Decide il gol di Matri nel secondo tempo supplementare. I tempi regolamentari erano finiti 1-1, la Juventus aveva rimontato il gol di Radu con l’acrobazia di Chiellini. Doppio palo colpito da Djordjevic nel primo tempo supplementare

Antonello Vischeri

E’ Matri a consegnare alla Juventus la 10° Coppa Italia della sua storia. Il gol dell’attaccante bianconero arriva un minuto dopo che sul fronte opposto Djordjevic aveva colpito un doppio palo interno e così la Juventus da un possibile L'esultanza di Matri dopo il golinferno si ritrova in paradiso. Allegri schiera tutti i big a disposizione secondo il 3-5-2 con Llorente e Tevez coppia d’attacco, mentre Pioli schiera i biancocelesti lungo un 3-4-3 che prevede Candreva e Felipe Anderson a supporto di Klose. Partita scoppiettante sin dalle prime battute, al 4' la Lazio passa in vantaggio, Radu in mezzo a Pirlo e Pogba, di testa mette in rete una palla arrivata da un calcio di punizione. La Juventus non sta a guardare e all’11’ pareggia, calcio di punizione battuto da Pirlo, il portiere laziale Berisha accenna l’uscita, Evra fa da sponda e Chiellini in acrobazia insacca. E’ la Lazio comunque a fare la gara, a premere senza però riuscire a superare la retroguardia dei bianconeri. Bisogna aspettare il 32’ per vedere un’altra azione pericolosa, Parolo approfitta di uno stop sbagliato da Pogba e conclude dalla distanza, ma la palla esce non di molto a lato. Il secondo tempo inizia con un ritmo molto più lento rispetto alla prima frazione di gara e le occasioni da rete latitano fin quasi alla fine del tempo. Al 38’ Pioli sostituisce Klose con Djordjevic ed il neo entrato si divora una ghiotta occasione gol al 39’ a tu per tu con Storari, il suo tiro è debole, nessun problema per il portiere juventino. Alo 42’ viene annullato un gol a Matri per posizione di offside e così si deve ricorrere ai tempi supplementari per decidere chi sarà il, vincitore. Al 4’ del primo tempo supplementare la grande occasione di Djordjevic, il suo sinistro supera Storari ma va a sbattere sul primo palo per carambolare attraversando tutta la luce della porta sul palo opposto prima di tornare in campo. La Juventus ringrazia la sua buona stella e al 7’ passa in vantaggio, sulla respinta di Mauricio si avventa Matri che con un tiro potente piega la mano di Berisha proteso a fermarlo.  Tevez si fa notare per alcuni recuperi difensivi ed alcune sgroppate in attacco, ma ormai le gambe di quasi tutti sono imballate e neanche l’ingresso di Keita nel secondo supplementare riesce a modificare il risultato del match, la Juventus vince così per la decima volta la Coppa Italia.
JUVENTUS-LAZIO 2-1 dts
JUVENTUS (3-5-2): Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (5’ sts Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba (33’st Pereyra), Evra; Llorente (39’ st Matri), Tevez. A disp.: Buffon, Rubinho, Ogbonna, De Ceglie, Pepe, Coman, Asamoah, Sturaro, Marrone. All. Allegri.
LAZIO (3-4-2-1): Berisha; De Vrji (1’ sts Keita), Gentiletti, Radu (26’ st Mauricio); Basta, Parolo, Cataldi, Lulic; Candreva, F. Anderson; Klose (37’ st  Djordjevic). A disp.: Marchetti, Strakosha, Ciani, Braafhied, Mauri, Onazi, Ledesma, Novaretti, Cavanda. All. Pioli.
ARBITRO: Orsato di Schio.
MARCATORI: 4’ Radu, 11’ pt Chiellini, 7’ pts Matri
AMMONITI:  Parolo, Evra, Bonucci, Candreva
20 maggio 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it