Al Dall’Ara finisce 0-0. Nel primo tempo nessun tiro in porta dei bianconeri, ben controllati dalla squadra di Donadoni

Antonello Vischeri

Si ferma sul prato del Dall’Ara la marcia trionfale della Juventus, bloccata sullo 0-0 dopo il filotto di quindici vittorie consecutive dalla formazione di Donadoni. Ed adesso il primato in classifica appena conquistato una settimana fa è a rischio, a prevalere sono stati gli interessi di Champions. Allegri fa riposare Dybala e non Massimiliano Allegririschia nessun giocatore acciaccato pertanto in attacco si affida al tandem Zaza-Morata supportato da Pereyra. In cabina di regia Marchisio con Pogba e Sturaro interni, Bonucci e Barzagli i centrali di difesa. Donadoni schiera i suoi senza paura con un tridente offensivo Destro, Giaccherini e Rizzo e a centrocampo il classe ’97 Diawara, con Taider e Donsah, Mbaye e Masina terzini. Il primo tempo è privo di emozioni, non si registrano infatti grosse occasioni, anche se la Juventus spinge senza però mai impensierire Mirante. I pericoli per i bianconeri li crea Evra al 9’ e al 30’ tutte e due su un corner battuto da Marchisio, il suo stacco di testa è imperioso ma la mira sballata, mentre quelli rossoblù li crea Destro, al 21’ un suo tiro centrale è respinto da Buffon poi Donsah fallisce la ribattuta. Nella ripresa Allegri inserisce subito Cuadrado al posto di Pereyra cercando con le accelerazioni del colombiano di spaccare la partita, ma il Bologna non molla un centimetro e chiude tutti i varchi. Al 22’ Allegri manda in campo anche Dybala al posto di Zaza, cercando il forcing finale, ma le conclusioni nello specchio della porta latitano. Donadoni invece gioca nel finale la carta Brienza, schierando così con quattro attaccanti, ma l’occasione per vincere la gar4a capita alla Juventus che al 42’ con Morata che spalle alla porta, controlla di petto e conclude da dentro l'area di rigore, ma Mirante si allunga e devia in corner. Forse la testa era già al match di martedì prossimo contro il Bayern di Guardiola, fatto sta che i bianconeri hanno probabilmente gettato al vento il vantaggio acquisito battendo il Napoli

BOLOGNA – JUVENTUS 0-0
BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina (28' st Constant); Donsah, Diawara, Taider (36' st Brienza); Rizzo (20' st Mounier), Destro, Giaccherini. A disp.: Da Costa, Stojanovic, Ferrari, Oikonomou, Pulgar, Zuniga, Morleo, Brighi, Floccari. All. Donadoni.
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Sturaro, Marchisio, Pogba; Pereyra (1' st Cuadrado); Zaza (22' st Dybala), Morata. A disp.: Neto, Rubinho, Rugani, Romagna, Padoin, Lemina, Hernanes, Favilli. All. Allegri.
ARBITRO: Irrati di Pistoia
AMMONITI: Gastaldello, Sturaro, Marchisio, Diawara
19 febbraio 2016

fontefoto: juventus.com


 


19 febbraio 2016

 


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it