Tra Udinese e Juventus finisce 1-1, su un errore del difensore bianconero va in gol nel primo tempo Zapata, ma nella ripresa Leo si riscatta segnando il gol del pareggio

Antonello Vischeri

Doveva essere la gara che sanciva ufficialmente la fuga della Juventus verso il sesto scudetto ed invece ne è uscito un pareggio tra Udinese e Juventus che permette comunque ai bianconeri di allungare sulla Roma, sconfitta ieri dal Napoli e portare il suo vantaggio ad un sempre rassicurante +8. Non è stata la solita Juventus oggi, anche se scesa in campo con tutte le sue stelle e con la coppia Bonucci-Chiellini in difesa, merito anche di Delneri che ha messo in campo un 4-4-2 ordinato che ha permesso di imbrigliare gli attaccanti juventini. Delneri sa che i pericoli vengono dalle fasce e piazza una doppia copertura per arginare Mandzukic- Alex Sandro  e Cuadrado-Dani Alves  e così la squadra di Allegri non riesce a sviluppare le azioni come suo solito, sfruttando tutta l’ampiezza del campo. La Juventus stenta a carburare e l’Udinese ne approfitta per spingersi in avanti arrivando per un paio di volte pericolosamente al limite dell'area avversaria, fallendo solo l'ultimo passaggio; comunque al 37’ i friulani passano in vantaggio, azione di Zapata, che va via a Bonucci e calcia di sinistro: Buffon tocca, ma non basta, la palla gli passa tra le gambe e finisce in rete. Nella ripresa la Juventus alza il ritmo anche per far prevalere la tecnica dei suoi giocatori sulla fisicità dei friulani  che comunque si rendono pericolosi al 6’ con Widmer, l’argentino capovolge rapidamente un'azione, servendo de Paul, ma  Bonucci spazza il suo cross e poi all’11’ ancora con uno scatenato Zapata. Il gol del pareggio arriva al 15’ punizione di Dybala nel cuore dell'area, dove Bonucci insacca di testa da pochi passi. I friulani protestano per un presunto fallo precedente non fischiato da cui è partita l’azione e Damato allontana Delneri dal campo. La reazione dell’Udinese è rabbiosa e al 17’Danilo raccoglie un cross dalla destra da posizione molto defilata e centra il palo. La partita si fa frammentata, la squadra di casa si copre, lasciando Zapata tutto solo lì davanti nel tentativo di impensierire la difesa bianconera, ma la squadra di Allegri non riesce più ad assestare il colpo del ko tornando così a pareggiare in Serie A a distanza di più di un anno.
UDINESE-JUVENTUS 1-1
UDINESE (4-4-2): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; De Paul (29’ st Angella.), Fofana (39’ pt Badu), Hallfredsson, Jankto; Zapata, Perica (39’ st Matos). A disp.: Scuffet, Perisan, Ali Adnan, G. Silva, Heurtaux, Kums, Balic, Ewandro. All. Delneri.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini (10’ st Benatia), Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (27’ st Pjaca), Dybala (41’ st Rincon), Mandzukic; Higuain. A disp.: Neto, Audero, Barzagli, Rugani, Lichtsteiner, Marchisio, Asamoah. All. Allegri.
ARBITRO: Damato di Barletta.
MARCATORI: 37’ pt Zapata, 15’ st Bonucci
AMMONITI: Jankto, Hallfredsson, Cuadrado, Pjaca
5 marzo 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it