Brutto avvio di gara dei granata che subiscono il gol di Rigoni, pareggiano con Martinez e vanno nuovamente sotto per un gol di Dybala. Nel secondo tempo, tutto cuore, rimedia Glik

Franco Brunetti

Il Torino contro il Palermo è chiamato dopo la beffa subita nel derby, ad una prova d’orgoglio, ad una prova convincente che allontani lo spettro della zona Dybala, classe '93rossa del fondo classifica e dia morale per la partita di giovedì contro il Copenhagen di Europa League. Il malumore infatti incomincia a serpeggiare tra i tifosi della Curva Maratona,il cuore caldo della tifoseria granata ad inizio gara, quando compare lo striscione polemico nei confronti del presidente Cairo, poi prontamente rimosso “Tira fuori i milioni, ci siamo rotti i c…….”. Ed invece l’inizio dei granata è molle, tremebondo senza grinta e concentrazione ed il Palermo ne approfitta per impadronirsi del centrocampo e a condurre le danze. I granata sono privi di Gazzi e Ventura/Sullo ributta nella mischia Farnerud affidandosi in avanti alla coppia Martinez e Quagliarella. Iachini da par suo butta nella mischia la coppia baby Dybala e Bellotti per ovviare alla squalifica di Vazquez e con Chochev al posto dell’altro squalificato Barreto. Il Palermo non tarda a portarsi in vantaggio, El Kaddouri perde una palla sulla trequarti, Dybala si avventa traversa in mezzo, Belotti fa velo per l’accorrente Rigoni che dalla distanza impallina il povero Gillet al 17’. Il Toro non riesce a reagire a questo schiaffo, non ci sono idee a centrocampo e l’attacco è come al solito evanescente essendo privo di rifornimenti efficaci, piovono i primi fischi. Dopo un salvataggio fortunoso sulla linea di porta da parte dei palermitani al 27’ con tiro conclusivo di Quagliarella alto sopra la traversa, il Torino raggiunge comunque il pareggio al 37’ lancio di Moretti per Martinez che in area si gira su se stesso e anticipando il difensore rosanero batte Sorrentino a fil di palo. Il Palermo riprende a tessere le sue trame in velocità al 39’ nuovo veloce contropiede di Dybala palla a Belotti che si mangia il raddoppio cincischiando con la palla al limite dell’area di rigore granata. Dopo un tiro di El Kaddouri al 40’ alto di poco, ci vuole un altro sciagurato assist, questa volta di Bruno Peres per mandare nuovamente in vantaggio il Palermo al 44'. Il brasiliano, difende palla sulla linea di fondo poi rilancia alla cieca, consegnando la sfera a Dybala che di tacco beffa Maksimovic e fulmina Gillet. Applausi. Il primo tempo si chiude con una combinazione Martinez-Quagliarella con tiro di quest’ultimo di poco alto sopra la traversa. Nella seconda parte della gara finalmente si vede un altro Toro, cresce Darmian sulla sinistra e a Bruno Peres riesce qualche giocata, come all’8’ quando mette in moto Martinez, ma Sorrentino non si fa sorprendere. Il Toro ora è più aggressivo soprattutto sulle fasce e all’11’ Quagliarella scarica una bordata che Sorrentino, coperto, riesce comunque a deviare di pugno.  Ancora Darmian protagonista sulla sinistra con un’azione personale, palla a Quagliarella e questa volta Sorrentino è costretto a superarsi.  Il Palermo soffre ed il Torino fa la partita. Al 18’ Martinez avrebbe la palla del pareggio, azione di El Kaddouri-Darmian, ma si impappina sul più bello cercando il dribbling e contro dribbling e l’azione sfuma. Per fortuna ci pensa capitan Glik al 19’ ad incornare su calcio d’angolo battuto dalla sinistra e portare il Torino in parità. E’ decisamente un altro Toro ora, che cerca la posta piena, Munoz cerca di dare una mano, cacciando la palla nella sua rete al 40’ ma l’arbitro aveva ravvisato un offside, ci prova Darmian al 44’ tiro fuori di poco ed ancora Quagliarella al 42’ con un colpo di testa di poco alto. L’arbitro concede cinque minuti di recupero ma il risultato non si schioda dal 2-2. Un buon secondo tempo del Torino dunque che ha cancellato un primo tempo opaco e che dovrà servire da viatico contro il Copenhagen il prossimo giovedì in Europa League, dove sarà in gioco la qualificazione al prossimo turno.
TORINO – PALERMO 2-2
TORINO (3-5-2): Gillet;Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, El Kaddouri, Vives, Farnerud (16' st Perez),  Peres (29' st Molinaro); Martinez (33' st Amauri), Quagliarella. A disp.: Castellazzi, Padelli, Bovo, Jansson, Silva, Sanchez Mino. All.: Sullo (Ventura squalificato)
PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Munoz, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Rigoni, Maresca (43' st Bolzoni), Chochev, Daprelà (pt 15' Lazaar, st 5' Emerson); Dybala, Belotti. A disp.: Ujkani, Milanovic, Vitiello, Terzi, Pisano, Della Rocca, Quaison, Bentvegna, Joao Silva. All.: Iachini
ARBITRO: Giacomelli di Trieste
MARCATORI: 17' pt Rigoni, 37’ pt Martinez, 44' pt Dybala, 19’ st Glik
AMMONITI: Peres, Lazaar
6 dicembre 2014


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it