I granata pareggiano 1-1 contro la Lazio, ma disputano una grande partita fallendo diverse occasioni gol tra cui un rigore con Immobile. Al gol di Baselli nel primo tempo replica nella ripresa Biglia su rigore

Franco Brunetti

Anche stavolta l’ora di pranzo non porta fortuna al Torino, anche questa volta la msquadra di Ventura non è riuscita ad andare oltre ad un pareggio, ma con tante recriminazioni. I granata opposti all’Olimpico contro la Lazio, sfoderano una gara tutta sostanza, ritmo, gioco (soprattutto nel primo tempo) ma non riescono a Il disappunto di Immobile per il rigore fallitoconcretizzare le occasioni da gol che capitano sui piedi dei suoi attaccanti, soprattutto a Immobile. Ventura ripresenta il solito Toro come schema tattico, con la novità però di Benassi a sinistra al posto di Baselli e Molinaro esterno di sinistra con Bruno Peres che riprende il suo posto naturale a destra, ma rinnovato nello spirito e nella testa. Pioli mette in campo la formazione prevista con Felipe Anderson a ridosso delle due punte Djordjevic e Klose. I granata partono subito forte e mettono in soggezione la Lazio e si impossessano subito del centrocampo, tanto da costringere Pioli ad operare ben due sostituzioni nell’arco del primo tempo per cercare di tamponare la situazione. Bruno Peres e Molinaro spingono bene sulle fasce, ma anche Acquah e Benassi giocano buoni palloni, così sia Immobile che Belotti hanno buone palle da sfruttare; il primo acuto arriva al 12’ Acquah da posizione defilata sulla destra va alla conclusione al volo su invito di Immobile, Marchetti respinge come può, sul pallone si avventa Belotti che da due passi non sbaglia. Il Torino gioca bene in velocità e prende d’infilata la difesa laziale che tre minuti dopo corre un altro pericolo, ma il lancio di Benassi per Immobile è fuori misura e Marchetti può tranquillamente far sua la palla. I granata potrebbero chiudere la partita al 21’ Cataldi atterra Belotti al limite dell’area e l’arbitro decreta il rigore, sul dischetto va Immobile che anche questa volta, è la seconda consecutiva, manda alto sopra la traversa. Il Toro non si demoralizza e un minuto dopo Marchetti deve uscire in scivolata fuori dalla propria area toccando la palla con il braccia, ma l’arbitro non se ne avvede e lascia proseguire. Altra occasione d’oro per Immobile al 33', Immobile è scatenato, ruba palla a Biglia a centrocampo e, dopo aver saltato un paio di avversari, complice anche un rimpallo favorevole va alla conclusione di esterno destro, la palla che esce di un niente. Tre occasioni d’oro, ma bottino misero, solo un gol. Nella ripresa cresce leggermente la Lazio, mentre i granata incominciano ad accusare un po’ di stanchezza per il gran lavoro svolto nel primo tempo, ma non per questo cessano di essere pericolosi: al 16’ Acquah lancia Peres sulla destra, assist del brasiliano per Belotti solo al centro dell'area ma l'attaccante di destro spara alto. La Lazio incomincia ad alzare il suo baricentro e al 23’ colpisce il palo lontano con un tiro di Parolo da posizione defilata e al 24’ è Padelli con un volo plastico a togliere la palla dal sette su punizione di Biglia. Cresce ancora la Lazio e al 26’ Molinaro è bravo ad intercettare un cross di Klose spedendo la palla sopra la traversa. Ma il gol è nell’aria e arriva al 36’ Keita s’incunea tra Molinaro e Moretti e Molinaro lo stende: rigore che Biglia trasforma spiazzando Padelli. Ultime fiammate granata, 37’ Immobile, che cerca il riscatto entra in area, sulla sinistra, mette a sedere Marchetti ma poi calcia addosso al portiere. Il Torino rischia la beffa al 44’ Glik si avventura in dribbling sciagurato e perde palla, Keita ne approfitta entra in area ma viene fortunatamente chiuso dall’uscita di Padelli. L’ultima palla gol capita in pieno recupero sui piedi di Zappacosta, subentrato a Bruno Peres, al 47’ il cross di Immobile dalla sinistra è perfetto, non altrettanto il tiro del terzino che solo in area spara alle stelle. Si chiude così 1-1, un pareggioo che non cambia di molto la situazione in classifica delle due squadre, ma che può soddisfare ampiamente Ventura perché oggi ha ritrovato la squadra che vuole lui.
TORINO – LAZIO 1-1
TORINO (5-3-2): Padelli; Peres (35' st Zappacosta), Maksimovic, Glik, Moretti, Molinaro; Acquah, Vives (40' st Obi), Benassi (34' st Baselli); Belotti, Immobile. A disp.: Ichazo, Castellazzi, Bovo, Silva, Farnerud, Martinez, Maxi Lopez. All.: Ventura
LAZIO (4-3-1-2): Marchetti; Konko, Hoedt, Bisevac, Lulic (40' pt Braafheid); Parolo, Biglia, Cataldi (40' pt Milinkovic-Savic); Anderson; Djordjevic, Klose (28' st Keita). A disp. Berisha, Guerrieri, Morrison, Onazi, Kishna, Mauri, Candreva, Matri. All. Pioli.
ARBITRO: Massa di Imperia
MARCATORI:  12' pt  Belotti, 33' st Biglia (rig.)
AMMONITI: Vives, Peres, Konko, Acquah, Parolo
NOTE: 21’ pt Immobile calcia alto un rigore
6 marzo 2016

Fontefoto: Torino FC


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it