La Juventus vince 2-0, doppietta di Higuain,  e ipoteca la finale di Champions

Antonello Vischeri

Primo atto dellla semifinale di Champions League tra Juventus e Monaco. Allegri cambia leggermente assetto tattico lasciando Cuadrado in panchina. Khedira squalificato si accomoda in tribuna, quindi mediana spazio a Marchisio, Barzaglie Chiellini a costruire il muro difensivo assieme a Bonucci mentre in attacco Dybala, Mandzukic e Higuain, con Dani Alves e Alex Sandro sulle corsie esterne. Il Monaco schiera in avanti il tandem composto da Falcao e Mbappé. Bakayoko con una vistosa maschera recupera, Lemar e Dirar titolari, con Jemerson e Glik centrali in difesa; Mendy è out per motivi disciplinari e Moutinho è in panchina. Buon inizio partita dei bianconeri che mettono subito sotto pressione il Monaco, soprattutto sulla corsia di sinistra dove Alex Sandro può prodursi in veloci incursioni. La prima occasione è però del Monaco al 16’, conclusione al volo di Mbappé da dentro l'area su assist di Dirar, ma Buffon sul primo palo risponde alla grande, poi  ancora Monaco al 19’ con un colpo di testa angolato di Falcao su cross di Dirar, ma Buffon si rifugia in corner. Sono i bianconeri però ad andare in gol con una splendida azione al 29’, azione avviata da Dybala con un grandioso colpo di tacco, assist di tacco di Dani Alves e destro vincente da centro area di Higuain. Il Monaco subisce il contraccolpo psicologico e non riesce ad organizzare nei restanti minuti azioni tali da impensierire Buffon. Nella ripresa ci si attende la reazione dei monegaschi ed in effetti al 2’ è Falcao ad andare al tiro da posizione ravvicinata su assist di Bernardo Silva, ma Buffon in tuffo blocca la sfera. Su questa azione si spegne praticamente la reazione del Monaco, al 9’ Marchisio va vicino al gol dopo aver vinto un contrasto, buona la sua conclusione ma altrettanto buona la parata di Subasic. Al 14’ il raddoppio, Bakayoko perde palla su pressing di Dybala, Dani Alves mette in mezzo un cross che viene bucato da Glik ma non da Higuain che batte il portiere Subasic, di sinistro. Solo al 45’ il Monaco si rende nuovamente pericoloso, ma è strepitosa la parata di Buffon, che alza sopra la traversa,  su colpo di testa di Germain messo in azione da un calcio da fermo di Moutinho. Qualificazione in finale ipotecata.
MONACO – JUVENTUS 0-2
MONACO (4-4-2): Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sidibe; Bernardo Silva (36’ st Touré), Fabinho, Bakayoko (21’ st Moutinho), Lemar (22’ st Germain); Falcao, Mbappe. A disp.: De Sanctis, Jorge, Raggi, Cardona. All.: Jardim
JUVENTUS (3-4-2-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Pjanic (44’ st Lemina), Marchisio (36’ st Rincon), Alex Sandro; Dybala, Mandzukic; Higuain (32’ st Cuadrado). A disp.: Neto, Lichtsteiner, Benatia, Asamoah. All.: Allegri
ARBITRO: Mateu Lahoz (SPA)
MARCATORI: 29’ pt Higuain, 14’ st Higuain
AMMONITI: Fabinho, Bonucci, Marchisio, Chiellini
3 maggio 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it