La Juventus batte il Chievo 2-1. Tutti i gol nel secondo tempo, va a segno Mandzukic pareggia Pellissier su rigore, risolve Pjanic su punizione

Antonello Vischeri

La Juventus soffre al Bentegodi, ma alla fine riesce ad imporre la sua superiorità andando a vincere 2-1, con due gol d’autore. Sono infatti Mandzukic, il migliore in campo per abnegazione, nel primo tempo e Pjanic nel secondo con una splendida punizione a regalare alla Juventus i tre punti sul Chievo. Partita difficile e sofferta altcon il Chievo che nei primi dieci minuti cerca di imporre il suo gioco. I bianconeri devono sostituire al 5’ Barzagli che cadendo male si procura una lussazione alla spalla. Juve rimaneggiata da Allegri causa influenza di Marchisio, quindi al posto del Principino e di Khedira, in campo Hernanes e Sturaro con il tridente offensivo composto da Cuadrado-Higuain-Mandzukic, quindi bianconeri schierati lungo un 4-3-3. I clivensi rispondono con un 5-3-1-1 con Birsa alle spalle dell’unica punta Floro Flores. Poche le occasioni gol nel primo tempo, all’11’ il Chievo si salva con qualche difficoltà, errore di castro, Higuain si impossessa della palla, ma la difesa riesce a liberare. Chievo molto chiuso che lascia pochi spazi ai bianconeri. Al 28’ Mandzukic in area con un sombrero si libera del suo marcatore e a tu per tu con Sorrentino spara altissimo. La Juventus cerca di alzare il ritmo per mettere in difficoltà gli avversari e al 37’ Stuiraro fugge sulla sinistra e serve Mandzukic che di testa mette a lato. La Juve intensifica gli sforzi vedendo il Chievo in difficoltà, 39’ tiro pericoloso di Cuadrado, 42’ Alex Sandro mette in mezzo ma Sorrentino con i pugni allontana, 43’ ancora Sorrentino costretto a chiudere in angolo su Higuain. Il primo tempo si chiude con un affondo in contropiede di Radovanovic che serve Floro Flores, chiuso bene da Benatia. Succede tutto nella ripresa: Dainelli consegna palla a Cuadrado che serve in profondità Mandzukic che non sbaglia. Juventus in vantaggio. I bianconeri potrebbero raddoppiare all 16’ progressione di Higuain che supera anche Sorrentino in uscita, ma Dainelli lo sospinge sulla linea di fondo. Maran si gioca la carta Pellissier al 16’tornando alla difesa a quattro e proprio il neo entrato cambia la partita, al 19’ un suo tiro rimpallato diventa un assist per Castro  che di sinistro cerca il gol, ma Buffon risponde da campione, poi al 20’ si conquista un rigore, il fallo è di Lichtsteiner che si fa superare dall’attaccante e lo atterra in area. Rigore che lo stesso  Pellissier realizza spiazzando Buffon e festeggiando così nel migliore dei modi la sua 400° partita in serie A. La Juventus reagisce con Pjanic, che al 30’ trova il primo gol su punizione centrale, il fallo era stato di Dainelli, con la maglia bianconera. Nel finale Allegri toglie Higuain e la Juve so divora per due volte il 3-1: prima con Sturaro, brutta conclusione dopo un altro pasticcio di Dainelli, con Cuadrado, che fa tutto bene ma poi non inquadra la porta.
CHIEVO-JUVENTUS 1-2
CHIEVO (5-3-1-1): Sorrentino; Izco (16' st Pellissier), Spolli, Dainelli, Gobbi, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (29' st De Guzman); Floro Flores (39' st Inglese). A disp.: Seculin, Confente, Gamberini, Cesar, Sardo, Frey, Parigini, Bastien, Costa. All. Maran
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner (39' st Dani Alves), Benatia, Barzagli (5' pt Bonucci), Alex Sandro; Pjanic, Hernanes, Sturaro; Cuadrado, Higuain (34' st Evra), Mandzukic. A disp.: Neto, Audero, Khedira, Marchisio, Lemina, Rugani, Kean. All. Allegri
ARBITRO:  Valeri di Roma2
MARCATORI: 8’ st  Mandzukic', 21’ st Pellissier (rig.), 30’ st Pjanic
AMMONITI:  Dainelli, Gobbi, Alex Sandro, Radovanovic, Cuadrado, Sturaro, De Guzman, Cacciatore.
6 novembre 2016


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it