Antonio Conte in vista della partita contro il Novara scherza sulla pausa forzata della Juventus dalle coppe europee: “Visto il vantaggio che gli altri ci attribuiscono propongo il cambio il prossimo anno visto che a me mancano moltissimo”

Antonello Vischeri

E’ un Antonio Conte criptico prima della partita contro il Novara, una gara che il tecnico juventino non vuole assolutamente sbagliare per arrivare alla conquista dei tre punti e prepararsi così nei migliore dei modi alla sfida di mercoledì pomeriggio contro l’Udinese cercaAntonio Contendo anche di approfittare della partita che domenica sera vedrà opposti proprio Lazio ed Udinese ovvero l’inseguitrice più vicina e la compagna in testa alla classifica della Juventus.
Chi tra Quagliarella e Del Piero prenderà il posto dell’infortunato Vucinic in attacco?
“Nessuno dice che non possano anche giocare entrambi. E sfrutto la domanda per precisare che io sono sempre stato corretto e trasparente sia con voi che con i giocatori e non mi ha fatto piacere leggere sui giornali certe cosa nei giorni scorsi”.
In molti pronosticano una partita stile Cesena.
“Non è stata una partita d’attesa come molti pensano, e sarei felice se avesse ragione chi profetizza questo perché noi con il Cesena abbiamo vinto 2-0 e ripeterci con il Novara sarebbe importante”.
Il derby fra Juventus e Novara ritorna dopo più di cinquant’anni di attesa e la Juventus si presenta senza tre titolari. Quanto possono pesare queste tre assenze (Vucinic, Bonucci e Vidal, ndr)?
“Io ho a disposizione una rosa importante, ma posso dire di aspettarmi molto da chi nelle gerarchie fin qui stabilite è dietro ai titolari. Come tutte le gerarchie anche quelle mie sono mobili e non fisse, quindi possono cambiare da un momento all’altro e questa è un’occasione importante. Il Novara sicuramente vorrà ottenere il massimo da questa partita, ha bisogno di punti e non dobbiamo sottovalutarla. L’occasione mi permette di fare i complimenti alla dirigenza novarese che ha saputo operare bene in questi anni, perché nulla nasce per caso e la loro conquista della massima serie partendo dalle categorie inferiori e stata esaltante e merita grande rispetto”.
Per sostituire Vidal su chi è ricaduta la scelta: Giaccherini o Pazienza?
“Potrebbe anche giocare Marrone, farò le valutazioni in base alla partita che ci aspetterà domani. Mi aspetto un Novara chiuso, quindi dovrò agire di conseguenza”.
Cosa cambierà in difesa con l’assenza di Bonucci?
“In questo avvio di campionato abbiamo trovato il giusto equilibrio con l’utilizzo in difesa di tre difensori centrali grazie all’ecletticità di Chiellini che può essere impiegato anche a sinistra, tutto ciò nonostante sappia benissimo che De Ceglie è un giocatore di valore. In questi giorni abbiamo anche provato Estigarribia nel caso ce ne sia bisogno, quello che è sicuro è che ogni volta che si sono presentate delle emergenze chi è stato chiamato in causa si è fatto trovare pronto e così sarà anche questa volta”.
Tra poco arriva la sosta, molti dicono che sarà importante per la Juventus per ritemprare le forze visto un calo fisico sempre più evidente nelle ultime gare.
“Non siamo assolutamente in calo fisico, i dati i nostro possesso parlano chiaro”.
Chiellini firmerebbe per il secondo posto.
“Il mio compito non è guardare la classifica, ma lavorare visto che ci sono ancora tanti miglioramenti da fare. L’importante non è essere adesso nelle prime posizioni, ma quando conterà davvero”.
E a chi dice che l’impegno in Europa delle dirette avversarie vi avvantaggia cosa risponde?
“Che prima di tutto invidio molto i miei colleghi che giocano in Europa visto che a me e a tutta la Juventus manca moltissimo l’impegno europeo. In secondo luogo visto che c’è tutto questo vantaggio alla propongo di scambiarci i ruoli il prossimo anno, a noi l’impegno in coppa a loro la possibilità di riposare in settimana”.
Ultima domanda sul mercato. Tevez quanto servirebbe alla Juventus?
“Non mi occupo di mercato, queste domande vanno fatte a chi si occupa di questo aspetto e lo fa anche bene. Io ho già abbastanza responsabilità e non ne voglio altre”.

17 dicembre 2011


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it