I bianconeri battono la Sampdoria 1-0 con un gol del colombiano nei primi minuti del primo tempo. Sterile predominio blucerchiato nella ripresa. Infortunio muscolare a Dybala

Antonello Vischeri

Nel giorno in cui Gigi Buffon diventa il giocatore in attività con più presenze in serie A, la Juventus si porta a casa tre punti, sofferti nella fase finale, dal campo di Marassi, sponda Sampdoria.Primo tempo spumeggiante chiuso sull’1-0, ma i bianconeri avrebbero potuto segnare almeno altre due reti se la sfortuna non si fosse altmessa di mezzo, ed un secondo tempo sofferto con la Sampdoria però incapace di concretizzare in gol il gioco espresso. Allegri non rinuncia al suo attacco atomico e piazza Pjanic e Khedira in mediana, mentre in difesa dà spazio a Rugani. Gianpaolo si affida al tandem offensivo composto da Muriel e Quagliarella, con Bruno Fernandes a sostegno, piazza Torreira davanti alla difesa, mentre Linetty e Barreto sono gli interni. Parte meglio la Sampdoria che al 4’ crea il primo pericolo, Quagliarella con un numero si libera della marcatura di Barzagli e mette al centro, Muriel scivola e non arriva sul pallone. Ancora pericoloso Quagliarella al 6’ con un diagonale da dentro l'area, ma il pallone finisce distante dal palo di circa un metro. Gol mancato, gol subito: sulla rimessa in gioco di Buffon dal fondo, palla ad Asamoah, cross perfetto e  Cuadrado anticipa Regini e di testa in tuffo da dentro l'area piccola insacca. La Sampdoria non riesce a reagire se non al 15’, con una conclusione al volo di Muriel dopo una corta respinta di Barzagli, ma per Buffon è ordinaria amministrazione. Sono invece i bianconeri a tenere il pallino del gioco, sciorinando a tratti azioni travolgenti, sfruttando l’intera ampiezza del campo, andando ad impensierire Puggioni, come al 16’ Cuadrado dal fondo rimette al centro, deviazione di Torreira e Puggioni evita l’autorete, palla a Mandzukic che tira a botta sicura ma Higuain respinge involontariamente nei pressi della linea di porta il tiro. Al 19’ Regini non riesce ad arpionare un pallone e Puggioni nega il gol a Higuain con una grande parata. Al 27’ la Juventus perde il suo genio, Dybala per un problema muscolare ed il gioco dei bianconeri ne risente; la Sampdoria aumenta la pressione, al 36’ un destro al volo dalla lunga distanza di Bruno Fernandes, impegna Buffon che non trattiene ma riesce in tempo a recuperare la sfera anticipando Quagliarella, al 38’ ci prova anora Quagliarella in rovesciata, ma la palla finisce alta. Il tempo si chiude con i bianconeri all’attacco, al 44’ tiro-cross di Pjaca, Khedira non ci arriva e Puggioni mette in corner e al 45’ sinistro velenoso da centro area di Higuain, Puggioni risponde in tuffo evitando il gol. Nella ripresa i bianconeri lasciano il gioco in mano ai blucerchiati, al 4’ Quagliarella impegna Buffon con un tiro a giro ma il portiere bianconero si salva in due termpi, all’11’ ancora Quagliarella va al cross, ma Muriel non ci arriva. Al 21’ Asamoah con una perfetta diagonale difensiva anticipa Schick, che era stato liberato da un assist di Muriel. In quell’occasione il talenti no blucerchiato, da poco entrato in campo, si infortuna ad una caviglia e di lì a un po’ dovrà lasciare il terreno di gioco. Quagliarella è decisamente il più attivo dei suoi e al 39’ si esibisce in un'altra rovesciata in area che manda il pallone di poco alto sopra la traversa. Gli ultimi minuti gioco vedono la Juventus chiusa a difendere l’1-0, con un Allegri imbufalito in panchina, ma la Sampdoria non riesce ad approfittarne malgrado ci provi fino all’ultimo con Muriel e Quagliarella. La Juventus conquista così i tre punti e si cuce un altro pezzo di scudetto sul petto.
SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1
SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira (18’ st Praet), Linetty; Fernandes (8’ st Schick- 30’ st  Djuricic); Quagliarella, Muriel. A disp.: Krapikas, Falcone, Simic, Dodò, Alvarez, Palombo, Pavlovic, Bereszynsku, Budimir. All. Giampaolo
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Rugani, Barzagli, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado (28’ st Lemina), Dybala (28’ pt Pjaça), Mandzukic; Higuain (40’ st Lichtsteiner). A disp.: Neto, Audero, Chiellini, Marchisio, Sandro, Bonucci, Sturaro, Rincon, Kean. All. Allegri
ARBITRO: Tagliavento di Terni
MARCATORE: 7’ pt Cuadrado
AMMONITI: Regini, Dani Alves
19 marzo 2017   

fonte foto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it