Quinto scudetto, cvinque gol rifilati alla Sampdoria nell’ultima giornata di campionato: a segno Dybala con una doppietta, Evra, Chiellini e Bonucci

Antonello Vischeri

E’ il giorno della festa, è il giorno dell’apoteosi, è il giorno in cui si festeggia la conquista del quinto scudetto consecutivo. E la Juventus non si esime dalla regola del cinque e festeggia nel migliore dei modi: cinque go, rifilati alla malcapitata Sampdoria con un grande show di Dybala autore di una doppietta. La Signora per il altvernissage si presenta in campo con la maglia che indosserà la prossima stagione e riceve a fine gara la Coppa  dello Scudetto. Una doppietta di Dybala, un gol di Evra, Chiellini e Bonucci regolano la Montella band  e cancellano il ricordo di Verona: miglior viatico per la finale di Coppa Italia non c’era. Allegri non abbandona neanche nell’ultima gara di campionato il modulo 3-5-2 che l’ha portato al successo e può finalmente ripresentare Chiellini dopo l’ennesimo infortunio; Montella da canto suo si affida al 3-5-1-1. La gara prende subito una brutta piega per i blucerchiati che al 6’ vanno sotto di un gol, a firmarlo è Evra si tuffa sul secondo palo e insacca sotto al sette la punizione di Dybala dalla trequarti. Poi la Samp  rimane in inferiorità numerica per l’espulsione di Skriniar per un fallo su Mandzukic in area di rigore, su lancio era stato di Dybala. Dal dischetto realizza Dybala piazzando la palla nell'angolo basso alla destra di Brignoli: partita praticamente chiusa. Dybala cerca ancora gloria al 22’, erroraccio di Alvarez che perde palla nella propria area sinistro potente di Dybala da posizione defilata, Brignoli si salva in tuffo e poi ancora al 29’ su grande giocata di Hernanes sinistro piazzato dal limite di Dybala, Brignoli in tuffo devia in angolo. Ci prova al 32’ Lichtsteiner con un colpo di testa, ma trova il montante a portiere battuto. Dopo un tentativo di Mandzukic al 34’ , Dybala firma il 3-0 con un sinistro dal limite, poi è la volta di Pogba che al 41’ centra la traversa. Nella ripresa c’è spazio anche per gli altri protagonisti di questa splendida annata, poi la Juve cala il poker al 32’ con Chiellini che sfrutta un’uscita a vuoto di Brignone, su calcio d’angolo e di sinistro trova l’incrocio dei pali. Il quinto gol è di Bonucci al 32’, angolo di Hernanes, spizzata di Morata e Bonucci da due passi batte Brignone. Poi la festa con lo Juventus Stadium impazzito.
JUVENTUS-SAMPDORIA 5-0
JUVENTUS (3-5-2) Neto; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Lichtsteiner, Pereyra (20’ st Sturaro), Hernanes, Pogba, Evra; Mandzukic (30’ st Zaza), Dybala (21’ st Morata) All. Allegri
SAMPDORIA (3-5-1-1) Brignoli; Diakité, Silvestre, Skriniar; Sala (10’ st Ranocchia), Alvarez, Krsticic, E.Barreto, Dodò; Correa (30’ st Soriano); Quagliarella (40’ st Ponce) All. Montella
ARBITRO Gavilucci di Latina
MARCATORI: 6’ pt  Evra, 15’ pt Dybala (rig.), 37' pt Dybala, 32’ st Chiellini, 401’ st Bonucci
AMMONITI Sala, Chiellini, Hernanes, Sturaro
ESPULSO 14’ pt Skriniar (rosso diretto)
14 maggio 2016

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it