Finisce a reti inviolate. Il Barca passa agli ottavi di Champions da primo, per la Juve tutto rimandato ad Atene

Antonello Vischeri

I calcoli questa volta hanno prevalso sull’agonismo e sulla voglia di giocarsi una partita per lo spettacolo. Questa Juve incerottata e poco brillante anche in campionato dovrà giocarsi la qualificazione ad Atene contro l’Olympiacos; per essere sicura dovrebbe vincere rendendo così vana anche una eventuale vittoria dello Sporting al Camp Nou contro il Barcellona ma questo sembra davvero una cosa molto improbabile e quindi potrebbe essere utile anche un pareggio. Formazioni rivoluzionate dai due tecnici, Mandzukic in panchina, Barzagli, Benatia e Rugani in difesa e centrocampo affidato a Alex Sandro, Pjanic, Khedira e Cuadrado con Douglas Costa a supporto di Higuain, ma la sorpresa più grossa è la panchina per Messi, quindi addio spettacolo. Le emozioni nel primo tempo si contano sulla punta delle dita di una mano, al 16’ un tiro di Iniesta quasi dalla linea di fondo sull'esterno della rete su sciagurato colpo di testa di Cuadrado, un palo colpito al 22’ da Rakitic su punizione, il tiro cross in mezzo, non viene toccato da  nessuno, Buffon è tagliato fuori dalla traiettoria, ma la palla si stampa sul palo e poi Paulinho sbaglia da due passi mandando fuori di testa e al 44’ uno slalom di Dybala concluso con un  diagonale, col pallone alto sopra la traversa. Nella ripresa si vede un Barcellona un po’ più intraprendente grazie anche all’ingresso di Messi, ma gli spaventi per Buffon sono davvero pochi: al 19’ una punizione di Messi che scende oltre la traversa, al 23’ Messi lancia bene verso Digne, che è in vantaggio su Cuadrado che sbaglia il retropassaggio, ma il terzino blaugrana invece di calciare preferisce mettere in mezzo e Rugani riesce ad allontanare. Al 37’ l’Allianz Stadiun tributa una standing ovation ad Inesta che lascia il campo a Jordi Alba e nei minuti di recupero al 47’ Ter Stegen manda in calcio d'angolo un sinistro di Dybala dal limite dell'area, salvando il Barcellona.
JUVENTUS-BARCELLONA 0-0
JUVENTUS (3-4-2-1): Buffon; Barzagli, Rugani, Benatia; Cuadrado (26' st Marchisio), Pjanic (21' st Bentancur), Khedira, Alex Sandro; Dybala, Douglas Costa (40' st Matuidi); Higuain. A disp.: Szczesny, De Sciglio, Asamoah, Mandzukic. All. Allegri.
BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Semedo, Pique, Umtiti, Digne; Rakitic, Busquets, Iniesta (37' st Jordi Alba); Deulofeu (11' st Messi), Suarez, Paulinho. A disp.: Cillessen, Aleix Vidal, Vermaelen, Denis, Alcacer. All. Valverde.
ARBITRO: Mazic (Ser).
AMMONITI Pjanic, Alex Sandro, Digne, Piqué, Paulinho
22 novembre 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it