Il Chievo batte i granata 1-0, con un gol di Castro nel secondo tempo. Partita senza ritmo ed idee dei granata, che non tirano mai in porta

Franco Brunetti

Prima battuta d’arresto del Torino in campionato contro mil Chievo Verona; partita decisamente sottotono dei granata soprattutto nel primo tempo dove a vincere è la noia. Giampiero Ventura ripresenta la stessa formazione che aveva brillantemente sconfitto la Sampdoria domenica con la sola eccezione di Martinez al posto di Belotti, mentre Maran fa più turnover, cambiando quattro giocatori rispetto alla gara contro l’Inter, ma i risultati sono comunque impalpabili. Pronti via e la prima fiammata è di marca granata, al 2’c’è un’azione prolungata del Torino che dalla destra fa arrivare palla a Molinaro, il cross dell’esterno è destinato alla testa di Martinez che impatta male il pallone mandandolo alto sopra la traversa. Il Chievo pressa molto alto e toglie fiato e idee ai granata che non riescono a ripartire, il solito giro palla tra i tre difensori non trova sbocchi in avanti per lo scarso apporto dei centrocampisti e quando appoggiano la palla indietro a Padelli, il portiere sbagli rilanci a ripetizione regalando qualche brivido ai tifosi granata che malgrado il giorno feriale non hanno perso l’occasione per seguire la propria squadra anche in trasferta. Gli avanti del Chievo comunque non impensieriscono assolutamente la retroguardia granata che si conferma sempre granitica. Verso il decimo minuto sembra che la partita prenda ritmo, è sempre Bruno Peres a creare scompiglio avanzando e accentrandosi, il suo tiro è parato ma non trattenuto da Bizzarri, ma Quagliarella non riesce a intervenire perché anticipato da un difensore. E’ comunque un fuoco di paglia, perché il ritmo si abbassa quasi subito e si ritorna al solito tran – tran, che non produce emozioni fino alla fine del primo tempo. Alla ripresa del gioco i granata si presentano portandosi subito in attacco, il cross di Baselli al 1’ è per la testa di Martinez che però non ci arriva; i granata provano a spingere sull’acceleratore ma manca precisione nei passaggi, manca velocità nel pensare e velocità nell’eseguire, manca la determinazione per poter far male all’avversario. Avversario che si fa vivo all’8’ con Paloschi che con un tiro improvviso impegna Padelli, che però non trattiene la palla, Bruno Peres poi allontana. Un minuto dopo la prima azione pericolosa per la Ventura – band, il diagonale di Molinaro sul palo lungo esce di un soffio e a Quagliarella non riesce il tap-in vincente. L’idea della pochezza della partita lo dà un dato statistico, il primo calcio d’angolo della gara lo battono al 12’ i granata. La gara comunque sembra decollare ed è il Chievo ad impegnare ancora Padelli al 14’ con un tiro di Paloschi, che ora duetta con un nuovo compagno d’attacco, l’ex granata Meggiorini entrato al posto di Pellissier. E proprio un fallo di Glik su Meggiorini, provoca una punizione ai vertici dell’area; batte Meggiorini sul secondo palo, ma Castro e Cesar non riescono ad intervenire di testa salvando Padelli. Meggiorini fa la differenza e al 29’ si produce in una rovesciata acrobatica su cross di Hetemaj mandando la palla a sibilare vicino al palo. Sono le avvisaglie del gol che arriva puntuale al 31’ su una verticalizzazione di MeggioriniIl Chievo festeggia, Castro raccoglie palla, semina Glik fuori posizione e supera Moretti con una sterzata e di destro fredda Padelli che non riesce a chiudergli lo specchio della porta. Ci si aspetta  una reazione dei granata, Ventura manda in campo Zappacosta al posto di Bruno Peres acciaccato e Benassi al posto di Baselli, ma la musica non cambia; i granata continuano nel loro tran - tran senza accelerazioni anche perché l’attacco è fermo, Quagliarella non ne ha più ed il gallo  Belotti che ha preso il posto di Martinez non fa chicchirichì. Forse serviva Maxi Lopez, forse …, ma coi forse non si fanno punti.
CHIEVO – TORINO 1-0
CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Cacciatore (st 21' Gobbi); Pinzi, Hetemaj, Castro; Birsa ( 34' st Rigoni); Paloschi, Pellissier (9' st Meggiorini). A disp.: Seculin, Bressan, Gamberini, Sardo, Mattiello, Christiansen, Pepe, Inglese. All.: Maraner (Maran squalificato)
TORINO (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Peres (34' st Zappacosta), Acquah, Vives, Baselli (34' st Benassi), Molinaro; Martinez (24' st Belotti), Quagliarella. A disp.: Castellazzi, Ichazo, Silva, Jansson, Prcic, Obi, Maxi Lopez, Amauri. All.: Ventura
ARBITRO: Celi di Bari
MARCATORE: 31’ st Castro
AMMONITI: Peres, Pinzi, Acquah, Gobbi, Bovo
23 settembre 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it