A segno Pepe e Quagliarella, che torna al gol dopo l’infortunio di un anno fa al ginocchio

JUVENTUS – NOVARA 2-0
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, De Ceglie; Marchisio, Pirlo (35’ st Pazienza), Giaccherini; Pepe, Quagliarella (32’st Matri), Del Piero (19’ st Estigarribia). A disp.: Storari, Sorensen, Elia, Toni. All.: Conte
NOVARA (5-2-2): Ujkani; Morganella, Dellafiore (21’ pt Paci), Centurioni, Ludi, Gemiti; Marianini (10’ st Porcari), Radovanovic, Rigoni; Rubino (31’ st Mazzarani), Meggiorini. A disp.: Fontana, Pinardi, Pesce, Granoche. All.: Tesser
ARBITRO: Gervasoni
MARCATORI: 4’ pt Pepe, 30’ st Quagliarella
AMMONITI: Marianini, Centurioni, Giaccherini

Antonello Vischeri

TORINO – Per la partita Juventus – Novara gli strateghi della panchina schierano le squadre come previsto alla vigilia, Conte si affida in attacco alla coppiaPepe e Quagliarella, i goleador Del Piero - Quagliarella mentre in difesa ripropone De Ceglie sulla sinistra con Chiellini riportato centrale, mentre Tesser si affida ancora a Rubino di punta, supportato da Meggiorini. La Juventus impiega quattro minuti per prendere le misure al Novara, l’inizio è travolgente, già al secondo minuto sarebbe gol con una bella azione che si snoda tra Quagliarella, Marchisio e Del Piero, il tocco con il braccio di quest’ultimo è evidente. Ma passano solo due minuti e questa volta il gol è valido oltre che molto bello e lineare, l’azione si snoda sulla sinistra, De Ceglie crossa tagliando l’area per Pepe che brucia il suo marcatore Gemiti e insacca alle spalle di Ujkani. Il Novara continua ad aspettare i bianconeri  nella sua area e la Juventus non cessa di attaccare, non trovando grossi ostacoli per arrivare nei pressi di Ujkani  e già all’11’ si sente allo Juventus Stadium un impietoso “Tornerete in serie B” tale è la supremazia tecnica, tattica, fisica e agonistica dei bianconeri nei confronti degli azzurri. Le azioni si susseguono con Pepe indiscusso protagonista ora sulla fascia destra ora su quella sinistra, ma ci provano un po’ tutti, al 10’ Quagliarella, al 14’ De Ceglie, al 24’ Pepe con una bella palla a giro, al 25’ Del Piero. I bianconeri cercano in tutti i modi Del Piero, cercando di metterlo nelle condizioni migliori di battere a rete e così firmare il primo gol di questo campionato e nel nuovo stadio ed il capitano ci prova eccome, come al 31’ ma la sua palla esce di non molto alla sinistra di Ujkani. Il Novara? Fin qui non pervenuto, la prima azione nella metà campo juventina si registra al 35’, cross dalla destra di Radavanovic per Rigoni che di testa mette a lato. Poi di nuovo buio pesto per gli azzurri. Al 39’ è Giaccherini ad avere l’occasione giusta per chiudere la partita, Quagliarella lancia Pepe che mette al centro per Giaccherini che schiaccia di testa a terra ma la parata di Ujkani è salvifica. Poco prima del duplice fischio dell’arbitro il morso del Novara, cross di  Morganella per Rigoni che di testa impegna Buffon in una parata a terra. Il possesso palla a favore della Juve alla fine del primo tempo è schiacciante 64% a favore dei bianconeri e la dice lunga sull’andamento fin qui della gara.
La seconda frazione di gioco inizia con un Novara che pressa leggermente più alto, ma già al 2’ Del Piero ha la palla buona per il raddoppio, Pepe sulla sinistra si libera di Centurioni che scivola, avanza e crossa per Del Piero che piazza la palla alla sinistra di Ujkani ma la sfera si perde a lato. E’ ancora Juventus, al 7’ Del Piero libera Giaccherini di tacco in area ma Ujkani para. All’11’ reagisce il Novara in contropiede, quattro contro due, ma il tiro di Porcari viene smorzato in angolo, al 15’ replica la Juventus con Marchisio ma il suo tiro si perde altissimo. Al 16’ Pepe crossa un pallone d’oro per Del Piero solo in area, il capitano mentre sta per battere a rete è contrastato da Paci che in spaccata riesce a deviare. Visto che i bianconeri non riescono a chiudere la partita, il Novara ci riprova , 20’ cross di Morganella per Rubino che di testa impegna Buffon in una difficile parata. Il centrocampo juventino non fa molto filtro e quando i novaresi riescono a mettere il naso fuori dalla loro area rriescono a far correre qualche brivido alla squadra bianconeria Al 30’ sale in cielo Quagliarella e sigla il suo primo gol in campionato dopo l’infortunio di un anno fa, chiudendo così la partita. Le ultime emozioni le procurano da parte juventina Matri, chea l 37’in torsione su corner di Pepe manda di poco a lato, di Giaccherini che al 42’ dopo tre palle respinte dai difensori bianconeri, su ripartenza di Matri si vede respingere il tiro  da Ujkani con i piedi e da Pepe che al 43’ colpisce il palo esterno direttamente su calcio di punizione. Natale in allegria in casa Juventus, con la squadra tornata nuovamente primatista, un po’ meno in casa novarese, che vede sempre più, dopo i risultati delle altre partite, avvicinarsi il fondo classifica.

18 dicembre 2011

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it