I bianconeri liquidano la pratica Palermo, travolgendo la squadra di Ballardini con quattro gol: a segno Khedira, Pogba, Cuadrado e Padoin. I punti di vantaggio sul Napoli sono ora nove a cionque giornate dal termine del campionato

Antonello Vischeri

La Juventus si libera del Palermo con un secco 4-0 e compie l’allungo decisivo per la conquista del quinto titolo tricolore consecutivo. Non c’è stata storia allo Juventus Stadium per la formazione di Ballardini, ormai avviata alla retrocessione, se non nel primo tempo che la squadra di Allegri ha chiuso in vantaggio di unsolo  gol e che il Palermo ha onorato stando dignitosamente in campo e sfiorando anche il pareggio. Poi la classe, la determinazione del gruppo bianconero ha avuto il altsopravvento ed i bianconeri hanno dilagato nella seconda frazione di gara. Le brutte notizie arrivano purtroppo dall’infermeria, Marchisio al 12’ si è infortunato al ginocchio in un contrasto, l’arto gli si è girato in maniera innaturale e per il forte centrocampista, che ha dovuto lasciare il campo in barella, è forte la preoccupazione non solo in casa bianconera ma anche nello staff della Nazionale; solamente gli esami di domani rileveranno l’entità del danno, ma si temi la rottura del crociato. Il Palermo va subito in difficoltà e al 10’ subisce il primo gol, Pogba illumina la scena e con un assist perfetto, permette a Khedira di battere Buffon. Ancora Pogba in evidenza ma il suo tiro è deviato da Sorrentino che con l’aiuto della traversa si salva. Il Palermo però è in campo e al 27’ potrebbe addirittura pareggiare, l’avvio dell’azione è di Vasquez  che mette in condizione Trajkovski di battere Buffon che viene aggirato, ma sulla linea si materializza Barzagli che respinge il tiro troppo morbido del giocatore rosanero. Il centrocampo bianconero con Lemina al posto di Marchisio concede spazio alle scorribande dei palermitani e ancora Vasquez al 43’effettua un lungo traversone ripreso sul palo opposto da Rispoli, poi tentano il tiro in molti, l’ultimo è Chochev fuori di non molto. La Juventus chjiude in attacco il primo tempoo, al 46’ Dybala calcio una splendida punizione che Bonucci anticipando Evra mette a lato di un nonnulla. La Juventus inizia la ripresa padrona del campo anche se non spinge sull’acceleratore, ma prima Pogba, poi Lemina ed infine Mandzukic sfiorano il gol del raddoppio. Raddoppio che comunque arriva al 26’, corner di Cuadrado, palla che danza davanti a Sorrentino sfiorata da Morata, entrato poco prima al posto di Dybala, e Pogba appostato sul secondo palo, la mette in rete. Quattro minuti dopo, al 29’ Cuadrado con un gioco di prestigio, finta e tocco sotto su Lazaard infila alle spalle di Sorrentino il terzo gol. C’è gloria anche per Padoin che aveva rilevato al 33’ Khedira, è lui infatti al 44’ a piazzare il poker che chiude la partita su assist di Morata. Cinque giornate alla fine del campionato e nove punti di vantaggio sulla seconda, questo il responso in chiave bianconera della 33° giornata di campionato
JUVENTUS-PALERMO 4-0
JUVENTUS: Buffon; Barzagli, Bonucci, Rugani; Cuadrado, Khedira (33' st Padoin), Marchisio (16' pt Lemina), Pogba, Evra; Mandzukic, Dybala (22' st Morata). A disp.: Rubinho, Audero, Lichtsteiner, Alex Sandro, Hernanes, Asamoah, Sturaro. All.: Allegri
PALERMO: Sorrentino; Goldaniga (28' st La Gumina), Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Hiljemark, Jajalo (14' st Brugman), Chochev, Lazaar; Vazquez, Trajkovski. A disp.: Alastra, Posavec, Struna, Pezzella,Vitiello, Morganella, Maresca, Cristante, Balogh, Gilardino. All.: Ballardini
ARBITRO: Giacomelli
MARCATORI: 10’ pt Khedira, 26’ pt Pogba, 26' st Pogba, 29' st Cuadrado, 44' st Padoin
AMMONITI: Barzagli, Hiljemark, Goldaniga,  Gonzalez,  Morata
17 aprile 2016

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it