Battuto il Verona con i gol di Dybala, Bonucci e Zaza. Buffon sventa l’unica pericolosa conclusione in porta di Pazzini.

Antonello Vischeri

Una Juventus in salute, che non ha assolutamente patito la sosta invernale del campionato, supera agevolmente un Verona volitivo ma privo di individualità capaci di trascinarlo al di fuori della zona retrocessione. Individualità che non mancano invece ai bianconeri, anche oggi in gran spolvero Dybala ed un Zaza che appena entrato sigla il 3-0. Nel primo tempo il primo lampo della partita coincida con il primo gol juventino, frutto anche della pressione che la squadra di Allegri ha subito messo alla retroguardia dei veneti. Dopo che al 3’ Lichtsteiner aveva mancato il gol per una questione di centimetri, bella l’azione di Alex Sandro, palla a Dybala  che apre per Lichtsteiner, tiro ad incrociare dalla sinistra si perde a fil di palo, la Juventus va in gol all’8’ su punizione magistrale battuta da Dybala. La squadra di Del Neri però è viva ed al 9’ Alex Sandro riesce ad anticipare Wszolek. Un minuto dopo è Buffon a compiere un autentico miracolo per togliere dalla rete il tiro in girata di Pazzini, che avrebbe potuto cambiare il corso della gara. Gara che la Juventus tiene in pugnoi saldamente anche se è il Verona a gestire il centrocampo, ma la pochezza dei giocatori veronesi è tale che la retroguardia dei bianconeri non corre alcun pericolo e anzi la squadra di Allegri che si chiude con tutti i giocatori dietro la palla è pronta nelle ripartenze sfiorando il secondo gol. Al 20’ è Morata ad accentrarsi e con un tiro a giro impegnare Gollini che si salva in angoloe al 34’ tocca a marchisio con una staffilata dal limite dell’area a impegnare il portiere gialloblù. Dopo un’occasione sprecata malamente da Lichtsteiner che spara alto a pochi passi dalla linea di porta un cross di Alex Sandro, ciu poensa Bonucci a mettere il sigillo con una magnifica incornata su un’altra punizione, un corner corto, battuto da Dybala. 2-0 e tutti a bere un the caldo. La ripresa non ha storia, la Juve controlla tranquillamente la gara, fino all’ingresso di Zaza al 34’. Sono sufficienti tre minuti al bomber di Policoro per timbrare il cartellino, sontuoso lancio in profondità di Dybala e Simone aggira il portiere e mette in rete il 3-0. Juventus che continua così la scalata ai vertici della classifica, sopravanzando la Roma fermata sul pareggio dal Chievo Verona.
JUVENTUS-VERONA 3-0
JUVENTUS: Buffon; Caceres (39' st Rugani), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira (26' st Sturaro), Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala,  Morata (34' st Zaza). A disp.: Neto, Rubinho, Evra, Padoin, Asamoah, Vitale, Hernanes, Cuadrado. All.: Allegri
VERONA:  Gollini; Bianchetti, Moras, Helander, Souprayen; Hallfredsson (37' st Fares), Greco (16' st Gomez); Wszolek (19' st Emanuelson), Ionita, Siligardi; Pazzini. A disp.: Rafael, Coppola, Winck, Zaccagni, Checchin, Jankovic. All.: Delneri
ARBITRO: Calvarese
MARCATORI: 8’ pt Dybala, 45’ pt Bonucci, 37’ st Zaza
AMMONITI: Greco, Marchisio, Hallfredsson, Alex Sandro, Sturaro
6 gennaio 2016


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it