I bianconeri battono i biancocelesti per 2-0, un autogol al 7’ di Gentiletti spiana la strada poi Dybala al 32’ completa l’opera

Antonello Vischeri

Continua la rincorsa bianconera alle posizioni di vertice del campionato, questa sera all’Olimpico di Roma a farne le spese è stata la Lazio, battuta 2-0. Quinta vittoria per i bianconeri sempre più targati Paulo Dybala e crisi profonda invece per la squadra di Pioli, a rischio la sua panchina, che inanella la quinta sconfitta nelle ultime sei gare. Allegri per questo match modifica la squadra, dentro Lichtsteiner, Asamoah e Alex Sandro a centrocampo e davanti l’ormai collaudata coppia Il gol di Paulo DybalaMandzukic-Dybala con Morata in panchina. Pioli invece ripresenta Gentiletti in difesa e schiera Kishna trequartista. Non parte male la Lazio che al 5’ va al tiro con Candreva, palla fuori, ma la Juventus colpisce al primo affondo. Al 7’Dybala mette al centro per Mandzukic che è anticipato da Gentiletti che devia il pallone alle spalle di Marchetti. Gara quindi subito in discesa per i bianconeri , che però legittimano il vantaggio con un’altra gran bella giocata di Dybala al 16’, il tiro però finisce alto. Ancora Juventus al 20’ con Asamoah che si vede deviato il tiro in angolo da Mauricio. La Lazio tenta di riorganizzarsi e incomincia ad alzare il baricentro, ma proprio nel periodo migliore dei biancocelesti arriva il raddoppio dei bianconeri, Mandzukic attira su di sé tre difensori e mette al centro un pallone per Dybala, che tutto solo al 32’ ha la possibilità di controllare la palla e scagliare un missile di sinistro che supera Marchetti. Il primo tempo finisce tra i fischi dell’Olimpico indirizzati ai giocatori della Lazio. Nella seconda frazione Pioli cerca di dare maggiore incisività alla sua squadra mandando in campo Anderson e Keita, al 4’ c’è un contatto tra Barzagli e Radu leggermente fuori dell’area di rigore, ma l’arbitro lascia proseguire. La Juventus ormai controlla la gara senza problemi e si concede il lusso anche di qualche incursione nell’area biancoceleste. Al 19’ Anderson attacca la profondità poi con un colpo di tacco cerca un compagno al centro che però manca completamente la sfera, al 20’ Milinkovic impegna Buffon dalla distanza poi gli allenatori procedono con altre sostituzioni dentro Evra per Asamoah per la Juventus e Matri per Milinkovic per la Lazio. La squadra di Pioli cerca il gol che potrebbe rimetterla in partita con una punizione di Parolo al 25’ e poi con Keita. L’ultimo assalto è di Klose al 42’ con tiro che si spegne sull’esterno della rete. Troppo poco per una Juventus che si è dimostrata nettamente superiore , al di là del risultato di 2-0.
LAZIO-JUVENTUS 0-2
LAZIO:  Marchetti; Basta, Gentiletti, Mauricio, Radu; Biglia, Parolo; Candreva (1' st Felipe Anderson), Milinkovic (23' st Matri), Kishna (1' st Keita); Klose. A disp.: Berisha, Guerrieri, Hoedt, Braafheid, Konko, Cataldi, Djordjevic. All.: Pioli
JUVENTUS:  Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Asamoah (23' st Evra), Alex Sandro; Mandzukic (37' st Morata), Dybala (35' st Cuadrado). A disp.: Neto, Rubinho, Rugani,  Padoin, Vitale, Lemina,  Zaza. All.: Allegri
ARBITRO: Banti
MARCATORI: 7’ pt Gentiletti (aut.), 32’ st Dybala
AMMONITI: Gentiletti , Mandzukic , Mauricio, Radu, Parolo, Alex Sandro, Evra, Klose
4 dicembre 2015

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it