I granata vincono 1-0 contro lo Zenit, ma il risultato dell’andata qualifica i russi. La squadra di Ventura esce dall’Europa League a testa alta

Franco Brunetti

Peccato, peccato davvero!. Il Torino batte lo Zenit per 1-0 nella partita di ritorno degli ottavi di finale, ma  esce dall’Europa League, ma ne esce non solo a testa alta, ma altissima. Partita veramente incredibile dei giocatori granata, che hanno messo sul campo stasera, cuore, volontà, grinta, determinazione e che staseraalt possono davvero recriminare e prendersela solo con la cattiva “suerte”, che sembra sempre accompagnare la squadra nei momenti clou, mala suerte che si identifica nelle doppie parate fortunose sulla linea di porta del portiere Lodygin, nei falli di mano non visti dall’arbitro Jug, nei gol annullati per presunti fuorigioco, nelle lungaggini perditempo dei russi non sanzionate e via discorrendo. Iniziano subito a tavoletta i granata che sono chiamati nell’ardua compito di ribaltare il 2-0 di S. Pietroburgo e al 17’ una velenosa punizione di Farnerud si spegne a lato di un soffio ed un minuto dopo un’assist di Quagliarella non viene agganciato sottoporta da Maxi Lopez. Da questi episodi, uniti ad alcuni tocchi di mano non ravvisati dall’arbitro fanno capire che stasera non sarà serata. Al 34’ i granata beneficiato di una punizione per un fallo di mano al limite dell’area: ci prova Quagliarella ma il suo tiro è deviato in angolo e sulla battuta dall’angolo dopo una mischietta in area il pallone perviene a Maxi Lopez che non riesce a calciare a porta vuota. E’ sempre il Toro a condurre le danze, ma a centrocampo non si accende la luce (El Kaddouri) che potrebbe cambiare la giocata, manca quel tiro sporco che da tiro sbagliato si trasformi in gol impossibile; lo Zenit si fa vedere al 41’, ma Rondon sparacchia da favorevole posizione a lato di parecchio. Si va alla ripresa ed il Toro segna al 4’, ancora una punizione di Farnerud, sbuca Glik sul secondo palo, incornata e gol, ma l’arbitro nega il vantaggio per fuorigioco. I granata caricano, incornano, sbuffano, ma non passano, al 33’ poi… due clamorose occasioni gol vengono sventate da Lodygin, la prima su colpo di testa di Martinez, subentrato a El Kaddouri e la seconda su battuta di Gazzi, sche respinge sulla linea bianca. Ventura cerca di far legna con quel poco che ha a disposizione in panchina e dopo essersi inventato Bovo centrocampista al posto di Farnerud acciaccato al ginocchio, e Martinez come trequartista, butta nella mischia anche Amauri e proprio l’italo-brasiliano al 44’ sfrutta a dovere una punizione di Bovo e impegna Lodygin. Quando già le ugole della Maratona si stanno affievolendo, ecco il gol della speranza al 45’ , unito ai 6 minuti di recupero concessi dall’arbitro, ancora di capitan Glik che da un corner incorna alla perfezione e confeziona l’1-0. I granata cercano di sfruttare i minuti di recupero e al 47’ ancora un colpo di testa di Mazi Lopez viene fermato sulla linea di porta e su questo tiro finiscono le speranze del Torino di acciuffare i supplementari. Nei tre minuti restanti lo Zenit amministra pallone e tempo e alla fine lo stadio, mentre Villas-Boas battibecca con Ferri, non può che tributare un lungo meritato applauso alla Ventura band e al suo condottiero.
TORINO – ZENIT S. PIETROBURGO 1-0
TORINO (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Farnerud (st 18' Bovo), Gazzi, El Kaddouri (st 31' Martinez), Molinaro; Maxi Lopez, Quagliarella. A disp.: Castellazzi, Jansson, Silva, Masiello, Amauri. All.: Ventura
ZENIT (4-2-3-1): Lodygin, Smolnikov, Neto, Garay, Criscito; Witsel, Tymoshchuk; Shatov (st 36' Ryazantzsev), Danny (st 41' Lombaerts), Hulk; Rondon. A disp.: Balburin, Rodic, Moglevets, Sheydaev, Zuev. All.: Villas-Boas
ARBITRO: Matej Jug (SVN)
MARCATORI: st 45' Glik
AMMONITI: Molinaro, Tymoshchuk, Criscito, Neto, Danny, Quagliarella, Lodygin, Gazzi, Smolnikov
19 marzo 2015

fontefoto: torinofc.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it