Il vantaggio bianconero porta la firma di Pogba al rientro dopo 52 giorni, il pareggio del Cagliari è opera di Rossettini

Antonello Vischeri

La Juventus2 non va oltre al pareggio contro il Cagliari nella partita che regala però due vittorie al Club bianconero, la sospensione a sorpresa della squalifica della Curva, che permette così ai tifosi bianconeri più caldi di festeggiare il 4° scudetto consecutivo ed il ritorno di Paul Pogba sulla palcoscenico del campionato italiano dopo 52 giorni di sosta per infortunio. Prova convincente del francese in attesa di misurarsi sul palcoscenico internazionale del Bernabeu contro il Real Madrid. Quindi niente bambini sugli spalti ad accogliere i bianconeri al loro ingresso in campo, ma migliaia di bandierine bianconere ed un enorme bandierone tricolore. Se per il Cagliari è la partita dell’ultima spiaggia, per la Juventus è poco più di una formalità, una passerella. Il risultato non conta più ed allora Allegri opta per un ampio turaltnover, dentro le seconde linee, in campo solo i senatori Barzagli e Marchisio oltre a Pogba. In completo relax in tribuna Tevez e Pirlo. Pogba si mette subito in mostra guadagnandosi una punizione già al 2’, ma il suo tiro potente esce di poco e lanciando gli attaccanti juventini, ma è il Cagliari al 17’ ad avere la prima occasione-gol, Donsah smarca in area Cop che tocca per l'accorrente Farias, Marchisio disturba il tiro a botta sicura del cagliaritano che spedisce sul fondo. I tentativi di andare a rete dei vari Matri, Romulo, Pereyra, Coman non sortiscono alcun effetto, come al 39’ quello di Pogba, traversone di Padoin, Pogba controlla di petto in area si libera di Avelar ma la sua girata finisce alta e quello al 41’ di Coman, cross dal fondo di Romulo, Coman stacca bene sul secondo palo spedendo fuori di pochissimo, ma non quello di Pogba al 45’ che si libera al limite, destro potente deviato da Ceppitelli, Brkic spiazzato non può nulla. Juventus in vantaggio per 1-0 a metà gara. La ripresa inizia a ritmi ancora più blandi rispetto al primo tempo, Allegri richiama Pogba al 17’ sostituendolo con De Ceglie e un minuto dopo Romulo sfiora il gol con un diagonale destro dai 20 metri, su una respinta corta della difesa rossoblu. Il Cagliari nel finale di partita alza il proprio baricentro e al 40’ raggiunge il pareggio, Rossettini sovrasta Pepe e di testa colpisce il palo, poi è il più lesto di tutti a ribadire la palla in rete. Il Cagliari rischia addirittura di vincere la gara al 46’ ma Sau si divora il gol del vantaggio spedendo alto un assist stupendo di Ekdal. La festa non è stata rovinata.
JUVENTUS-CAGLIARI 1-1
JUVENTUS (4-3-3): Storari; Romulo, Barzagli, Ogbonna, Padoin; Pereyra (30' st Vitale), Marchisio (13' st Sturaro), Pogba (17' st De Ceglie); Pepe, Matri, Coman. A disp.: Buffon, Rubinho, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Marrone, Llorente, Morata. All: Allegri.
CAGLIARI (4-3-1-2): Brkic; Balzano, Ceppitelli (28' st Diakite), Rossettini, Avelar; Donsah (23' st Sau), Crisetig, Joao Pedro; Ekdal; Cop (32' st Longo), Farias. A disp: Colombi, Cragno, Pisano, Murru, Capuano, Conti, Barella, Cossu. All: Festa.
ARBITRO: Peruzzo.
MARCATORI: 45' pt Pogba, 40' st Rossettini
AMMONITI:  Avelar, Marchisio, Joao Pedro
9 maggio 2015

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it