Campani incredibilmente avanti con Ciciretti, Juve in affanno nel primo tempo, recupera il pareggio nella ripresa con Higuain e d il sorpasso con Cuadrado

Antonello Vischeri

Incredibile ma vero! Per 28 lunghissimi minuti la Juventus perdeva la partita contro la cenerentola Benevento, poi ci ha pensato Higuain con un gol dei suoi a altrstabilire l’equilibrio e Cuadrado a sigillare il gol vittoria: nel periodo oscuro è successo di tutto, parate miracolose di Brignoli, salvataggi casuali dei difensori campani, errori madornali degli attaccanti juventini. Una Juve non scintillante ma comunque pratica porta a casa i tre punti che, complici gli altri risultati di giornata, la portano a -1 dal Napoli capolista. Allegri ripresenta Marchisio e sulle fasce piazza De Sciglio e Douglas Costa, mentre il  Benevento scende in campo lungo un 3-4-2-1 che non da preoccupazioni ai bianconeri. De Zerbi sceglie di difendersi e così Szczesny non è mai impegnato nel primo quarto d’ora. I bianconeri costringono la squadra di De Zerbi dietro la linea della palla costruendo azioni su azioni, Brigoli al 13’ dopo un tiro di Douglas Costa respinge sul palo, sempre Douglas Costa colpisce la traversa al 15’. Alla prima occasione però i beneventani passano clamorosamente in vantaggio: 19’ punizione di Ciciretti, che pesca l'angolino con Szczesny fermo in mezzo alla porta. A questo punto parte l’assalto delle truppe bianconere, Cuadrado spedisce alto sopra la traversa al 31’, Brignoli si esalta su Dybala al 34’, Matuidi davanti alla porta cicca il pallone al 40’, Dybala sbaglia un gol clamoroso su assist di Higuain al 41’, Brignoli respinge con i pugni una punizione di Douglas Costa al 48’ e così Madama va al riposo sotto di un gol. La ripresa inizia con lo stesso copione, Benevento tutto indietro a difendere e Juventus tutta all’attacco: ci vuole un gol di Higuain, un sinistro al volo, al 12’ per siglare il pareggio. Il ribaltone arriva al 21’ con Cuadrado bravo a schiacciare di testa un pallone servitogli da Alex Sandro. Il Benevento poco a poco molla , anche se Cataldi avrebbe sul piede il gol del pareggio al 26’e Rugani debba effettuare una chiusura decisiva per impedire a Ciciretti di procurare altri guai al 46’. Ora il Napoli ha nuovamente il fiato sul collo.
JUVENTUS-BENEVENTO 2-1
JUVENTUS (4-2-3-1) Szszesny; De Sciglio, Chiellini, Rugani, Alex Sandro; Marchisio, Matuidi; Cuadrado (35' st Bernardeschi), Dybala (42’ st Bentancur), Douglas Costa (33' st Mandzukic); Higuain. A disp.: Buffon, Pinsoglio, Khedira, Barzagli, Howedes, Lichtsteiner, Asamoah, Sturaro. All.: Allegri
BENEVENTO (3-4-2-1) Brignoli; Antei, Djimsiti, Di Chiara; Venuti, Chisbah, Viola, Lazaar (16' st Lombardi); Ciciretti, Cataldi (42’ st Parigini); Armenteros (24' st Coda). A disp.: Belec, Letizia, Del Pinto, D'Alessandro, Gyamfi, Memushaj, Kanoute, Puscas, Gravillon. All.: De Zerbi
ARBITRO Abisso di Palermo
MARCATORI: 19’ pt Ciciretti, 11’ st Higuain, 21’ st Cuadrado
AMMONITI Cataldi, Chisbah, Marchisio, Higuain,  Antei
5 novembre 2017

fonte foto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it