Pepe un gol per la vittoria

LAZIO-JUVENTUS 0-1
LAZIO: Marchetti; Konko, Stankevicius, Diakité, Radu; Brocchi (1’st Gonzales), Ledesma, Lulic (27’ st Sculli); Hernanes; Rocchi (20’ st Cissé), Klose. A disp.: Carrizo, Biava, Scaloni, Cana. All.: Reja
JUVENTUS: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Marchisio, Pirlo, Vidal; Pepe (36’ st Estigarribia), Matri (39’ st Quagliarella), Vucinic (21’ st Giaccherini). A disp.: Storari, De Ceglie, Pazienza,  Del Piero. All.: Conte
ARBITRO: Rocchi
RETE: 34’ pt Pepe
AMMONITI: 10’ st Marchisio, 22’ st Ledesma, 34’ st Sculli

Antonello Vischeri

ROMA – La Juventus non fallisce il primo match point a disposizione e passa all’Olimpico di Roma con un gol del solito Pepe, ma disputando una provaSimone Pepe, autore del gol convincente contro una Lazio per nulla arrendevole. Dopo una fase di studio si dà fuoco alle polveri già al 10’, Lichtsteiner sprinta sulla destra e mette al centro per Marchisio, il suo colpo di testa finisce sull’esterno della rete. E’ una Juventus aggressiva che pressa molto alto e che prova a fare la partita quella schierata da Conte ed i risultati si vedono. La Juventus ci riprova al 13’ con Pepe che smarca Matri, ma Diakitè salva in angolo e al 16’ con Pirlo, che su punizione impegna severamente Marchetti che si supera e respinge. La Lazio non ci sta e prova a reagire e ha l’occasione d’oro con Rocchi ma Buffon ci mette una pezza e la palla sfila a lato del palo. La partita è divertente e con rapidi capovolgimenti di fronte, il gol arriva al 34’ con Pepe, Pirlo innesca Vucinic, palla a Matri che dalla sinistra mette al centro per Pepe che a centro area non sbaglia.
L’esterno avrebbe la possibilità di ripetersi  poco dopo, ma Marchetti con una uscita coraggiosa salva la sua porta. Nel secondo tempo Reja fa entrare Gonzales al posto di Brocchi e l’ingresso del brasiliano dà maggiore vivacità all’attacco laziale. La Lazio spinge a fondo e Gonzales si rende protagonista di una bella discesa al 5’ ma Lichtsteiner si oppone al tiro, ancora Gonzales al 12’ mette al centro un bel pallone non raccolto dai suoi compagni di attacco. La Lazio va vicina al pareggio al 15’ con Hernanes che raccoglie un preciso traversone di Gonzales e colpisce la base del palo alla destra di Buffon con il portiere bianconero battuto. Un minuto dopo ci prova Klose, da fermo, a piazzare la palla ma Buffon con una plastica presa, para. La pressione della Lazio incomincia ad affievolirsi e la Juventus ritorna padrona del campo, Giaccherini subentrato a Vucinic va vicino al raddoppio, il suo tiro secco, viene respinto con una prodezza da Marchetti.  Al 35’ è Matri a rendersi protagonista vincendo un paio di contrasti e servendo Giaccherini a cui però non riesce la deviazione. Pochi minuti dopo ancora Matri ha l’occasione del raddoppio, ma la sua girata spedisce la palla a lambire il montante. La Juve ora amministra la partita, la Lazio non ha più le forze per proporsi con lucidità in attacco, e aspetta solo il fischio finale dell’arbitro per festeggiare con i suoi tifosi il primato in classifica nuovamente conquistato.

26 novembre 2011

fontefoto gazzetta.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it