Primo tempo segnato dalla Var e dal rigore annullato alla Fiorentina, nella ripresa Bernardeschi sblocca la gara chiusa nel finale da Higuain

Antonello Vischeri

Non poteva che esserci una coda velenosa a Fiorentina-Juventus, non sarebbe stata una gara all’altezza di quelle passate e così è stato. Con Allegri che schiera Bernardeschi, ex di giornata, insieme a Mandzukic sulle fasce a sostegno di Higuain, la Juventus ottiene tre punti fondamentali che, in attesa della partita del Napoli di domani, le permettono di passare una notte in testa alla classifica.
NeBernardeschi ed Higuain hano deciso la partita contro la Fiorentina (juventus.com)l primo tempo si vede maggiormente la Fiorentina, brava ad impensierire da subito i bianconeri: l’episodio clou lo si vive al 17’ quando Chiellini tocca di mano un pallone crossato da Benassi. Guida assegna il rigore ai viola, poi entra in gioco la Var e viene ratificato un fuorigioco di Benassi su un retropassaggio di Alex Sandro toccato da Simeone. La partita resta ferma quattro minuti, l’arbitro non va a vedere il replay e l’ira dei fiorentini si scatena sugli spalti. Il primo tempo scivola via senza grandi occasioni da rete fino al 38’: sugli sviluppi di un angolo della Juventus la Fiorentina riparte in contropiede, Chiesa innesta Gil Dias bravo a dribblare Lichtsteiner ma sfortunato nel trovare il palo a negare la gioia della rete.
Nella ripresa l’equilibrio si spezza quasi subito. E’ graveall’11’  l’errore del portiere di casa Sportiello nel posizionare la barriera sulla punizione e nell’effettuare un passo verso il centro della porta al momento della battuta di Bernardeschi, indirizzata sul primo palo, con il pallone che termina la sua corsa in fondo alla rete. La reazione viola arriva al 16’ quando si accende una mischia nell’area bianconera, ma il tentativo della Fiorentina è rimpallato in angolo. Pezzella al 23’ si immola sulla girata di Higuain mandando il pallone in angolo, mentre al 26’ sale sugli scudi Buffon imperioso nell’uscita bassa su Thereau con cui devia in angolo il pallone. Per il portiere il modo migliore di festeggiare le 500 presenze con la maglia della Signora. I minuti finali da possibile assedio viola si trasformano in dolce attesa del fischio arbitrale per la Juventus dopo il 2-0 firmato da Higuain su lancio di Chiellini in un momento di attacco Fiorentina. L’argentino fredda Sportiello e chiude i conti. Per la Juventus è nelle ultime sedici gare ha blindato la difesa: solo una rete subita.

FIORENTINA-JUVENTUS 0-2
FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Milenkovic, Pezzella, Astori, Biraghi; Benassi (34' st Eysseric), Badelj, Veretout; Gil Dias (23' st Thereau), Simeone, Chiesa. A disp.: Dragowski, Cerofolini, Vitor Hugo, Bruno Gaspar, Dabo, Cristoforo, Olivera, Saponara, Lo Faso, Falcinelli. All.: Pioli
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner (16' st Barzagli), Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Marchisio (20' st Douglas Costa); Bernardeschi (33' st Bentancur), Higuain, Mandzukic. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Rugani,  Asamoah, Sturaro. All.: Allegri
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
MARCATORI: 11’ st Bernardeschi, 41’ st Higuain.
AMMONITI: 24' pt Lichtsteiner, 37' pt  Gil Dias, 39' pt Alex Sandro, 22' st Veretout, 39' st Thereau, 44' st  Biraghi, 49' st Benatia


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it