La Juventus alla 14° vittoria consecutiva batte il Frosinone  2-0 con le reti di Cuadrado e Dybala

Antonello Vischeri

Partita difficile quella della Juventus che oggi doveva affrontare al Matusa il Frosinone, e che la squadra di Allegri ha dovuto affrontare con alcuni assenti eccellenti,Cuadrado ancora risolutivo Mandzukic e Khedira su tutti, ma che è riuscita a vincere pur non esprimendo il suo calcio migliore, ma mettendo invece in campo pazienza, sofferenza e lotta fino all’ultimo minuto. E’ la quattordicesima vittoria della squadra bianconera che ora dovrà affrontare il Napoli, nel big match di sabato allo Stadium, che dovrebbe dire molto nella corsa allo scudetto. Allegri non fa sconti e schiera anche il diffidato Bonucci e schiera Cuadrado a destra al posto di Lichtsteiner. Stellone sa che di fronte ai top player juventini non c’è storia e quindi schiera i suoi a difesa del fortino, la Juventus non trova varchi e fa fatica a trovare i corridoi giusti per arrivare alla porta avversaria, anche perché la squadra non gioca il calcio champagne visto col Chievo. Il primo tempo non offre molte emozioni, il Frosinone si chiude bene,  al 5’ Alex Sandro crossa per Sturaro, solo sul secondo palo che liscia la palla, risponde al 13’ il Frosinone con un’acrobazia di Ciofani che non inquadra la porta. Il fortino dei canarini, rischia di cadere al 45’, nell’unica vera occasione gol, palla persa da Russo, Morata salta Gori e poi Blanchard ma Leali è prodigioso a parare in uscita bassa. Nella ripresa cresce l’assedio dei bianconeri alla porta di Leali, azione insisteta al 7’ con tiro di Cuadrado da fuori area, poi all’11’ è Pogba a tentare il tiro deviato col corpo da Blanchard, al 18’ è Russo a immolarsi su una conclusione di Dybala, al 22’ Leali sbaglia l’uscita ma Pereyra non riesce ad approfittarne, al 27’ è il palo a negare il gol a Dybala, ma il gol è nell’aria. Arriva al 28’, l’azione è di Alex Sandro sulla sinistra, cross teso che attraversa tutta l’area e Cuadrado sul secondo palo con il piatto destro mette il pallone alle spalle del portiere. Dopo l’uscita di Chiellini per problemi al polpaccio, al 46’ in pieno recupero arriva il raddoppio, Dybala servito da Morata batte Leali con un sinistro a giro sul secondo palo. Juve vincente quindi grazie alla superiorità tecnica dei bianconeri rispetto agli avversari. Ora il Napoli, la partita che potrebbe decidere il campionato.
FROSINONE – JUVENTUS 0-2
FROSINONE: Leali; Rosi, Russo, Blanchard, Crivello; Chibsah (27' st Frara), Gori (36' st Soddimo), Sammarco; Tonev, D.Ciofani (41' st Longo), Dionisi. A disp.: Bardi, Zappino, Pryyma, M. Ciofani, Gucher, Paganini, Pavlovic, Carlini. All.: Stellone
JUVENTUS: Buffon; Barzagli, Barzagli, Chiellini (32' st Rugani); Cuadrado, Sturaro (21' st Pereyra), Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata (48' st Favilli). A disp.: Neto, Rubinho, Rugani, Lichtsteiner, Padoin, Hernanes, Lemina. All.: Allegri
ARBITRO: Massa
MARCATORI: 28’ st Cuadrado, 46’ st Dybala
AMMONITI:  Crivello, Sammarco, Morata,  Soddimo
7 febbraio 2016

fontefoto: Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it