I bianconeri perdono contro il Bayern Monaco 4-2, dopo essere andati in vantaggio 2-0 con i gol di Pogba e Cuadrado. Il Bayern rimonta nel secondo tempo prima con Lewandowski  e poi al 46’ con Muller. Nel secondo tempo supplementare le reti di Thiago Alcantara  e Coman decidono l’incontro

Anselmo Mazzateo

Il Bayern Monaco gela sul filo di lana le speranze e le ambizioni della Juventus e passa ai quarti di finale di Champions League. Sul prato dell’Allianz Arena di Monaco è andato in scena una partita che è stata l’esatto contrario di quella giocata a Torino. Allegri deve fare a meno di Dybala e Marchisio, infortunati dell’ultimaIl gol del 2-0 di Cuadrado ora e trova la soluzione vincente schierando Alex Sandro a centrocampo e lasciando il veloce Morata in avanti. Pep Guardiola deve rinunciare a Robben e presenta in campo la difesa ballerina che già si era vista a Torino. Pronti via e la Juventus passa in vantaggio, dopo che al 3’ l’ex bianconero Vidal si è divorato un gol fatto mancando clamorosamente uno stop a tu per tu con Buffon. E’ Pogba a realizzarlo sfruttando una incomprensione tra Alaba e Neuer, su lancio di Khedira: difesa tedesca a dir poco imbarazzante. La squadra di Guardiola incomincia col tikitaka che comporta un possesso palla prolungato ma che non impensierisce la difesa della Juventus. I bianconeri sfruttano al massimo le occasioni che la difesa del Bayern offre e al 22’ c’è un’altra incomprensione errore tra Neuer e un difensore, la palla arriva a Morata che segna ma era in fuorigioco. Il gol è rimandato di pochi minuti, 28’ Alaba perde palla in attacco, ripartenza di Morata che salta tre avversari e dopo cinquanta metri di volata serve Cuadrado, il colombiano in area evita Lahm e infila Neuer con un tiro a fil di palo. Il primo tiro in porta dei tedeschi è al 41’, ma  Buffon dice di no con un intervento portentoso su Ribery. Il primo tempo si chiude con un’occasione ancora per i bianconeri al 43’ Cuadrado solo davanti al portiere dopo una ripartenza di Alex Sandro viene stoppato da un miracolo di Neuer, poi Lichtsteiner tira alto. Un primo tempo assolutamente dominato dalla Juventus, con un Bayern Monaco irriconoscibile rispetto a quello visto a Torino quindici giorni fa. La ripresa scorre senza affanni o particolari pericoli per la porta di Buffon, anzi è la Juve ad essere sempre pericolosa con i tiri di Morata. Al 14’ Guardiola manda in campo l’ex juventino Coman per Xabi Alonso e al 26’ Allegri sostituisce Morata con Mandzukic. Mossa vincente per Guardiola e perdente per Allegri che toglie l’uomo più pericoloso fino a quel momento dell’attacco juventino e così il Bayern al 27’ riduce le distanze con un gol di testa di Lewandowski su cross di Coman.  La Juventus arretra sempre più il baricentro permettendo così al Bayern di schiacciarla sempre di più e al 42’ Lewandowski colpisce il palo ma era in posizione di offside. Allegri a due minuti dalla fine toglie anche Cuadrado irrobustendo il centrocampo con Pereyra e proprio al 46’ Muller riesce a pareggiare i conti. Si va ai supplementari e qui i tedeschi si dimostrano più lucidi e più forti fisicamente: il primo tempo supplementare scivola via e quando già si pensava ad una conclusione ai calci di rigore ecco al 3’ del secondo supplementare la zampata vincente di Thiago Alcantara, da poco entrato in campo, su sponda di Muller e un minuto dopo il sigillo finale di Coman. I bianconeri cercano una reazione che si concretizza in un tiro di Pogba nell’area piccola parato da Neuer. Troppo poco per poter rimontare il doppio svantaggio, la Juventus abbandona così malinconicamente la Champions League; ad andare ai quarti è il Bayern Monaco.
BAYERN-JUVENTUS 4-2 d.t.s.
BAYERN (4-1-4-1): Neuer; Lahm, Kimmich, Benatia (1’ st Bernat), Alaba; Xabi Alonso (15’ st Coman); Douglas, Müller, Vidal, Ribery (10’ pts Thiago Alaantara); Lewandowski. A disp.: Ulreich, Rode, Rafinha, Gotze. All. Guardiola.
JUVENTUS (4-4-1-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra; Cuadrado (43’ st Pereyra), Khedira (23’ st Sturaro), Hernanes, Alex Sandro; Pogba; Morata (26’ st Mandzukic). A disp.: Neto, Rugani, Asamoah, Zaza. All. Allegri.
ARBITRO: Eriksson (Sve).
MARCATORI:5’ pt  Pogba, 28’ pt Cuadrado, 28’ st Lewandowski, 46’ st Müller, 3’ sts Thiago Alcantara, 4’ sts Coman
AMMONITI: Khedira, Lichtsteiner, Vidal, Cuadrado, Pereyra, Bernat, Sturaro,Morata, Lewandowski, Bonucci, Kimmich
16 marzo 2016

fontefoto: Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it