La Lazio spadroneggia contro il Torino vincendo 3-1. A segno Keita, Klose, Martinez per i granata e Ledesma su rigore. Espulso Padelli

Franco Brunetti

Un Olimpico deserto, poco più di 4000 spettatori, saluta l’ingresso del Torino in Coppa Italia, ottavi di finale ed una bordata di fischi conditi da cori contro il Il gol di Martinezpresidente Cairo ne saluta l’uscita. Prova davvero imbarazzante quella dei granata che stasera hanno sbagliato molto, anche i giocatori più rappresentativi e fatto ancor meno e che sono scesi in campo con una formazione a dir poco strana, con  il povero Jansson che schierato a centrocampo ha rimediato una figura davvero meschina. Ventura evidentemente avrà pensato di privilegiare il risultato della partita di domenica prossima contro il Cesena rispetto al risultato di stasera in Coppa Italia. Il Toro non parte neanche male, segno che la Lazio di stasera poteva essere una squadra alla portata, poi al 5’ due erroracci della difesa granata, a cui Padelli deve rimediare con delle uscite di piede ben fuori la sua area, fanno capire che non sarà serata. Ed infatti al 13’ alla prima azione d’attacco dei biancocelesti Keita va a segno: Jansson perde palla a centrocampo e Keita è lesto a involarsi sulla sinistra, Maksimovic non lo chiude e Keita infila sul palo opposto un non impeccabile Padelli. Il Toro si affida ai calci piazzati cercando la testa di Glik, l’unico schema d’attacco di questo asfittico Torino e al 28’ i granata chiedono un rigore a favore, ma l’arbitro Russo non sente ragioni. L’azione:  El Kaddouri batte la punizione, testa di Glik appostato sul secondo palo come di consueto, la palla incoccia nel braccio di Konko, ma l’azione prosegue. Un minuto dopo la Lazio raddoppia, Keita allarga sulla destra per Cataldi che crossa, a centro area,  Klose anticipa sia Maksimovic che Glik e segna in spaccata. Mentre inizia la contestazione della Maratona al presidente Cairo, Martinez si rende protagonista di un cost to cost al 31’ concluso con un cross non raccolto da nessun compagno. Il primo tempo si conclude quindi con la Lazio in vantaggio per 2-0 e con  la Ventura-band fin qui  incapace di creare problemi alla squadra avversaria. Nella ripresa Ventura manda in campo subito il neo acquisto Maxi Lopez al posto di un Amauri inguardabile e la ripresa si apre su uno svarione di Darmian che al 2’ apre un’autostrada  a Cataldi che serve Keita che incrocia sul secondo palo, ma il tiro si perde sul fondo. Al  4’ su un’azione Darmian – El Kaddouri la difesa laziale si fa cogliere impreparata e il piccolo Martinez è bravo e lesto a ricevere in area, girarsi e segnare il 2-1. Partita riaperta? Forse sì, anche perché l’apporto di Maxi Lopez alla manovra sembra dare vivacità all’attacco granata. Ma al 10’ la svolta (arbitrale) che chiude definitivamente la gara: Glik scivola aprendo la strada verso la porta a Klose, Padelli esce in presa bassa, Klose tira a rete mandando a lato il pallone, ma il portiere granata lo atterra. Cartellino rosso per Padelli e rigore per la Lazio decreta l’arbitro Russo di Nola, dal dischetto segna al 12’ Ledesma dopo che Castellazzi era entrato tra i pali e Molinaro era uscito per fargli posto. A questo punto il Torino ammaina bandiera bianca, rischiando di capitolare ancora al 28’ su un’azione Cataldi- Klose- Parolo, ma il possibile 4-1 di Parolo termina a lato. La gara si trascina fino al 49’ con il pubblico granata che se la prende soprattutto con El Kaddouri e con il presidente Cairo reo di aver sfasciato la squadra con le vendite estive di Immobile e Cerci, di non averla sufficientemente attrezzata nel mercato estivo e per l’immobilismo fin qui dimostrato nel mercato di riparazione invernale.
TORINO – LAZIO 1-3
TORINO (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, El Kaddouri, Gazzi, Molinaro (12' st Castellazzi), Jansson (15' st Farnerud); Amauri (1' st Maxi Lopez), Martinez. A disp.: Bruno Peres, Masiello, Silva, Basha, Vives, Benassi. All. Ventura.
LAZIO (4-3-1-2): Berisha; Konko (23' st Basta), Novaretti , Radu , Cavanda; Onazi, Ledesma, Parolo (44' st Tounkara); Cataldi (dal 27' st Pereirinha); Klose, Keita. A disp.: Marchetti, Strakosha, Cana, Prce, Biglia, Candreva, Felipe Anderson, Oikonomidis, Djordjevic. All. Pioli.
ARBITRO: Russo di Nola
MARCATORI: 13’ pt Keita, 29’ pt Klose, 4’ st Martinez, 12’ st Ledesma (rig.)
AMMONITI: Amauri, Cavanda, Gazzi, Martinez
ESPULSO : 11’ st Padelli
14 gennaio 2015

Fontefoto: torinofc.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it