Il Torino perde contro l’Udinese 2-1, i primi ad andare in gol sono i granata con Benassi poi la rimonta friulana con Thereau e Zapata. Nel finale la magia di Ljaljic riporta la partita in parità

Franco Brunetti

Dolcetto o scherzetto? Nella notte di Halloween il Torino nel Dacia Arena di Udine assapora il dolcetto con un primo tempo portato avanti in scioltezza e impreziosito dal bellissimo gol di Benassi al 14’, alla prima proiezione offensiva, ma nel secondo tempo rischia di subire lo scherzetto dell’Udinese che il tecnico Del Neri ridisegna altcon alcuni cambi azzeccati e che s’impadronisce del campo e rifila due pappine alla incerta difesa del Toro, che solo grazie ad una perla di Ljaljic riesce in extremis a pareggiare. Sinisa Mihajlovic rispetto alla disastrosa prova contro l’Inter cambia quattro pedine, De Silvestre al posto di Zappacosta in difesa, centrocampo tecnico con Benassi e Baselli a fianco di Valdifiori ed in attacco Boyè prende il posto di Iago Falque. La multinazionale dell’Udinese, nessun italiano in campo, prende il possesso palla, mentre i granata attendono sornioni il momento propizio per affondare una ripartenza letale e subiscono il primo tiro in porta al 12’, combinazione Thereau-Kums, ma la palla sorvola la traversa. Alla prima occasione i granata, che fin qui avevano dato sfoggio di ottimo palleggio e qualche interessante triangolazione vanno in gol, 15’ azione molto bella iniziata da Ljaljic che difende bene un pallone, lo appoggia a Belotti che si destreggia tra Danilo e Jankto  e fa partire un filtrante per Benassi che davanti a Karnezis non sbaglia. L’Udinese è poca cosa in attacco, più fumo che arrosto, il più pericoloso Zapata bviene fermato con le buone o con le cattive da Moretti e Thereau non incide sulla partita, così il Torino può giocare in scioltezza, praticando un buon calcio e dando l’impressione di poter andare in gol in qualsiasi momento, al 22’ una combinazione Benassi-Belotti porta il Gallo al tiro ma Karnezis si salva. Si rivede l’Udinese al 32’ Zapata per Fofana che mette a lato. La risposta del Torino è immediata Boyè per Benassi e la difesa si rifugia in angolo. Brivido al 41’ quando moretti sbaglia un intervento e favorisce la ripartenza dei bianconeri friulani, Fofana va al tiro sul quale si immola De Silvestri. Primo tempo bello e scoppiettante con i granata che rimediano ben tre ammonizioni per fermare le folate bianconere. Nella ripresa Mihajlovic deve subito rinunciare a Valdifiori, toccato duro all’anca sul finire del primo tempo, dentro Lukic, mentre Del Neri mette in campo Perica e Hallfredsson, fuori Kums e De Paul e la partita cambia, anche se al 3’ sono ancora i granata a rendersi pericolosi con un tiro a giro di Belotti imbeccato da Barreca. Al 15’ l’Udinese pareggia, cross vincente di Widmer, Rossettini perde Thereau che di testa infila la palla alla spalle di Hurt, poi al 17’ ancora un tiro di fofana parato da Hurt. Mihajlovic decide di passare al 4-3-1-2 inserendo Maxi Lopez al posto di Boyè e mettendo Ljaljic alle loro spalle, ma la situazione non cambia, Udinese sempre più determinata e granata incapavci di costruire pericoli per la porta di Karnezis. Il monologo friulano continua e poco dopo si concretizza, Zapata guadagna un angolo, poi Fofana lo serve, ma Zapata si fa murare in angolo da Hart. Sull corner successivo al 26’  l'Udinese trova il gol, Wague salta più alto di tutti e prende il palo, ma nei rimpalli tra Barreca e Zapata ha la meglio Zapata che col tacco mette in rete il 2-1. Il Toro non ci sta, ci prova Belotti al 29’ su assist di Benassi ma il suo colpo di testa è fuori, sale in cattedra allora Ljaljic che con un gran diagonale al 32’ su assist di De Silvestre porta la partita nuovamente in parità. Mihajlovic sostituisce l’esausto De Silvestre con Zappacosta e proprio un fallo subito dal terzino e non rilevato da Tagliavento fa infuriare il tecnico granata che guadagna anticipatamente gli spogliatoi espulso. Il finale è tutto di marca bianconera, al 45’ spiovente di Fofana e colpo di testa di Badu da poco entrato, con palla sul fondo, 48’ Badu scende sull’out destra e pennella un passaggio al centro per Zapata che angola troppo il tiro e la palla esce accarezzando il palo alla destra di Hurt. Il mal di trasferta del Torino continua, ma soprattutto continuano le amnesie difensive sui colpi di testa degli avversari. Dolcetto o scherzetto?
UDINESE – TORINO 2-2
UDINESE (4-3-3): Karnezis; Widmer, Wague, Danilo, Felipe; Fofana, Kums (1’ st Perica), Jankto (29’ st Badu); De Paul (1’ st Hallfredsson), Zapata, Thereau. A disp.: Scuffet, Perisan, Samir, Angella, Matos, Adnan, Heurtaux, Lucas Evangelista, Balic. All. Delneri
TORINO (4-3-3): Hart; De Silvestri (36’ st Zappacosta), Rossettini, Moretti, Barreca; Benassi, Valdifiori (2’ st Lukic), Baselli; Boyè (19’ st Maxi Lopez, Belotti, Ljajic. A disp.: Padelli, Cucchietti, Bovo, Acquah, Zappacosta, Falque, Martinez, Vives, Obi, Ajeti. All.: Mihajlovic
ARBITRO: Tagliavento
MARCATORI: 15’ pt Benassi, 15’ st Thereau, 25’ st Zapata, 32’ st Ljajic
AMMONITI: Boyè, Valdifiori, Danilo, Moretti, Zapata
ESPULSI: 43’ st Mihajlovic
30 ottobre 2016
fonte foto: Torino FC


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it