Battuta per 2-0 la squadra di Castori, a segno Hernanes al primo gol in bianconero e Zaza

Antonello Vischeri

Non fa sconti la Juventus, nel giorno in cui celebra davanti al suo pubblico,la conquista del quinto scudetto consecutivo, al Carpi che viene battuto 2-0, con un gol per tempo. La squadra di Castori, vende comunque cara la pelle, ben sapendo che anche da questa tappa passa la strada per la salvezza, ma la Juventus altamministra la gara con tutta tranquillità e sicurezza concedendo poco o nulla. Allegri, concede un turno di riposo a Dybala e schiera Mandzukic e Morata in avanti, Hernanes in regia, Pogba e Asamoah ai suoi lati, Cuadrado e Alex Sandro come esterni, mentre la difesa è a tre con Evra, Bonucci e Rugani. Il Carpi invece si schiera con Mbakogu unica punta, Verdi a sostegno, mentre in difesa spazio a Zaccardo e Suagher, con Sabelli e Gagliolo sulle fasce, mentre Cofie a metà campo sostituisce il capitano Bianco squalificato. La prima occasione gol per la Juventus si presenta al 6’ lungo lancio di Bonucci, deviazione al volo di Pogba da posizione ravvicinata e Belec si rifugia in corner, poi al 15'Morata su cross di Alex Sandro con un colpo di testa in tuffo manda il pallone fuori di poco. Il Carpi cerca di chiudere tutti gli spazi, ma non disdegna di spingersi in avanti e al 20’ colleziona la prima occasione gol, l’azione nasce da una palla persa da Pogba, diagonale da dentro l'area di rigore di Verdi, Buffon si salva di piede in angolo, bissata subito dopo sugli sviluppi del corner, Suagher in acrobazia sfiora il bersaglio. Il gol per i bianconeri arriva al 42’ con Hernanes che dal limite dell'area, impallina Belec tradito dal rimbalzo della palla e non impeccabile nella circostanza. Ad inizio ripresa Allegri sostituisce Morata, toccato duro più volte nel corso del primo tempo, con Zaza; la Juventus amministra il gioco, il Carpi prova ad alzare il baricentro, al 31’ una sponda di Lasagna, mette in condizione Porcari di tirare di destro da fuori area, palla a lato non di molto. La Juventus, dopo un’occasione fallita al 34’, cross di Lichtsteiner, Mandzukic sfiora, Bonucci da due passi non riesce a spingere il pallone in rete, mette in cassaforte il risultato al 35’ con Zaza che, su cross di Pogba,  vince il duello aereo con Romagnoli e di testa timbra il 2-0. Raffica di ammonizioni nel finale di partita sul fronte bianconero, pertanto in molti salteranno la trasferta di Verona. Tutti però vogliono essere presenti al gran finale allo Juventus Stadium contro la Sampdoria e alla consegna della Coppa di Campioni d’Italia.
JUVENTUS-CARPI 2-0
JUVENTUS: Buffon; Rugani, Bonucci, Evra; Cuadrado (29' st Lichtsteiner), Pogba,  Hernanes, Asamoah (40' st Sturaro), Alex Sandro; Morata (1' st Zaza), Mandzukic. A disp.: Rubinho, Audero, Barzagli, Padoin, Pereyra, Lemina,  Khedira, Dybala. All.: Allegri
CARPI: Belec; Zaccardo, S. Romagnoli, Suagher; Sabelli, Crimi (29' st Porcari), Cofie, Martinho (21' st Lasagna), Gagliolo; Verdi (40' st De Guzman); Mbakogu. A disp.: Brkic, Colombi, Daprelà, Pasciuti, Poli, Di Gaudio, Franchini, Letizia, Mancosu. All.: Castori
ARBITRO: Irrati
MARCATORI: 42’ pt Hernanes, 35’ st Zaza
AMMONITI: Mandzukic, Martinho, Crimi, Rugani, Bonucci, Lichtsteiner, Pogba, Hernanes
1 maggio 2016
fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it