I granata chiudono il campionato sconfitti 2-1 dall’Empoli: a segno Maccarone e Zielinski, il gol della speranza granata è di Obi

Franco Brunetti

Si chiude con una sconfitta per 2-1 contro l’Empoli, il campionato del Torino. Campionato con più ombre che luci, confermate anche dalla prestazione di oggi. Ventura ripropone Jansson al centro della difesa, spostando Glik al posto dello squalificato Bovo, tenendo Maksimovic in panchina; a centrocampo scelte quasi obbligate con Gazzi al posto dello squalificato Vives con Obi sulla sinistra e Baselli sulla destra, esterni Zappacosta a destra e Bruno Peres a sinistra; in avanti Martinez e Belotti con Immobile in panchina. Inizio gara abbastanza spigliato dei granata che però al 13’ vanno sotto di un gol, scambio Pucciarelli Saponara che imbecca Maccarone libero a centro area ed il bomber dell’Empoli lascia partire un bolide che sbatte sul palo interno e s’infila in rete. Il Toro comunque dimostra di essere in partita anche se il ritmo della gara è abbastanza compassato, il primo tiro in porta lo effettua Zappacosta al 25’, ma la palla subisce una deviazione e si spegne a lato. Quando l’Empoli riparte riesce sempre a creare pericoli, al 31’ Padelli ci deve mettere i pugni su una staffilata di Zielinski. Occasione gol al 34’ per il Torino, Belotti inizia la ripartenza e allarga per Martinez che lascia a Bruno Peres, il tiro del brasiliano è deviato dal portiere, palla a Belotti per un facile tap in, che altperò spara alto. I granata insistono alla ricerca del pareggio, al 37’ ripartenza del Torino, palla a Martinez che viene messo giù al limite dell’area, della punizione si incarica Zappacosta, ma il suo tiro incoccia il montante alla destra di Pugliesi, mentre al 46’ è la traversa a dire no al tiro di Martinez che aveva scavalcato il portiere empolese. Nel frattempo al 38’ il Torino aveva perso Baselli, vittima di uno stiramento al polpaccio, al suo posto Benassi. La ripresa vede i granata aumentare il ritmo e al 2’ Jansson si sgancia, anticipa a centrocampo un avversario e va al tiro, ma la palla si spegne di poco a lato. Bruno Peres quando parte in accelerazione semina il panico, al 5’ il brasiliano scende sulla sinistra e mette in mezzo, Martinez fa velo, rimpallli e palla ancora a Bruno Peres che da posizione defilata a fondo campo colpisce il palo, poi la difesa dell’empoli spazza. L’Empoli però non sta a guardare, al 6’ con tre passaggi mette Maccarone nella condizione diu tirare, palla sull’esterno della rete. La partita è viva e l’Empoli raddoppia al 7’, Bruno Peres sbaglia un passaggio, intercetta il polacco che resiste al ritorno di Obi, al suo primo gol in maglia granata e batte Padelli. Il Toro reagisce con convinzione,m Glik si spinge in attacco, allarga per Zappacosta, un secondo tempo in crescendo il suo, che crossa, testa do Obi e il trentanovenne Pugliesi all’esordio in serie A è battuto. Il portiere dell’Empoli no si fa sorprendere da un tiro di Benassi al 12’ e interviene con sicurezza al 13’ anticipando Martinez che cercava il gol in scivolata. Neanche l’ingresso di Immobile dà però la scossa sperata da Ventura, ci prova nuovamente Belotti su cross di zappa costa, ma viene anticipato da Pugliesi. Poi al 26’ è padelli a fermare un duetto tra Saponara e Pucciarelli. L’ultima chance per pareggiare il Torino l’ha al 44’ quando Belotti viene leggermente spinto in area di rigore e chiede vanamente il penalty. I cinque minuti di recupero non modificano l’inerzia del match. Si chiude così un campionato tribolato per i granata che non riescono a raggiungere la parte destra della classifica, mentre l’Empoli conquista la decima posizione con relativi milioni di euro in più, raggiungendo anche la miglior posizione in serie A della sua storia. Ora archiviata la stagione, è tempo di pensare a programmare il futuro, con Ventura? senza Ventura? Con quali giocatori? I senatori hanno ormai raggiunto l’età della rottamazione, ma i giovani hanno dimostrato che il loro processo di crescita non è ancora giunto a compimento, la base su cui lavorare comunque c’è, anche se sono in preventivo alcune partenze eccellenti, ma bisognerà lavorare con accortezza per dare al collettivo una guida sicura in campo ed mantenerla anche in panchina.
EMPOLI - TORINO 2-1
EMPOLI (4-4-2): Pugliesi; Zambelli, Cosic, Costa, Mario Rui; Zielinski, Paredes (17' st Maiello), Croce, Saponara (28' st Krunic); Maccarone (31' st Piu), Pucciarelli. A disp.: Pelagotti, Giacomel, Damiani, Bittante, Fantacci, Tonelli, Camporese, Ariaudo, Tchanturia. All.: Giampaolo.
TORINO (3-5-2): Padelli; Glik, Jansson, Moretti; Zappacosta, Baselli (39' pt Benassi), Gazzi, Obi (26' st  Farnerud), Peres; Martinez (15' st Immobile), Belotti. A disp.: Castellazzi, Ichazo, Molinaro, Acquah, Maksimovic. All.: Ventura
ARBITRO: Saia di Palermo
MARCATORI: 13' pt Maccarone, 7' st Zielinski, 11' st Obi
AMMONITI: Obi, Paredes
15 maggio 2016

fontefoto: Ttorino FC


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it