La Juventus si impone sul Cagliari per 2 -0, a segno il Pipita con un gol per tempo. Mandzukic colpisce una traversa, espulso il cagliaritano Barella

Antonello Vischeri

E’ nuovamente Gonzalo Higuain il match winner di stasera al S. Elia di Cagliari, come già era successo contro  il Crotone. La marcia della squadra di allegri, non conosce ostacoli e anche la notte sarda porta tre punti in classifica che servono a rimettere a debita distanza sia la Roma che il Napoli. Rastelli schiera i suoi lungoalt un 4-4-2 fatto di raddoppi sulle corsie e di gabbie sugli attaccanti bianconeri, mentre Allegri alla sua 100° panchina bianconera recupera Marchisio al posto di Pjanic e per il resto si affida alla solita formazione. Il Cagliari parte forte e cerca di aggredire la Juventus, ma i bianconeri si difendono bene senza neanche affannarsi troppo, ma non riescono a rendersi pericolosi in attacco. Dopo un piazzato di Dani Alves al 15’ di poco sopra al sette alla destra della porta di Buffon, Chiellini dopo 18’ si arrende per un fastidio ai flessori e chiede il cambio, dentro Rugani. La gara è molto tattica, il Cagliari cerca di fare la partita e la Juve sembra addormentata e allora ci pensa Higuain a sbloccare la partita al 37’, Mister 90 milioni raccoglie un filtrante di Marchisio, scatta sul filo del fuorigioco e con un tocco preciso insacca alle spalle di Rafael. Quest5o rimarrà l’unico tiro in porta da parte dei bianconeri in tutto il primo tempo. Inizia la ripresa e il Pipita raddoppia al 2’ su una ripartenza veloce di Cuadrado, la palla finisce a Dybala che rifinisce per Higuain che incrocia il destro beffando Rafael. Con questo gol Higuain raggiunge Dzeko in testa alla classifica marcatori. La partita è ora virtualmente chiusa, l’allenatore dei sardi prova a cambiare qualche cosa, ma senza esito anche perché al 22’ la gara si chiude definitivamente, Pjanic rileva Marchisio e Barrella lo stende immediatamente, rimediando così il secondo giallo e di conseguenza l’espulsione. Quattro lampi ancora prima del triplice fischio, al 27’ una bomba di Pisacane dai 25 metri, costringe Buffon ad allungarsi per metterla oltre il palo e sul ribaltamento di fronte al 28’ Mandzukic devia di testa a lato da ottima posizione su suggerimento di Dybala, al 32’ il Cagliari ha un’altra occasione, una punizione di Bruno Alves  si spegne di poco a lato, con Buffon immobile e al 46’la Juventus con Mandzukic centra la traversa su cross di Cuadrado poi Rafael compie un miracolo sul tap-in a colpo sicuro di Dybala. Nella notte della premiazione di Gigi Riva Rombo di Tuono, premiato da Malagò con il collare d’oro del Coni, Higuain non ha certo sfigurato.
CAGLIARI-JUVENTUS 0-2.
CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Pisacane (37'st Padoin), Bruno Alves, Capuano, Murru; Isla, Di Gennaro, Dessena (17'st Ionita); Barella; Borriello (30'st Ibarbo), Sau. A disp.: Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Salamon, Deiola, Tachtsidis. All. Rastelli
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini (18'pt Rugani), Alex Sandro; Khedira, Marchisio (22'st Pjanic); Cuadrado, Dybala (47'st Lemina), Mandzukic; Higuain. A disp.: Neto, Audero, Dani Alves, Benatia, Asamoah, Sturaro, Rincon, Pjaca. All. Allegri
ARBITRO: Calvarese di Teramo
MARCATORE: 37' pt Higuain, 2' st Higuain
AMMONITI: Lichtsteiner, Chiellini, Marchisio, Cuadrado, Isla, Di Gennaro, Mandzukic.
ESPULSO: 22'st Barella per doppia ammonizione
12 febbraio 2017
fontefoto juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it