Un gol del baby Locatelli nel secondo tempo condanna la Juventus alla sconfitta. Annullato un gol regolare ai bianconeri nel primo tempo, Dybala costretto ad uscire per un problema muscolare

Antonello Vischeri

Meazza amaro per la Juventus anche contro il Milan, i bianconeri  escono sconfitti nel confronto con i rossoneri che si impongono 1-0 grazie ad un gol strepitoso del baby Locatelli, sul quale Buffon nulla può farae. Gara avvincente e spettacolare soprattutto nel primo tempo, con continui ribaltamenti di fronte, giocata ad un buon altritmo e con interventi sull’uomo sempre molto decisi, con la Juve che recrimina per un gol regolare prima concesso e poi annullato dall’arbitro Rizzoli. Pubblico delle grandi occasioni al Meazza strapieno, oltre 75.000 spettatori, con una spettacolare coreografia della Curva Sud ad accogliere le squadre in campo. Subito aggressiva la squadra di Allegri che prova a sorprendere gli avversari con un avvio velocissimo , ma i tiri di Dybala al 1’ e al 5’ la punizione di Pjanic deviata di testa da Benatia sono viziati dal fuorigioco. La Juventus va in pressione sui portatori di palla milanisti mettendo in crisi la compagine di Montella, che poco per volta si sistema in campo e prova a ribattere colpo su colpo: al 10’ un cross di Niang è allargato da Bacca per l’accorrente Suso, il tiro è deviato da Buffon, al 12’ è ancora Niang ad essere anticipato da un’uscita del portiere bianconero. Il primo quarto d’ora è giocato veramente a tutta velocità senza risparmio di colpi. Al 33’ la Juventus perde Dybala, vittima di un problema muscolare e al 36’ ecco l’episodio contestato: Pjanic batte una punizione dalla sinistra, sul filo del fuorigioco ci sono Benatia (in offside) e Bonucci (in posizione regolare) che scattano entrambi verso la porta, la palla non viene toccata da nessuno anche se Bonucci tenta la deviazione in spaccata e si infila alle spalle di Donnarumma. L’arbitro concede il gol, poi richiamato dall’arbitro di porta annulla la segnatura. Il Milan si riprende e al 41’ si propone con una percussione pericolosa di Bonaventura spezzata da Bonucci. La ripresa non ha l’intensità del primo tempo, che era stato tirato a mille; la gara procede senza grosse emozioni fino al 20’ quando Abate lancia Suso che vede l’inserimento a rimorchio di Locatelli e lo serve, il tiro del baby è straordinario per potenza e precisione e si infila sotto la traversa: Milan in vantaggio. La partita ora s’infiamma nuovamente, la Juve cerca di forzare il ritmo per rimontare lo svantaggio, ma il Milan tiene botta senza far correre particolari pericoli a Donnarumma, che quando è chiamato all’opera se la cava egregiamente, rimediando anche un brutto colpo (scarpata) alla nuca in un’uscita su Pjanic al 41’. Dopo le cure del caso il gioco riprende e la Juve spinge con la forza della disperazione, ma senza lucidità e al 51’ Donnarumma salva il risultato volando a deviare in angolo una botta di Khedira. Il Milan ora a due punti dalla Juventus si candida a seconda forza del campionato.
MILAN-JUVENTUS 1-0
MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli (36' st Gustavo Gomez), Bonaventura; Suso, Bacca (47' s.t Lapadula), Niang (24' st Poli). A disp.: Gabriel, Plizzari, Ely, Sosa, Honda, Luiz Adriano. All. Montella.
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci Benatia (30' st Mandzukic); Dani Alves, Khedira, Hernanes (41' st Sturaro), Pjanic, Alex Sandro; Dybala (33' pt Cuadrado), Higuain. A disp.: Neto, Audero, Rugani, Lichtsteiner, Evra, Lemina, Marchisio, Kean. All. Allegri.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna.
MARCATORE: 20’ st Locatelli
AMMONITI: Bonucci, Kucka, Dani Alves, Pjanic, Donnarumma, Poli
22 ottobre 2016

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it