La partita di andata degli ottavi di finale di Champions League finisce 2-2, i bianconeri in svantaggio di due reti, gol di Muller e Robben, riescono a recuperare lo svantaggio grazie ai gol di Dybala e Sturaro

Antonello Vischeri

La Juventus con un secondo tempo giocato “tutto cuore e grinta” rimette in piedi la partita di andata degli ottavi di finale di Champions League contro i tedeschi del Bayern Monaco. Dopo un primo tempo disastroso durante il quale i bianconeri sono stati sovrastati in ogni reparto dalla squadra di Guardiola che ha preso d’infilata la retroguardia bianconera, complice un centrocampo assolutamente non in partita, e che solo alcune ottime parate di Buffon sono riuscite ad arginare lo strapotereIl gol del pareggio di Sturaro della squadra di Guardiola, permettendo ai bianconeri di andare al riposo sotto solamente di un gol, la Juventus nella ripresa grazie anche ai cambi di Allegri, dopo aver subito il secondo gol ad opera di Robben, ha cambiato registro ed ha incominciato a pressare ed ad attaccare la retroguardia del Bayern che si è dimostrata non perfetta recuperando lo svantaggio di due reti e chiudendo così il march con un pareggio che rende la gara di ritorno del 16 marzo a Monaco, difficile ma non impossibile. Dopo una fiammata di Mandzukic al 1’ il fuoco bianconero si spegne ed inizia lo show dei tedeschi, sempre primi sulla palla, sempre precisi nei lanci, sempre pronti ad aggredire l’avversario togliendogli la lucidità, incomincia Vidal al 4’ e Buffon ci mette i pugni e respinge, prosegue al 13’ Muller che perde l’equilibrio scivolando sul servizio di Lewandowski, quando ormai è solo davanti a Buffon, continua al 31’ Bernat che conclude un’azione prolungata dei tedeschi con Buffon che riesce a respingere in qualche modo e al 43’ arriva il gol dell’1-0, cross di Robben da destra e contro cross di Douglas Costa, Barzagli allontana proprio sui piedi di Muller, che batte Buffon con un piatto destro al volo. Dopo l’intervallo, la Juventus si presenta con Hernanes al posto di Marchisio, ma al 10’ raddoppia il Bayern con uno splendido gol di Robben che rientra da destra e fulmina Buffon col mancino. Il secondo schiaffone fa male ed provoca il risveglio dei bianconeri, al 13’ 58' ci prova Dybala su calcio di punizione, ma la palla è deviata in corner. E’ il primo segnale del risveglio, il secondo segnale è il gol che permette alla Juventus di rientrare in partita: 18’ Mandzukic approfitta di un errore di Kimmich e mette Dybala a tu per tu con Neuer e l'argentino non sbaglia. Lo stadio incita a gran voce ed i bianconeri ora lottano su ogni pallone sentendo che qualcosa in più si può fare, anche perché il Bayern rifiata e si affida al contropiede. Al 23’ due occasioni in serie per la squadra di Allegri, prima Mandzukic di forza lancia il contropiede la palla giunge a Cuadrado che da ottima posizione calcio su Neuer che fa muro e mette in calcio d'angolo, poi un destro di Pogba si spegne di poco sopra l’incrocio dei pali. Allegri a questo punto inserisce Sturaro al posto di Khedira, prova incolore anche la sua e poco dopo toglie Dybala per inserire Morata. Sono queste due mosse a decidere la partita, infatti i due panchinari appena entrati confezionano il gol del pareggio al 31’, Mandzukic allarga a sinistra per Morata, che rimette al centro di testa, Sturaro in spaccata anticipa il suo marcatore e batte Neuer. L’ingresso di Ribery a pochi minuti dalla fine, vivacizza nuovamente il gioco della squadra tedesca, che si rende nuovamente pericolosa al 43’ proprio con Ribery, un suo cross dalla sinistra attraversa tutta l'area di rigore bianconera senza che nessun giocatore riesca ad intervenire. I tre minuti di recupero concessi da Atkinson non modificano il risultato, arrivederci a Monaco il 16 marzo.
JUVENTUS –BAYERN 2-2
JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra; Cuadrado, Khedira (24’ st Sturaro), Marchisio (1’ st Hernanes), Pogba; Dybala (30’ st Morata), Mandzukic. A disp.: Neto, Rugani, Zaza, Pereyra. All.: Allegri
BAYERN (4-1-4-1): Neuer; Lahm , Alaba, Kimmich, Bernat (29’ st Benatia); Vidal; Thiago Alcantara, Muller, Douglas Costa (39’ st Ribery); Lewandowski. A disp.:  Gotze, Coman, Rafinha, Ulreich, Xabi Alonso. All.: Guardiola
ARBITRO: Atkinson.
MARCATORI: 43’ pt Muller, 10’ st Robben, 18’ st Dybala, 31' st Sturaro
AMMONITI: Douglas Costa, Lewandowski, Morata, Vidal
23 febbraio 2016

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it