Segna De Rossi, risponde Chiellini, Buffon para un rigore a Totti

ROMA-JUVENTUS 1-1
ROMA (4-3-3): Stekelenburg; Taddei, De Rossi, Heinze, Jose Angel; Pjanic (29’ st Perrotta), Viviani (13’ st Simplicio), Greco; Lamela; Totti, Osvaldo (41’ st Borriello). A disp.: Lobont, Rosi, De Cesare,  Borriello, Caprari. All.: Luis Enrique
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pepe (41’st Elia), Matri (22’ st Quagliarella), Estigarribia (27’ st Giaccherini). A disp.: Storari, De Ceglie, Pazienza, Del Piero. All.: Conte
ARBITRO: Orsato di Schio
MARCATORI:6’ pt De Rossi, 16’ st Chiellini
AMMONITI: Pjanic, Vidal, Greco, Bonucci, Quagliarella, De Rossi

Antonello Vischeri

ROMA – Le partite tra la Roma e la Juventus  hanno  sempre un sapore speciale  e anche se non sono paragonabili al derby d’Italia, tornano in menteChiellini esulta dopo il gol sfide memorabili e anche la partita di stasera non si è sottratta a questa regola, è stata una gara gagliarda con le squadre che hanno cercato di superarsi fino alla fine. La Roma non può schierare Bojan, Gago e Juan, appiedati dal giudice Sportivo e fa esordire il baby Viviani, romano de’ Roma, a centrocampo arretrando De Rossi. La Juventus deve fare a meno di Vucinic e si vedrà in corso d’opera l’importanza che il montenegrino ha nel gioco di Conte.
VANTAGGIO - Le squadre partono abbastanza slow e cercano di studiarsi prima di affondare i colpi. La Roma conquista un calcio d’angolo sulla sinistra, lo batte Totti corto per Pjanic che gli ritorna la palla, il ‘Pupone’ crossa lungo per De Rossi che appostato a metà area in acrobazia colpisce la palla dandogli una traiettoria a mezza altezza piuttosto lenta, Vidal appostato vicino al palo, non riesce a toccarla e la palla si infila nella rete, 1-0 Roma in vantaggio al 6’ tra la sorpresa generale.
REAZIONE – La Juventus ferita, reagisce immediatamente e stazione nell’area giallorossa, ma la manovra non ha la consueta brillantezza, Marchisio è in ombra, Pirlo illumina solo a tratti e la manovra è abbastanza confusa, sull’out Estigarribia non è Vucinic ed il solo Vidal si danna in mezzo al campo. I difensori giallorossi sembrano a tratti imbarazzanti, gli esterni molte volte soffrono sulle diagonali,  si gioca praticamente a una porta sola, ma la Juventus non riesce a concretizzare le sue manovre offensive anche perché Matri sembra troppo isolato in attacco. La Roma rompe l’assedio al 18’ con Taddei ma Chiellini è vigile e devia in corner. I giallorossi riprendono coraggio e avanzano il loro raggio d’azione, Totti cerca Osvaldo al 23’, la palla finisce a Pjanic il cui tiro viene murato da un difensore juventino. Vidal cerca di alleggerire la pressione ma il suo tiro è deviato in angolo da Stekelenburg. Ancora Roma al 28’, Lamela serve Totti che gli ritorna la palla, sul tiro dell’argentino si immola un difensore bianconero.
SENZA PAUSE – La partita ora è avvincente e senza pause, 31’ tiro improvviso di Vidal sul fondo, ancora Vidal al 37’, taglio perfetto per Pepe che non riesce a dare forza al suo tiro e Stekelenburg para senza difficoltà. Matri al 38’ appoggia indietro a Marchisio che non riesce a coordinarsi bene ed il suo tiro finisce a lato. Vidal è lesto a rubare un pallone a centrocampo al 40’ lo appoggia a Marchisio che viene messo giù da Viviano. Calcio di punizione da posizione invitante, ma il tiro di Pirlo rasoterra è debole e Stekelenburg para accartocciandosi a terra. La Juventus chiude il primo tempo in attacco e pur non esprimendo un grande gioco, colpa della frenesia nelle conclusioni e alla lentezza con cui gira la palla, ha costruito 3 – 4 palle gol. La Roma è generosa e malgrado qualche sbavatura regge l’urto, con il solito De Rossi gran gladiatore, anche se gioca in posizione più arretrata.
RIPRESA – Ad inizio ripresa la Juventus si ripropone in attacco, con la difesa giallorossa mal posizionata, ma Heinze riesce a deviare in corner. La Roma prova a ripartire ed affida le sue azioni offensive a Pjanic che al 7’ si libera dei suoi marcatori con un paio di colpi di classe, appoggia a Totti che prolunga per Osvaldo in area, il controllo del colored non è dei migliori e l’azione sfuma.
PAREGGIO – Arriva al 16’, Estigarribia sbaglia un intervento al volo su cross proveniente dalla destra di Vidal, la palla diventa un prezioso assist per la testa di Chiellini che in elevazione insacca. La Roma non ci sta e si ributta all’attacco, Simplicio, subentrato a Viviano, cerca di inserirsi in area di rigore, arriva anche Lamela che viene atterrato. Calcio di rigore decretato dall’arbitro Orsato. Sul dischetto si presenta Totti ma Buffon non abbocca e sfodera un grande intervento, parando il tiro potente e angolato.
PARTITA AVVINCENTE - La partita si fa decisamente avvincente anche perché le squadre ormai si sono allungate per la ricerca del colpo del ko. Al 21’ riparte Osvaldo, Bonucci lo strattona per fermarne la corsa e viene ammonito. Un minuto dopo esce Matri e al suo posto entra Quagliarella. La Roma si spinge sempre di più in attacco al 27’ Estigarribia commette una ingenuità, perdendo palla sulla linea di fondo, Pjanic ne approfitta per crossare al centro, ma non trova nessun compagno per la deviazione. Conte avvicenda Estigarribia con Giaccherini , mentre Luis Enrique toglie Pjanic e inserisce Perrotta. Al 31’è Simplicio ad innescare l’azione, palla a Totti che allarga per Osvaldo cross per Perrotta che viene deviato in angolo. Altra buona giocata di Osvaldo all’35’ che cerca di sorprendere Buffon con un tocco da sotto, ma la palla termina alta. Break della Juventus all’36’ De Rossi perde palla Giaccherini è lesto a cercare Quagliarella, che però perde l’attimo favorevole per il tiro e Stekelenburg para. Si vede Pirlo al 39’, palla a Vidal che allarga per Lichtsteiner  che crossa ma la palla finisce sull’esterno della rete dando l’illusione del gol. Le squadre sono ormai stanche, con le ultime energie, la Roma si butta in avanti con Osvaldo che cerca di sorprendere senza fortuna  Buffon che gli era uscito incontro per chiudergli lo specchio della porta.  Al 45’ Totti ha la palla buona ma non riesce a trovare l’attimo giusto per concludere a rete la bella azione iniziata da Lamela. L’arbitro concede 6’ di ricupero duranti i quali non succede più nulla, avendo le squadre finito la benzina. La Juve esce quindi indenne dalla difficile trasferta di Roma e rimane prima in classifica anche se in coabitazione con l’Udinese.

12 dicembre 2011


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it