Primo tempo dominato dai granata che vanno a segno allo scadere su autogol di  Gonzalez. Ad inizio ripresa uno spettacolare gol di Benassi chiude la gara. L’espulsione di Molinaro riapre il match ed il Palermo segna con  Gonzalez. I granata finiscono in nove per l’espulsione di Obi, ma reggono al forcing finale della squadra di Iachini.

Franco Brunetti

Il Toro si butta alle spalle la prestazione di Verona e piega il Palermo per 2-1 dopo una partita bella, carambolesca, emozionante e ricca di suspense fino al 95’. Ventura come previsto butta nella mischia Maxi Lopez per dare più consistenza all’attacco e sulla corsia destra schiera forzatamente, visto l’infortunio di Bruno Benassi festeggiato dai compagni dopo il suo strepitoso golPeres, Zappacosta. Iachini rinuncia a Gilardino, in panca e punta su Vazquez trequartista dietro Trajkovski e Quaison. I granata salgono subito sulla tolda di comando e gestiscono la gara con tranquillità anche se di occasioni limpide da rete non ne scaturiscono, ci prova il solito Quagliarella, oggi molto attivo, al 10’, parata facile dell’ex Sorrentino e al 16’ cercando di sfruttare una grande giocata in profondità di Vives, palla che si alza sopra la traversa. Il Palermo è arroccato in difesa e mette tutti i suoi effettivi dietro la linea della palla, ma si sveglia al 27’ quando Daprelà prende il tempo a Zappacosta e di testa manda alto sopra la traversa. Nuovo pericolo al 29’, con la difesa granata un po’ distratta, è Chocev, ad alzare di testa sopra la traversa e al 39’ quando il Palermo va vicinissimo al gol: calcio di punizione di Trajkovski palla che sbatte sull’incrocio dei pali con Padelli battuto. Ad un minuto dal quarantacinquesimo ecco il gol granata, l’azione è da manuale e copre tutta l’ampiezza del campo, Quagliarella appoggia a Vives, che mette in azione Baselli che allarga su Molinaro, il cross di quest’ultimo è intercettato da Gonzalez pressato da Maxi Lopez, che accompagna il pallone in rete anche se non lo sfiora, di testa. Toro in vantaggio al riposo. La ripresa vede i granata passare subito sul 2-0 grazie ad un gol strepitoso di Benassi: 2’ la palla viaggia da Bovo a Vives a Maxi Lopez che lancia in profondità sulla corsia di destra dove galoppa Benassi, l’azzurrino colpisce al volo, piegandosi quasi in caduta e spedisce la palla là dove Sorrentino, proteso in tuffo, non può arrivare. Gol bellissimo, strepitoso, da cineteca, stadio in delirio. Il Toro sembra essersi liberato di tutte le zavorre mentali e gioca in scioltezza e a memoria, continuando a costringere il Palermo sulla difensiva, al 6’ un’incursione di maxi Lopez viene rimpallata ed il successivo tentativo di Zappacosta produce un angolo, ma si complica la vita al 17’, Molinaro già ammonito in precedenza, frena una ripartenza palermitana con un abbraccio, nuova ammonizione e cartellino rosso. Dentro Gaston Silva fuori Maxi Lopez. Poco dopo si infortuna Baselli al ginocchio sinistro, Ventura cambia il centrocampo facendo entrare Obi e poi Acquah, aggiungendo muscoli in mediana, il Toro cerca di serrare i ranghi, ma al 26’ Gonzalez su cross di Vazquez di testa batte Padelli, riaprendo i giochi. Il Toro si abbassa, il Palermo ora comanda la gara, 31’ Quaison di testa alza sopra la traversa. Scatta in qualche occasione il contropiede dei granata soprattutto con i nuovi entrati, al 34’ Obi lancia Quagliarella ma Sorrentino para facilmente, al 39’ Acquah serve Quagliarella tiro alto. Palermo in avanti cercando di sfruttare la fasce, 40’ altro colpo di testa di Chocev, ma Padelli c’è. Quando ormai la gara si avvia ai titoli di coda, ecco l’altra svolta,  Obi falcia Vasquez e l’arbitro estrae il rosso diretto. Granata in nove uomini per l’ultimo minuto di gara e per i cinque minuti di recupero.  Ora è paura, di buttare a mare quanto costruito fin’ora, la traversa trema al 47’ sull’ennesimo colpo di testa questa volta di Struna, ma la porta di padelli resiste. Finale di gara rovente, dalla panchina rosanero viene espulso Sicignano allenatore dei portieri, ma i granata resistono all’ultimo assalto del Palermo portando in salvo i tre punti che lo proiettano nuovamente, in attesa della partita Inter – Fiorentina, al secondo posto in solitaria.
TORINO – PALERMO 2-1
TORINO (5-3-2): Padelli; Zappacosta, Bovo, Glik, Moretti, Molinaro; Benassi (25' st Acquah), Vives, Baselli ( 22' st Obi); Maxi Lopez (16' st Gaston Silva), Quagliarella. A disp.: Ichazo, Castellazzi, Jansson, Prcic, Amauri, Martinez, Belotti. All. Ventura.
PALERMO (3-4-1-2): Sorrentino; Struna, Gonzalez, El Kaoutari; Rispoli (6' st Gilardino), Hiljemark, Chocev, Daprelà (29' st Lazaar); Vazquez; Quaison, Trajkovski (36' st La Gumina). A disp: Alastra, Colombi, Vitiello, Andelkovic, Goldaniga, Maresca, Brugman, Jajalo, Cassini. All: Iachini
ARBITRO: Mariano di Aprilia
MARCATORI: 44' Gonzalez (aut.), st 3' Benassi
AMMONITI: Rispoli, Bovo, Molinaro, Vazquez,  Struna, Padelli, Quaison, El Kaoutari
ESPULSI: 17' st Molinaro, 46' st Obi
27 settembre 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it