I granata battuti dall’Inter 2-1. Gol di Icardi nel primo tempo e pareggio di Belotti nella ripresa, a due minuti dalla fine il bomber nerazzurro firma la vittoria

Franco Brunetti

Il Torino interrompe la striscia di successi o pareggi o comunque buone prestazioni con le grandi del campionato incappando in una sconfitta in quel di Milano con la derelitta, fino a poco prima della partita, Inter. La squadra di Mihajlovic si presenta a San Siro rinnegando il credo del suo mister, baricentro bassissimo, tutti a altrincorrere la palla con un centrocampo “nuovo” rispetto a quello pimpante visto contro la Lazio, dentro infatti Obi e Acquah al posto di Baselli e Banassi. In avanti il solo Belotti si danna l’anima come sempre, Iago Falque è impalpabile e Ljalic non riesce a rendersi pericoloso, perché la squadra si preoccupa quasi esclusivamente di difendere e non  di imporre il suo gioco e attaccare. Il risultato è un primo tempo amaro per i granata che subiscono la pressione dell’Inter, i nerazzurri vincono nel possesso palla e costruiscono molte più occasioni dei granata che nel primo tempo tirano una sola volta in porta con Acquah. Dai e dai i granata prendono anche il gol, al 35’ filtrante di Candreva sul quale non arriva Icardi, ma Hart in uscita bassa non trattiene la sfera e il rimpallo favorisce l’attaccante nerazzurro che insacca. Ljalic su punizione potrebbe ridare fiato al Torino ma la sua punizione si spegne sulla barriera. Mihajlov nell’intervallo cambia, dentro Maxi Lopez fuori Iago Falque e la fisionomia della gara cambia, il Torino è più spregiudicato e si fa avanti. La musica diventa migliore con l’ingresso di Benassi e al 17’ i granata reclamano peruna trattenuta in area di Miranda su Maxi Lopez, sarebbe rigore, ma non per l’arbitro che fa proseguire. Poco male il gol del pareggio arriva al 18’, dopo che poco prima Hurt aveva respinto una staffilata di Brozovic, ed è da comica di Ridolini, Ansaldi e Murillo si sgambettano tra di loro e danno via libera a Belotti che entrato in area di potenza trafigge Handanovic con un diagonale perfetto. Al 21’ è l’Inter a imprecare, Candreva crossa dalla destra, Icardi di testa fa da sponda per Brozovic che da pochi centimetri dalla linea di porta  colpisce Moretti voltato di spalle, palla murata sulla linea. Entra anche Baselli ma è l’Inter a pescare il jolly al 43’ Icardi difende palla in area dall’attacco di Benassi, si gira e con un siluro di destro la infila sotto il sette, tiro imparabile per Hart. Finale con giallo: a pochi minuti dalla fine Ljalic abbandona il campo e va direttamente negli spogliatoi forse per qualche rimprovero del tecnico non gradito. Il tecnico lo segue poco dopo perdendosi così gli ultimi scampoli di partita, per un chiarimento a quattr’occhi.
INTER-TORINO 2-1
INTER (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Joao Mario, Banega; Candreva, Icardi, Eder (29’ st Palacio). A disp.: Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Santon, D'Ambrosio, Miangue, Yao, Gnoukouri, Perisic, Gabriel Barbosa, Jovetic. All. De Boer.
TORINO (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Barreca; Acquah (14' st Benassi), Valdifiori, Obi (31' st Baselli); Iago Falque (1' st Maxi Lopez), Belotti, Ljajic. A disp.: Padelli, Cucchietti, Bovo, Ajeti, Lukic, De Silvestri, Vives, Martinez, Boyé. All.: Mihajlovic
ARBITRO: Massa di Imperia
MARCATORI: 35’ pt Icardi, 18’ st Belotti, 43’ st Icardi
AMMONITI Valdifiori, Maxi Lopez, Benassi, Belotti
26 ottobre 2016

Fonte foto TorinoFC


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it