I bianconeri battono l’Atalanta 3-2, a segno Dybala, Mandzukic e Pjanic su rigore. Per la squadra di Gasperini a segno Konko e Latte Lath

Antonello Vischeri

La Juventus avanza in Coppa Italia battendo allo Stadium un bella Atalanta per 3-2, soffrendo fino alla fine, qualificandosi così ai quarti di finale: Milan o Torino si vedrà domani sera. Allegri concede la ribalta a Dybala, Mandzukic, Rincon, Hernanes, mentre Gasperini, perso Gagliardini passato all’Inter e Kessie impegnato in Coppa d’Africa, schiera la miglior formazione tenendo in panchina soltanto Gomez. L’Atalanta, migliore come atteggiamento e spregiudicatezza, rispetta a quella vista qui in campionato, inizia chiudendo bene gli spazi e facendo soffrire la Juventus, che però piazza il primo ruggito al 15’ con Mandzukic, su cross di Lichtsteiner. Il palo con Berisha ormai battuto nega il gol al croato. Si accende Dybala che pochi minuti dopo è atterrato in area da Toloi, ma l’arbitro lascia correre e non fischia il rigore che ai più era risultato netto. L’argentino si scatena al 22’, Mandzukic fa da sponda di testa appoggiando la palla all’indietro, Dybala di sinistro al volo la mette alle spalle di Berisha. Non passa neanche un quarto d’ora e la Yoya ricambia il favore, assist perfetto per Mandzukic che non ha problemi a siglare il 2-0. La coppia d’attacco funziona supportata bene da Pjanic ed il primo tempo potrebbe chiudersi con un risultato più netto se Mandzukic non si divoresse il terzo gol ciccando la palla si assistenza di Pjanic. Nella ripresa Allegri butta nella mischia Pjaca, reduce da un lungo infortunio al posto di Dybala, ma la Juventus come successo a Doha smette di giocare. Il tecnico atalantino rimodella la sua squadra  ed i ragazzini terribili di Gasperini ne approfittano andando a segno al 27’ con Konko. La partita si riapre, il gol dà nuove energie agli atalantini, ma il rigore di Pjanic al 30’, per un fallo di D’Alessandro su Lichtsteiner,  rimette il risultato in zona sicurezza. La partita però è sempre viva e dopo cinque minuti ecco nuovamente in gol della Gasperini-band, con il giovanissimo ivoriano Latte Lath, che era entrato ad inizio ripresa al posto di Grassi. Nell’ultimo quarto d’ora la Juventus controlla però la gara e approda così ai quarti di finale di Coppa Italia.
JUVENTUS-ATALANTA 3-2
JUVENTUS (4-3-1-2): Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Rincon, Hernanes, Marchisio (1' st Sturaro); Pjanic (37' st Bonucci); Dybala (17' st Pjaca), Mandzukic. A disp.: Del Favero, Audero, Semprini, Khedira, Cuadrado, Higuain. All. Allegri.
ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Grassi (15' st Latte Lath), Freuler, Spinazzola; Kurtic (1' st Konko); Petagna, D'Alessandro (37' st Gomez). A disp.: Sportiello, Bassi, Gatti, Raimondi, Melegoni, Migliaccio, Pesic, Capone. All. Gasperini.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste
MARCATORI: 22' pt Dybala , 34' pt Mandzukic , 27' st Konko, 30' st  Pjanic (rig.), 36' st Latte Lath
AMMONITI:  Grassi, Toloi, Latte Lath.
11 gennaio 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it