Formidabile doppietta della squadra di Allegri che batte il Milan 1-0 con un gol di Morata nel secondo tempo supplementare e per il secondo anno successivo vincono Scudetto e Coppa Italia

Antonello Vischeri

La Juventus centra per il secondo anno consecutivo l’accoppiata Scudetto e Coppa Italia. All’Olimpico di Roma davanti al Presidente della Repubblica Mattarella i bianconeri vengono messi in difficoltà dal Milan che però non riesce a concludere in gol i pericoli che crea, da parte loro i bianconeri lasciano sfogare gli avversari per crescere gradatamente durante il corso della partita per poi sferrare l’acuto finale.  Primo tempo abbastanza incolore ed avaro di emozioni. Il Milan prende subito in mano le redini dell’incontro con la Juventus che si preoccupa solo di chiudere tutte le strade che conducono a Neto. Il centrocampo è saldamente in mano ai altmilanisti data la scarsa serata dei vari Pogba, Hernanes e Lemina. Il primo tiro in porta lo effettua Bonaventura all’8’, che ha poi una buona chance al 13’ su cross di Calabria dalla destra. Quando Dybala riesce a prendere palla si accende la luce, 21’ l’argentino allarga per Evra, che va al cross, ma Donnarumma arriva per primo sulla palla. La pressione del Milan non produce pericoli per la porta juventina, al 23’ un tiro di De Sciglio finisce alto, al 23’ un tiro di Bonaventura viene fermato da Neto costretto a cambiare repentinamente direzione per fermare la palla. Poi si fa vedere la Juventus al 30’ Chiellini allarga per Evra, tiro sull’esterno della rete, la risposta del Milan è una triangolazione Kucka-Honda-Poli al 39’ con tiro alto sopra la traversa. Nella ripresa la Juventus si presenta in campo con un altro spirito e un altro atteggiamento e la partita sale leggermente di tono, ma è sempre il Milan a proporsi in avanti: 10’ cross di Calabria Honda prolunga di testa, Bacca non riesce a deviare e la palla danza pericolosa davanti alla luce della porta di Neto, senza che nessuno riesca ad intervenire. Al 16’ un errore di Barzagli propizia il contropiede di Calabria, che Evra non riesce a tenere, palla a Kucka che non riesce a crossare. Allegri corre ai ripari e manda in campo Alex Sandro al posto di Evra e la fascia sinistra juventina ne trova giovamento: 24’ Alex Sandro per Pogba, ma i riflessi di Donnarumma sono ottimi, al 28’ un’azione prolungata della Juventus porta Lemina al cross ma il colpo di testa di Lichtsteiner viene parato, 30’ tira Manduzukic, Donnarumma para ma non trattiene e De Sciglio libera l’area, 35’ tiro di Pogba, Donnarumma sicuro para. Colpo di coda milanista nel finale di tempo, al 46’ cross di Calabria, Cuadrado prolunga mettendo fuori tempo Niang. Si va ai supplementari e al 12’ una leggerezza di Montolivo porta Pogba alla conclusione, Donnarumma attento respinge. Un minuto dopo è una percussione di 50 metri di De Sciglio a creare problemi alla difesa juventina e al 14’ su errore di Alex Sandro, Bacca in acrobazia manda alto sopra la traversa. Nel secondo tempo supplementare Allegri estrae dal cilindro la carta Morata e lo spagnolo lo ripaga con il gol vittoria al 6’, ripartenza di Lemina, palla a Cuadrado, cross perfetto per il destro di Morata e Juve in paradiso e Diavolo all’inferno. La partita si scalda nel finale perché i milanisti reclamano nel finale un calcio di rigore per un presunto fallo in area di Chiellini su Honda d il Milan spreca l’ultima occasione per riportarsi in parità 2’ di recupero con Mauri che calcia a fil di palo con Neto battuto. Al triplice fischio, gioia in campo e sugli spalti di fede juventina prima che il presidente Mattarella consegni al capitano di giornata Chiellini la Coppa Italia.
MILAN-JUVENTUS 0-1 (0-0 d.t.r.)
MILAN: Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka (7' sts Balotelli), Montolivo (4' sts José Mauri), Poli (39' st Niang); Honda, Bacca, Bonaventura. A disp.: Diego Lopez, Abbiati, Mexes, Alex, Bertolacci, Locatelli, Boateng, Menez, Luiz Adriano. All.: Brocchi
JUVENTUS: Neto; Rugani, Barzagli, Chiellini; Lichtsteiner (30' st Cuadrado), Lemina, Hernanes (4' sts Morata), Pogba, Evra (17' st Alex Sandro); Dybala, Manduzukic. A disp.: Buffon, Rubinho, Padoin, Sturaro, Asamoah, Pereyra, Zaza. All.: Allegri
ARBITRO: Rocchi
MARCATORE: 6’ sts Morata
AMMONITI: Zapata, Pogba, Honda, Niang, Barzagli, Chiellini, Calabria, Morata, Rugani
21 maggio 2016

 


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it