisura con Buffon battuto, ma la palla è respinta dalla traversa . La Juventus inizia la ripresa con lo stesso spirito del primo tempo, avanti tutta per cercare altri gol in modo da non soffrire nella gara di ritorno tra una settimana. All’11’ su un tiro di un Blancos verso la poprta di Buffon rimpallato, nasce il contropiede della Juventus con Tevez che porta al secondom gol. L’argentino si fa metà campo palla al piede, Morata cerca di affiancarlo ma viene messo giù da Marcelo in recupero, Tevez prosegue da solo e giunto in area di rigore è affrontato da Carvajal che lo stende. L’arbitro inglese Atkinson decreta il rigore, protestano i madrilisti, dalla lunetta Tevez non lascia scampo a Casillas, al 12’ Juve è in vantaggio per 2-1. La Juventus corre un pericolo al 19’ su un cross di Sergio Ramos, ma né Hernandez, né Ronaldo trovano la deviazione vincente. Col passare dei minuti le Merengues. Cercano di stringere d’assedio la porta di Buffon, senza però trovare spazi per tentare il tiro a rete. Anzi è la Juventus al 42’ ad avere una buona chance, Llorente subentrato a Morata, approfitta dell'errore di Varane, salta Casillas e mette al centro, ma Carvajal anticipa Pereyra e allontana e poi ancora nei minuti di recupero al 47’ Pirlo batte una punizione dalla sinistra, Llorente colpisce di testa sottomisura e Casillas si ritrova fortunosamente il pallone tra le mani. La Juve vince quindi meritatamente il primo round di questa semifinale, ma tra una settimana al Santiago Bernabeu di Madrid , farà caldo, molto caldo.
JUVENTUS-REAL-MADRID 2-1
JUVENTUS (4-3-1-2) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo, Sturaro (19’ st Barzagli); Vidal; Morata (33’ st Llorente), Tevez (41’ st Pereyra). A disp.: Storari, Padoin, Matri, Pepe. All. Allegri.
REAL MADRID (4-4-2) Casillas; Carvajal, Pepe, Varane, Marcelo; James Rodriguez, Sergio Ramos, Kroos, Isco (18’ st Hernandez); Bale (41’ st Jesé), Ronaldo. A disp.: Keylor Navas, Coentrao, Lucas Silva, Arbeloa, Llarramendi. All. Ancelotti.
ARBITRO Atkinson (Inghilterra).
MARCATORI:  8’ pt  Morata, 27’ pt  Cristiano Ronaldo, 13’ st Tevez (rig.)
AMMONITI:  Bonucci, Tevez, Marcelo, Vidal, Carvajal , James Rodriguez, Chiellini
5 maggio 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it