Contro il Verona finisce 2-2, alla rete di Pereyra nel primo tempo risponde Luca Toni, che consolida la sua leadership nella classifica dei marcatori, ad inizio ripresa. Llorente riporta in vantaggio i bianconeri che vengono raggiunti in pieno recupero dal gol di Gomez. Llorente colpisce una traversa nel primo tempo, Rafael para un rigore a due minuti dalla fine partita. Espulso Pepe nel finale di gara

Antonelli VischeriPereyra autore del primo gol

Prove generali con vista Berlino. Ha un bel predicare Allegri che solamente da lunedì i bianconeri penseranno alla finale contro il Barcellona, ma la formazione che il tecnico presenta contro il Verona, sarà sì figlia del fatto che Allegri preferisce tenere tutti sulla corda, ma sicuramente è anche dettata dalla necessità di far arrivare a Berlino i top player in condizioni ottimali. Quindi Chiellini, Morata e Vidal in panca, dentro pereyra e Ogbonna con Llorente assieme a Tevez che rincorre il titolo di capocannoniere sfidando l’eterno Toni. Mandorlini dal canto suo, opta per il 4-3-3 con in attacco Juanito Gomez e Jankovic a supporto del bomber Luca Toni. L’avvio non è dei più esaltanti, ritmi bassi con la juve che gestisce il possesso palla, ma già al 5’ Toni si presenta a tu per tu con Buffon, ma il suo tocco sotto finisce clamorosamente sul fondo. Il bomber dei veneti è un costante pericolo e al 10’ reclama un rigore per un fallo di mano in area di Ogbonna che l’arbitro Di Bello giudica ininfluente. La difesa juventino non è attentissima e rischia in qualche occasione di capitolare, ma al 23’ si sveglia la Juventus, Tevez imbecca Marchisio ma il tiro del Principino tocca terra e finisce sopra la traversa della porta difesa da Rafael. La partita prende quota, al 33’ Gomez smista di tacco per Hallfredsson che crossa sul primo palo, Toni anticipa tutti anche Buffon, ma non trova lo specchio della porta. Sul capovolgimento di fronte al 34’ Llorente con una conclusione al volo centra la traversa e al 42’ la Juve passa in vantaggio gelando il Bentegodi, Pereyra prende palla a sinistra, si accentra e con un destro imparabile a giro mette il pallone all’incrocio dei pali. I bianconeri insistono e al 44’ un tiro di Tevez che si era liberato benissimo in area viene rimpallato da Marquez. E’ Toni ad inizio ripresa a ristabilire la parità, 3’ palla persa da Tevez, contropiede dei gialloblù, assist di Hallfredsson per Toni che con un gran mancino buca Buffon. Nuova distrazione della difesa juventina al 9’ che avrebbe potuto costare cara, Sala crossa sul secondo palo, Toni calcia al volo di sinistro non inquadrando lo specchio della porta per una questione di centimetri. Gol mancato, gol subito ed infatti tre minuti dopo la squadra di allegri passa nuovamente in vantaggio, Pirlo per Padoin, appoggio in area per Llorente che questa volta fa centro. Juve in vantaggio. Allegri incomincia a far ruotare gli uomini in campo, la Juve cerca di mantenere il possesso palla, il Verona sembra ormai rassegnato,ma la partita invece non è chiusa, anzi nei dieci minuti finale regala emozioni in serie. Al 37’ calcio di rigore a favore dei bianconeri, Marquez cintura in area Llorente e per l’arbitro Di Bello è calcio di rigore, dal dischetto Tevez si fa però ipnotizzare da Rafael che riesce a deviare il suo tiro con la punta delle dita. In pieno recupero al 47’ viene espulso Pepe, appena entrato, per una entrata da dietro su Valoti. Palla scodellata in area, Juanito Gomez prende il tempo a tre uomini della Juventus ed infila Buffon con un gran colpo di testa per il 2-2 finale. E ora testa a Berlino, Juve you can!.
VERONA-JUVENTUS 2-2
VERONA (4-3-3): Rafael; Sala, Marquez, Moras, Agostini; Greco (14' st Obbadi), Tachtsidis (40' st Saviola), Hallfredsson; Gomez, Toni, Jankovic (29' st Valoti). A disp.: Benussi, Gollini, Rodriguez, Lopez, Marques, Campanharo, Fernandinho, Martic, Fares. All.: Mandorlini.
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Padoin, Bonucci, Ogbonna, Evra (14' st Lichtsteiner); Marchisio (1' st Sturaro), Pirlo, Pogba; Pereyra (32' st Pepe); Tevez, Llorente. A disp.: Storari, Del Favero, Chiellini, De Ceglie, Vidal, Coman, Matri, Morata. All.: Allegri.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
MARCATORI: 42’ pt Pereyra, 3’ st Toni, 12’ st Llorente, 48’ st Gomez
AMMONITI: Tevez, Tachtsidis, Gomez
ESPULSO: 47' st Pepe
NOTE: 47’ st Rafael para rigore a Tevez
30 maggio 2015

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it