“Mi aspetto grande applicazione e determinazione da parte di tutti”

Antonello Vischeri

Conte, la notizia della settimana è diventata l’infortunio di Vucinic e non più la partita di domani contro il Bologna in Coppa Italia, anche se è importante. Nasceranno problemi per le prossime gare?
“Oggi dobbiamo parlare del Bologna che è la squadra che affronteremo domani, quindi magari di Vucinic chiedetemelo domenica prima di Roma-Juventus. Comunque un dato è certo, Vucinic è infortunato e quindi non è convocato”.
Tevez al Milan cambierà gli equilibri del campionato?
“Tevez … per adesso non è ufficiale, rimando le considerazioni a quando sarà ufficiale l’acquisto”.
E’ vero, ma lei lo vorrebbe Tevez?
“Ci mettiamo a parlare di fantamercato adesso? E’ ovvio che Tevez è un top player”.
Lei aveva già premesso dopo la gara col Cesena che ci sarebbe stato turnover contro il Bologna. Tra quelli che hanno giocato meno chi è più pronto? Qualora non giocasse Elia, sarebbe una definitiva bocciatura del giocatore?
“Dovrò fare delle scelte anche se farò giocare chi fin’ora ha giocato di meno e riguarderanno soprattutto l’esterno sinistro. L’obiettivo è quello di passare il turno, e quindi mi aspetto grande attenzione e applicazione da parte di tutti, sia da chi entrerà all’inizio sia da chi subentrerà a gara in corso. Da parte mia c’è la curiosità di vedere se sapremo mantenere la stessa intensità del campionato. Sarà una occasione importante e mi aspetto risposte importanti. Per quanto riguarda le bocciature, io non ne faccio, quando vedo un calciatore in difficoltà cerco di fargli capire cosa bisogna fare, di cosa abbiamo bisogno, dove deve migliorare per dare il suo contributo alla squadra”.
Come sta Del Piero?
“Alessandro l’ho visto ieri e oggi aveva una ulteriore visita di controllo, il taglio subito è importante e per fortuna è nella parte alta altrimenti rischiava di avere un danno permanente in faccia. Se potrà essere disponibile e quando? Bisogna sentire i medici e seguire i consigli che daranno. Da parte sua c’è una grande voglia di riprendere ma ci va l’autorizzazione dei medici”.
Sembra che l’allenatore della Roma ieri abbia detto che non ha nulla da invidiare alla Juventus, lei cosa dice?
“A me non piace commentare, perché a me dà fastidio quando ti mettono in bocca delle parole per sentito dire. Noi guardiamo a casa nostra e abbiamo grande rispetto per la Roma che ha un grande organico e per Luis Enrique”.
Ci sarà turnover anche in porta?
“Giocherà Storari, in Coppa Italia tocca sempre a lui”.
Come sta Pirlo?
“Abbiamo sfruttato questa giornata di squalifica per fargli fare un programma particolare di lavoro fisico. Penso che la sosta gli abbia fatto bene, ha lavorato senza calciare per non affaticare il ginocchio, ma da venerdì torna in gruppo”.
Oltre a Buffon, chi rimarrà fuori domani?
“L’intenzione è quella di dare spazio a chi ha giocato meno, ma si è allenato sempre da grande professionista. Vedremo in base ai ruoli, difficile il turnover nei centrali, due giocheranno ed il terzo andrà in panchina”.
Probabilmente Marchisio o Vidal riposeranno, questo lo costringerà a cambiare modulo e tornare al 4-4-2?
“Proprio perché abbiamo cambiato modulo è giusto provare le soluzione alternative e vedere come si comporta chi da un mese a questa parte si sta allenando in quel ruolo. Ad esempio Giaccherini, può fare sia l’interno che l’esterno, noi  lo abbiamo provato da interno e giocherà da interno, ruolo che ha già ricoperto in carriera e che può fare benissimo, così come Estigarribia”.
La Coppa Italia è importante psicologicamente,visto che mancano le Coppe, perché è una partita da dentro o fuori.
“Da parte nostra c’è l’ambizione di vincerla, al di là di altri discorsi. Noi cerchiamo sempre in ogni gara la vittoria, ma il Bologna non viene a Torino a fare la vittima sacrificale, ma per cercare di passare il turno e noi dovremo essere bravi per superarli, poi penseremo alla prossima gara che sono i quarti di finale”.
Sarà un Bologna diverso da quello che avete affrontato in campionato?
“Una differenza ci sarà e sostanziale, non ci sarà Vucinic e così non potrà farsi nuovamente cacciare …. A parte gli scherzi, il Bologna verrà a Torino con le ambizioni di passare il turno, le stesse che abbiamo noi. Vedremo a fine gara chi sarà il più bravo ed io mi auguro siano i miei giocatori”.

7 dicembre 2011


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it