Il capitano granata prima pareggia il gol di Jago Falque poi segna il gol del 2-1. Traversa colpita da Farnerud

Franco Brunetti

Ci voleva un super Glik per rianimare il Toro e regalare a Ventura ed ai tifosi granata un bel Natale. Successo sul Genoa in rimonta, zona retrocessione più Kamil Glik, doppietta per luilontana in attesa che si muova il patron Cairo per aggiustare, con il mercato di riparazione di gennaio questo giocattolo, che quest’estate è stato smembrato. Il fatto che il capitano granata sia il capocannoniere del Torino assieme a Quagliarella con quattro reti la dice lunga sulla politica acquisti di quest’estate che a questo punto può dirsi decisamente fallimentare e sbagliata. La conferma è arrivata indirettamente anche dalle scelte di Ventura che in fase di convocazione aveva lasciato fuori dalla lista sia Nocerino che Sanchez Mino e anche lo spagnolo Bruno Perez e quando si è trattato di scegliere gli undici titolari ha lasciato in panchina Quagliarella, Bovo, Vives e Bruno Peres che in teoria potrebbero essere sempre titolari. Rivoluzione totale quindi, ma il Toro in campo non è parso né spaesato né intimorito dal Genoa piazzato nei piani alti della classifica. Il primo tempo inizia a favore dei granata, al 5’ Marchese ferma Farnerud con un fallo, batte la punizione lo stesso Farnerud palla a Martinez che in semirovesciata impegna Lamanna in una facile parata. Il Genoa poco alla volta conquista campo ed il primo affondo è di Bertolacci con Gillet sicuro nella parata. Martinez è decisamente il più scattante in avanti e al 31’ davanti al portiere si allunga troppo la palla favorendo l’uscita di Lamanna. La partita è maschia interrotta da parecchi falli e al 34’ il Torino fruisce di un calcio di punizione dai 30 metri, sulla palla c’è Farnerud, il suo tiro preciso e violento fa tremare la traversa con Lamanna fuori causa, ripartenza immediata e veloce del Genoa che viene stroncato dalla difesa granata, che nell’occasione corre un serio pericolo.  Dopo che al 38’ e al 42’ due colpi di testa del venezuelano Martinez finiscono alti sopra la traversa, il Genoa passa in vantaggio al 43’ Glik cerca un passaggio a Farnerud che si fa soffiare la palla, che viaggia veloce da Antonelli a Matri per finire a Jago Falque che infila l’incolpevole Gillet. Granata basiti sia sugli spalti che in campo. La ripresa inizia con un paio di brividi per la Ventura-band, al 2’ Molinaro perde palla su un’incursione di Rosi, palla a Greco che in area riesce a tirare fuori, graziando Gillet, al 6’ Matri è stretto tra Glik e Moretti e cade in area ma l’arbitro fa proseguire. Martinez subisce al 7’ l’ennesimo fallo e conquista un calcio di punizione che Farnerud s’incarica di battere, palla a spiovere abbastanza lenta in area, dove dietro a tutti sbuca Glik che di piede infila in rete il gol del pareggio. Il peperino “vinhotinto” ancora di testa al 17’ costringe Lamanna a mettere in angolo poi al 18’ il Toro porta a termine la sua rimonta: corner dalla sinistra, spizza la palla Moretti, Lamanna devia con il palmo della mano ma non allontana, sopraggiunge Glik che con una capocciata ribadisce in rete il 2-1. I granata potrebbero fruire anche di un calcio di rigore due minuti dopo, El Kaddouri, prestazione ad alti e bassi la sua, si produce in un affondo sulla sinistra, giunto sul fondo crossa, in area Burdisso in scivolata tocca con una mano, sarebbe rigore ed ammonizione, quindi espulsione per il genoano, ma l’arbitro fa proseguire. Il Torino serra le fila a difesa del vantaggio e nell’ultimo quarto d’ora il Genoa si butta in avanti costringendo i granata a difendersi con le unghie e con i denti, anche perché Glik è praticamente fermo per crampi, eroico un suo salvataggio di testa, ma il Torino regge anche nei cinque minuti e trenta secondi concessi dall’arbitro come recupero.
TORINO – GENOA 2-1
TORINO (3-5-2): Gillet; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Farnerud (82' Vives), Gazzi; El Kaddouri, Molinaro (14' st Peres); Martinez; Amauri (23' st Quagliarella). A disp.: Padelli, Castellazzi, Bovo, Silva, Masiello. All. Ventura
GENOA (3-5-2): Lamanna; Roncaglia, Burdisso, Marchese (16' st Izzo); Rosi (3' st De Maio), Sturaro, Rincon, Bertolacci (1' st Greco), Antonelli; Iago Falque, Matri. A disp.: Sommariva, Mussis, Antonini, Edenilson, Lestienne, Pinilla, Fetfatzidis. All. Gasperini
ARBITRO: Tommasi
MARCATORI: 43’ pt Jago Falque, 7’ st Glik, 18’ st Glik
AMMONITI: Jago Falque, Moretti, Burdisso, Rincon, Marchese  
21 dicembre 2014

Fontefoto:Torinofc.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it