altMolte occasioni da gol create dai granata. La gara decisa da due rigori, su decisioni molto dubbie di Calvarese, realizzati da Berardi e Quagliarella

Franco Brunetti

Le partite giocate a mezzogiorno sono proprio indigeste al Torino che anche oggi non è riuscito ad andare oltre al pareggio contro il Sassuolo. Questa volta però i granata hanno creato molte occasioni da gol vanificate però dalle parate, alcune veramente importanti di Consigli. Per di più ci si è messo pure l’arbitro Calvarese a complicare le cose, decretando due rigori inesistenti, uno per parte e non sentendosela di decretarne un altro a favore dei granata per una spinta in area di Cannavaro a Quagliarella alla mezz’ora del secondo tempo. Il Torino oggi aveva assolutamente bisogno della vittoria per avvicinarsi a quel sesto posto che significherebbe Europa League, ma non c’è riuscito, avrebbe vinto ai punti ma è una magra consolazione. Ventura nel mandare in campo la formazione iniziale tiene conto dei sei diffidati in casa granata facendo riposare Maksimovic e Gazzi e dovendo già rinunciare anche a El Kaddouri squalificato, a centrocampo schiera Vives con Farnerud a sinistra e Banassi a destra. In difesa Bovo al posto di Maksimovic con un po’ a sorpresa Molinaro e non Bruno Peres in campo, con Darmian, anche se bisognoso di riposo, a presidiare le fasce. Di Francesco sull’altro fronte schiera la difesa a tre rilanciando sulla fascia  Lazarevic. Il Sassuolo parte pressando subito alto per impedire il classico gioco dei granata che amano partire con lo scambio palla tra i difensori, ma è la squadra di Ventura a piazzare i primi tiri verso la porta di Consigli con Farnerud e Quagliarella. Con il passare dei minuti il Torino aumento il ritmo e al 18’ Consigli deve opporsi con i pugni ad un gran tiro di Benassi, poi è Martinez ad avere due buone opportunità, al 24’ prende il tempo a Cannavaro raccogliendo un assist di Benassi, ma il suo tiro finisce sull’esterno della rete e poi un minuto dopo ancora una grande azione del venezuelano costringe Consigli al primo grande intervento della partita. Il Sassuolo si affida alla verve di Berardi e alla velocità di Lazarevic che costringe Molinaro a rimanere inchiodato in  difesa , Padelli al 29’ blocca con sicurezza un tiro dopo uno scambio tra i due. Il Torino ha una ghiotta occasione al 32’ fulminea ripartenza di Vives che apre per Benassi, ma Consigli uscito al limite dell’area si oppone alla grande, poi altra chance per Martinez che però tira alto. Sul finire del primo tempo si sveglia Zaza, un suo tiro potente dalla sinistra ad incrociare sorvola al 39’ si poco la traversa, poi allo scoccare del 45’ entra in scena Calvarese che punisce un intervento di Glik, che in realtà resta fermo, su Floro Flores, il napoletano vola in area e dopo un attimo di esitazione Calvarese decreta il rigore, che Berardi realizza al 46’ spiazzando Padelli. Quando i granata ritornano in campo si vede subito che schiumano rabbia e hanno voglia di rimettersi in gioco, Bovo al 5’ ha l’occasione per segnare sugli sviluppi di un angolo, ma spara altissimo. Ventura al 9’ manda in campo Maxi Lopzez e Bruno Peres al posto di martinez e Molinaro, cercando di forzare i tempi e al 13’ i granata fruiscono a loro volta di un calcio di rigore (compensativo?) per un contrasto in area di Floro Flores su Glik, Quagliarella dal dischetto realizza con freddezza riaprendo la partita. Il Torino sa che il pareggio serve a poco e continua a premere sciorinando al 16’ la più bella zione della partita, tutto di prima, ripartenza di Benassi, palla a Quagliarella che allarga a Maxi Lopez ma ancora una volta Consigli si distende e mette in angolo. Sugli sviluppi del corner ancora palla Bovo che alza ancora sopra la traversa. Il Torino incomincia a sentire la stanchezza e appare meno incisivo, ma non desiste dall’attaccare. Al 32’ il contrasto in area tra Cannavaro e Quagliarella con spinta del difensore che fa cadere il granata in area, ma l’arbitro non se la sente di fischiare il secondo rigore. I granata cercano di buttare il cuore oltre l’ostacolo e ancora una volta è Quagliarella a cercare il gol al 42’, cross di Basha in area leggermente sporcato, palla a Quagliarella che tira prontamente ma Consigli si distende e compiendo un’altro miracolo devia in angolo, poi asl 46’ l’ultima occasioe per il Toro, pun izione dalla trequarti battuta a sorpresa per Farnerud che si era spinto in area, ma Brighi all’ultimo riesce a contrarlo, sventando l’ultimo pericolo.
TORINO-SASSUOLO 1-1
SASSUOLO (3-4-3): Consigli; Peluso, Acerbi, Cannavaro; Lazarevic, Brighi, Taider (17' st Biondini), Longhi; Berardi (36' st Floccari), Zaza, Floro Flores (26' st Sansone). A disp.: Pomini, Celeste, Chibsah, Bianco, Fontanesi, Caselli, Lazarevic. All.: Di Francesco.
TORINO (5-3-2): Padelli; Darmian, Bovo, Glik, Moretti, Molinaro (9'st  Peres); Benassi (25' st Basha), Vives, Farnerud; Martinez (9' st Maxi Lopez), Quagliarella.  A disp.: Castelazzi, Ichazo, Maksimovic, Jansson, Gazzi, Gonzalez, Amauri. All. Ventura.
ARBITRO: Calvarese di Teramo
MARCATORI:  46' pt Berardi (rig.), 13’ st Quagliarella (rig.)
AMMONITI: Berardi,Vives, Acerbi, Farnerud, Basha

19 aprile 205

fontefoto: Torino Fc


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it