Martinez spacca la partita realizzando una doppietta, a segno anche Amauri su rigore, Darmian e Gaston Silva. Danesi in nove dal 41’ del primo tempo

Franco Brunetti

Il Torino conclude la fase a gironi di Europa League in modo trionfale, battendo per 5-1 il malcapitato Copenhagen e sperando fino all’ultimo di chiudere il Martinez, ottima prestazione contro il Copenhagenproprio girone al primo posto. Ventura si trova per questa trasferta in Danimarca, sulla carta insidiosa visti gli ultimi risultati in campionato dei granata, con una squadra ridotta ai minimi termini e prima della gara perde anche Vives per un attacco febbrile, pertanto è costretto a ridisegnare la squadra piazzando Bovo a centrocampo e Gaston Silva largo a sinistra. Stabilire però fino a dove arrivano i meriti del Torino in questa gara e dove incominciano i demeriti dei danesi non è semplice perché la partita vera è durata solo un tempo fino alla espulsione, la seconda dopo quella di Antonsson,  del  difensore Jorgensen. Però il Torino a quel punto aveva in mano il match, dopo un avvio molto timido che aveva permesso ai danesi di andare in gol. I primi dieci minuti dei granata infatti non sono dei migliori, il Copenhagen alza subito il baricentro mettendo i granata sulla difensiva  e andando in gol al 6’ con Amartey, errore difensivo dei granata la palla giunge in area, Glik cerca di chiudere su Amartey e il suo rinvio a stretto contatto con il danese incoccia lo scarpino dell’avversario ed il pallone assumendo una traiettoria impossibile si insacca alle spalle di Padelli. Il Toro non riesce a reagire e sono sempre i padroni di casa a condurre il gioco. Amauri e Martinez stanno al limite del fuorigioco aspettando un lancio decente e proprio su uno di questi al 15’ il Torino pareggia. Maksimovic inventa un passaggio filtrante per Martinez il quale scatta sul filo dell’offside, bruciando il suo marcatore e batte Andersen. Tutto molto bello. Il gol rinfranca i granata che però devono subire ancora il Copenhagen, al 17’ Padelli rischia sul pressing di De Ridder, al 20’ ancora Padelli alza sopra la traversa un tiro di Høgli e al 21’ ancora il portiere granata riesce a smanacciare un cross insidioso di Toutouh. Martinez si esalta negli spazi e al 30’ provoca l’espulsione di Antonsson che lo ferma, con intervento da ultimo uomo,  in modo falloso quando il venezuelano era ormai  lanciato a rete. Passano dieci minuti ed ecco l’altro colpo di scena, Amauri  al limite dell’area riceve palla e cerca di puntare a rete divincolandosi dall’abbraccio del suo marcatore, che in area però l’atterra. Anche qui il signor Bezborodov estrae il rosso questa volta per Jorgensen, ed il Copenhagen rimane in nove. Amauri dal dischetto, finalmente con un rigore tirato decentemente,  trasforma il 2-1 al 41’. Il secondo tempo della gara si trasforma in un tiro al bersaglio, al 2’ lancio di El Kaddouri in profondità per Martinez che con un tocco da sotto infilza Andersen per il 3-1. Passano due minuti  e Darmian sulla destra brucia un difensore e crossa, Amauri tira ma il portiere Andersen allungandosi  respinge, la palla giunge sulla sinistra a Gaston Silva che la mette sul secondo palo e Darmian al volo porta a quattro le marcature granata. Al 7’ è il turno di Martinez a mandare di poco a lato di testa un cross dalla sinistra di Gaston Silva, poi all’8’ arriva il quinto gol, cross di Bovo, Amauri cerca la deviazione, palla a Gaston Silva che impallina Andersen. A questo punto il Torino si placa, mentre via etere giungono notizie positive per i granata sull’incontro Brugge – Helsinki. Ventura opera i tre cambi, facendo esordire il baby Graziano, Quagliarella cerca il gol personale al 43’, poi arriva la notizia della vittoria del Brugge. Il Torino quindi accede ai sedicesimi come seconda del girone ed il 15 dicembre i granata sapranno con chi dovranno incrociare i bulloni degli scarpini. Ma questa sarà un’altra storia
COPENHAGEN – TORINO 1-5
COPENAGHEN (4-4-1-1): Andersen; Amartey, M. Jorgensen, Antonsson, Høgli; Amankwaa, Delaney, Claudemir (32' st Lindbjerg), Toutouth; N. Jorgensen (39' st Felfel), De Ridder (42' st Olsen). A disp: Christensen, Bay. All. Solbakken.
TORINO (5-3-2): Padelli; Darmian, Maksimovic (15' st Jansson), Glik, Moretti, Silva; Gazzi, Bovo, El Kaddouri (21' st Graziano); Amauri, Martinez (13' st  Quagliarella). A disp.: Gillet, Caronte, Rosso. All. Ventura
ARBITRO: Bezborodov (Rus)
MARCATORI:  6' pt Amartey, 15' pt Martinez, 41' pt Amauri (rig.),2'st  Martinez, 4' st Darmian, 8' st Silva
ESPULSI: 30' pt Antonsson, 41' pt M. Jorgensen
11 dicembre 2014

fontefoto: TorinoFC


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it