I bianconeri vincono e convincono e ritornano in vetta alla classifica

JUVENTUS-PALERMO 3-0
JUVENTUS: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Vidal, Pirlo, Marchisio (32’ st Pazienza); Pepe, Matri (36’ st Del Piero), Vucinic (23’ st Quagliarella). A disp.: Storari, De Ceglie, Elia, Giaccherini. All.: Conte

PALERMO: Tzorvas; Pisano, Silvestre, Cetto (14’ st Della Rocca), Balzaretti; Barreto, Bacinovic, Migliaccio; Ilicic, Bertolo (1’ st Zahavi); Miccoli. A disp.:  Benussi, Mantovani, Munoz, Acquah, Lores. All.: Mangia

ARBITRO: Bergonzi
MARCATORI: 20’ pt Pepe, 4’ st Matri, 20’ st Marchisio
AMMONITI: 1’ st Balzaretti

Antonello Vischeri

TORINO –  E’ una Juventus determinata e grintosa quella che affronta il Palermo di Denis Mangia, ben diversa da quella che da tre anni subisce aL'esultanza di Matri Torino la supremazia palermitana.  Il Palermo si presenta al ‘Juventus Stadium’, sold out anche questa volta, con il solito clichè da trasferta, squadra insicura ed in balia dell’avversario. La Juventus si spinge subito all’attacco, al 3' Pirlo si libera sulla sinistra e crossa per Chiellini, che spreca da pochi passi. Marchisio prova a spaventare Tzorvas con un tiro da fuori che si perde sul fondo. Il Palermo risponde con Ilicic che impegna all' 11' Buffon, il portiere salva uscendo sui piedi dello sloveno. Due minuti più tardi è Miccoli a concludere verso la porta bianconera, ma il destro termina alto. Il gol è nell’aria e al 20’ la Juventus passa in vantaggio, Vucinic serve sulla sinistra Chiellini, cross per Pepe che stacca in area e insacca l'1-0. I rosanero accusano il colpo, Pirlo centra il palo con un destro a giro al 31'. Il Palermo prova a reagire nel finale di partita, al 34', Ilicic si ritrova a tu per tu con Buffon ma controlla male la sfera e il portiere juventino può allontanare, poi allo scadere del tempo Ilicic ben servito sulla destra, ha la palla del pareggio, ma Buffon respinge. Si riprende e al 3’ Matri brucia Cetto su assist di Lichtsteiner e firma la rete del 2-0. La Juventus insiste, Silvestre salva sulla conclusione di Vucinic, sempre il montenegrino al 10’ è nuovamente protagonista sfiorando l’eurogol.  Miccoli cerca di dare la scossa ma una sua punizione al 16’ è deviata da Vidal. Al 20’ la Juventus mette in archivio la partita, Vucinic crossa, Matri fa velo e Marchisio è libero di concludere, portando a tre le reti dei bianconeri, che a questo punto controllano il gioco senza affanni, salvo nel finale per un tiro di Miccoli che cercava a tutti i costi il gol bandiera, dando spazio a Pazienza, Del Piero e Quagliarella. La Juve riagguanta così il primo posto in classifica a pari merito con la Lazio, ma con una partita in meno da giocare ed il prossimo incontro sarà Lazio – Juventus. Chi vincerà potrà già scavare un solco.
20 novembre 2011


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it