Il gol di Llorente condanna la Juventus alla sconfitta e la relega al secondo posto del girone di Champions League

Antonello Vischeri

Il ruggito del “Re Leone” gela le speranze della Juventus di terminare al primo posto e imbattuta il suo girone eliminatorio di Champions League. I bianconeri accedono quindi agli ottavi come secondi del girone ma il percorso sarà ad ostacoli, bisognerà sperare che la dea bendata  eviti alla Vecchia Signora i top Club. La giornata, già iniziata male con l’eliminazione dei ragazzi U19 di Grosso dalla Youth league, è proseguita con l’infortunio, risentimento muscolare alla coscia sinistra, diLlorente, suo il gol vincente Zaza che non è potuto così andare in panchina, quindi Dybala e Morata in campo come scelta obbligata e senza alternative. Sulla sponda andalusa Llorente in campo ed Immobile in tribuna. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ed il pareggio basta e avanza ai bianconeri, che comunque non hanno problemi a fare la loro partita: al 5’ Morata gira di testa alto di un nulla un cross di Marchisio, al 17’ è la volta di Dybala, ma il suo tiro sfiora solo il palo. Il portiere degli spagnoli, Sergio Rico ci mette poi del suo andando a parare tutto il parabile, come al 18’ su Sturaro che di testa gira un cross di Alex Sandro. Al 19’ si fa sentire il Sevilla ed è Llorente dal dischetto del rigore ad impegnare severamente Buffon che poi respinge anche  il successivo tiro di Konoplyanka. Altra chance per gli andalusi al 31’ sempre con Llorente neutralizzata da Buffon, ma è la Juventus a sprecare un’occasione d’oro con Bonucci che pesca Dybala in area, sponda per Morata che a un metro dalla porta mette a lato. Prima della chiusura del primo tempo, portieri ancora all’opera, Buffon para un colpo di testa di Llorente e Rico toglie dal sette una punizione di Dybala. Nella ripresa al 3’ è Pogba a testare i riflessi del portiere degli spagnoli e poi all’8’ Rico interviene ancora su Morata. Al 16’ è Buffon ad essere impegnato da un tiro di Banega. La partita però sta cambiando, gli spagnoli si fanno più audaci ed al 20’ passano in vantaggio, corner battuto in maniera superba da Konoplyanka, Llorente prende il tempo a Barzagli e di testa mette la palla alle spalle di Buffon. Allegri manda in campo Cuadrado  per dare maggiore incisività in attacco, Dybala al 37’ colpisce la traversa, le notizie che davano il City perdente ora raccontano del ribaltamento del risultato e allora la Juve si getta all’attacco per cercare di recuperare almeno il pareggio, ma così facendo si espone al contropiede degli spagnoli e Gameiro, entrato al posto di Llorente, ne fallisce uno clamoroso al 41’ a tu per tu con Buffon. Juve ancora in avanti nei minuti finali e ultima occasione al 46’ sui piedi di Morata, ma Sergio Rico con un ottimo  riflesso devia in angolo. La vittoria permette al Sevilla di qualificarsi per l’Europa League, alla Juve non resta che il secondo posto nel girone D
SIVIGLIA-JUVENTUS 1-0
SIVIGLIA (4-2-3-1) Rico; Coke, Rami, Kolodziejczak (10' st Mariano Ferreira), Tremoulinas; N'Zonzi, Krychowiak; Vitolo, Banega, Konoplyanka (23' st Krohn-Dehli); Llorente (33' st Gameiro). A disp.: Soria, Iborra, Reyes, Escudero. All. Emery.
JUVENTUS (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (32' st Cuadrado), Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Morata, Dybala. A disp.:Neto, Rugani, Vitale, Pellini, Morselli. All. Allegri
ARBITRO Marciniak (Polonia)
MARCATORI: 20’ st  Llorente
AMMONITI:  Alex Sandro, Sturaro
8 dicembre 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it