La Juventus con un gol del tedesco batte la squadra di Simone Inzaghi. Primo time out nella storia del nostro campionato

Antonello Vischeri

Un gol di khedira nel secondo tempo consegna alla Juventus la vittoria sulla Lazio e proietta, momentaneamente,  i bianconeri soli al comando della classifica della serie A. La Juventus si presenta sul prato dell’Olimpico di Roma, con la stessa formazione che ha battuto nella prima giornata di campionato la Fiorentina, con la solo Khedira complimentato da Dybaladefezione di Bonucci trattenuto a Torino da motivi famigliari e rimpiazzato da Benatia che fa così l’esordio in campionato con la maglia bianconera, in uno stadio che conosce benissimo dati i suoi trascorsi romanisti. Higuain e Pjanic anche per questa gara iniziano dalla panchina. La Lazio di Inzaghi si presenta con Immobile a centro dell’attacco, con Lukaku e Basta sulle fasce, mentre si rivede Felipe Anderson in campo e Bastos al debutto dal primo minuto in difesa; fiducia a Lulic e Radu schierati titolari. Un 3-4-3 laziale opposto ad un 3-5-2 bianconero che genera una partita di assoluto equilibrio, con squadre molto attente, interrotto nel primo tempo da qualche invenzione di qualche top player.  La sveglia la dà la Juventus al 9’ alzando un po’ il baricentro dopo un inizio gara con possesso palla a favore dei laziali, Alex Sandro dalla sinistra riesce a crossare, Dybala di testa indirizza verso la porta e Marchetti si allunga deviando con qualche difficoltà. La Lazio non sta a guardare e al 23’ sfruttando una ripartenza, Anderson crossa, Buffon in tuffo riesce a toccarla e deve pensarci Benatia con una rovesciata a togliere il pallone ad Immobile appostato sul secondo palo. La partita ora è più viva e nel gran caldo romano, i due allenatori chiedono il time out, e alla ripresa al 31’ è Parolo a stoppare Khedira messo in azione da un lancio millimetrico di Dani Alves. E’ un buon momento per i bianconeri che insistono ancora con Khedira che manda al tiro Asamoah, la sua palla è deviata leggermente da Basta, ma non inganna Marchetti che la intercetta sotto la traversa. Un’azione volitiva ma velleitaria di Immobile chiuso da due difensori bianconeri conclude il primo tempo, che ha regalato poche emozioni allo spettacolo. Diversa la ripresa con i bianconeri che affondano di più complice anche il calo fisico di alcuni laziali, al 12’ cross dalla sinistra raccolto da Mandzukic  che al volo impegna Marchetti ad una respinta istintiva di pugno, palla a Dybala fuori di poco. I bianconeri sembrano ora padroni del campo, al 17’ giocata di Dybala che si inserisce e dal fondo di tacco serve Khedira che lascia partire un tiro cross che si spegne a fil di palo senza che Mandzukic  riesca a mettere la palla in rete. I bianconeri creano ora più occasioni dei laziali ed Inzaghi mette in campo forze fresche, ma Allegri cala la carta Higuain. Occasione Lazio al 20’ lancio di Billia per Immobile che dalla sinistra lascia partire un cross teso e basso che passa ad un metro dalla linea di porta senza che nessun compagno riesca ad intervenire. La replica juventina è letale per i biancocelesti, 21’ Khedira in area riceve palla da Dybala e trafigge Marchetti con un preciso diagonale sul palo lontano, con Biglia non proprio perfetto nell’occasione. Inzaghi gioca la carta Djordjevic  per scuotere la squadra, ma la Lazio riesce solo ad impensierire Buffon al 30’ con un destro potente di Patric da dentro l'area di rigore, pil tiro leggermente deviato finisce alto non di molto oltre la traversa. E’ ancora la Juventus ad affondare i colpi al 48’ con il neo entrato Pjaca , che salta Radu con un gesto tecnico e conclude con il destro da dentro l'area, ma il tiro centrale è  bloccato da Marchetti. La Juventus passa quindi all'Olimpico grazie alla rete segnata da Khedira nel secondo tempo, dopo un prima frazione assolutamente equilibrata. Successo che poggia ancora una volta sulla solidità difensiva dei bianconeri che non hanno mai permesso ai laziali di impensierire Buffon.
LAZIO – JUVENTUS 0-1
LAZIO (3-4-3): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Basta (27’ st  Djordjevic), Parolo, Biglia, Lukaku (18’ st Patric); Anderson, Immobile, Lulic (14’ st  Milinkovic) A disp.: Murgia, Lombardi, Cataldi, Wallace, Vargic, Leitner, Kishna, Strakosha, Hoedt. All.: Inzaghi
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Benatia, Barzagli, Chiellini; Dani Alves (28’ st Lichtsteiner), Khedira, Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Mandzukic (20’ st Higuain), Dybala (43’ st Pjaca) A disp.: Netop, Rugani, Evra, Audero, Pjanic, Hernanes. All Allegri
ARBITRO: Guida
MARCATORE: 21’st  Khedira
AMMONITI: Basta, Lukaku, Lulic, Dani Alves, Mandzukic, Dybala
27 agosto 2016

 

fontefoto: Juventus FC


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it