I granata impattano 2-2 con l’Udinese. Friulani in vantaggio nel secondo tempo con i gol di Jankto e Perica ripresi con i gol di Moretti e Belotti alla centesima in serie A. La squadra di Mihajlovic colpisce due traverse con Belotti ed un palo con Rossettini. Nel finale annullato un gol al "Gallo" per millimetrico fuorigioco

Franco Brunetti

Il Torino ormai in questa stagione non ha più molto da chiedere, ma ha un imperativo: portare il “Gallo” Belotti, oggi alla centesima in serie A, a vincere la classifica marcatori. Il “Gallo”, oggi con la fascia di capitano, autore di un’altra gara gagliarda, ripaga la fiducia siglando il gol del pareggio che sancisce il definitivo 2-2 con cui si chiude il match prandiale contro l’Udinese. Mihajlovic confina ancora in panchina Valdifiori e Benassi dando fiducia a Bakic e ad Acquah, con Baselli che si alttraveste da regista offrendo un’altra prova positiva. Il Toro dimostra subito di voler prendere in mano le redini del gioco e la prima occasione favorevole si presenta a Baselli, ma l’intervento di Samir è salvifico. Mihajlovic è costretto subito a cambiare Iago Falque, solo una dolorosa botta al costato per lui, con Iturbe, bruciando così il primo cambio dopo appena 14’. La partita rimane bloccata a lungo, i granata non riescono a perforare la solida retroguardia friulano e gli attacchi dell’Udinese sono ben contenuti dalla difesa granata. Il Torino ci prova con manovre manovrate e al 27’ proprio su una di queste, tra Molinaro e Ljaljic porta il serbo al tiro, ma è alto. La porta di Hart corre due seri pericoli attorno alla mezz’ora, al 35’ De Paul crossa da destra per la testa di Zapata, ma Hart compie un miracolo restando in piedi e respingendo, poi sulla palla rimasta lì si avventa Jankto che calcia alto graziando il Toro; poi al 39’ De Paul serve benissimo Perica che tutto solo da sinistra fa partire un tiro in diagonale sul quale Hart non ci arriva, la palla finisce a Zapata che calcia clamorosamente fuori.  I due pericoli corsi scuotono i granata, Belotti suona la carica al 40’ su servizio di Iturbe, ma Danilo mette in angolo, poi sulla battuta del calcio d’angolo di Zappacosta ancora Belotti, in elevazione prende il tempo a Danilo ma il suo colpo di testa si spegne sulla traversa. Granata sfortunatissimi anche al 42’ quando Rossettini, raccogliendo di testa, su calcio d’angolo, manda la palla a sbattere sulla base del palo; il successivo tap in di Moretti finisce sulle braccia di Scuffet. Scuffet è protagonista anche in inizia ripresa, quando su corner battuto dai granata, Acquah riesce ad addomesticare la palla ma non a battere il portiere friulano. Gol mancato, gol subito dice il vecchio adagio, e così è: 5’ errore in uscita di Rossettini che sbaglia il passaggio, intercetta la palla a centrocampo Jankto che s’invola verso Hart e giunto in area lo batte con un tiro fortissimo di mancino che finisce sotto l’incrocio dei pali, imparabile per Hart. Mihajlovic a questo punto effettua la mossa ormai classica, fuori un centrocampista Lukic dentro un attaccante Boyé e l’argentino si fa subito notare all’11’ per un tentativo in sforbiciata su cross di Zappacosta. L’Udinese però è sempre in agguato e al 17’ Widmer da fuori area, su invito di Samir, calcia di poco alto. Il Toro subito il gol tarda a scuotersi, ma poco alla volta i granata alzano il ritmo, mettendo in difficoltà la retroguardia bianconera, al 18’ Belotti si destreggia in mezzo ad un nugolo di avversari e tira a colpo sicuro  ma Heurtaux, appena entrato, riesce a mettere in angolo, poi al 22’ su corner di Zappacosta il “Gallo” coglie un’altra traversa. Ancora un errore fatto a centrocampo, punisce i granata con il secondo gol dell’Udinese, 23’ Zapata va via in contropiede a Rossettini e tira, Perica sul secondo palo gli dà il colpo decisivo anticipando Moretti. La partita ora è viva con i granata che non ci stanno a perdere di fronte al loro pubblico: 25’ su azione di calcio d’angolo Ljajic ributta il pallone in mezzo, serie di rimpalli in area e poi Moretti in mezza girata beffa Scuffet. Mihajlovic tenta il tutto per tutto per riacciuffare la gara buttando dentro Maxi Lopez al posto di Baselli, mentre Delneri rinforza difesa e centrocampo togliendo un attaccante, dopo che Boyè aveva impegnato al 27’ Scuffet che si era rifugiato in angolo. I granata ora assaltano il fortino friulano, 31’ Ljaljic apre per Maxi Lopez ma ancora Heurtaux riesce a salvare la sua porta; ora l’Udinese è tutta indietro a difendere l’esiguo vantaggio, ma ci pensa Belotti con un sontuoso colpo di testa su cross di Zappacosta a ristabilire al 38’ il pareggio. Sul 2-2 il Toro non si accontenta, 41’ Maxi serve Molinaro, il suo tiro-cross attraversa tutta l’area piccola senza che un compagno riesca a deviare la palla in rete, 44’ Ljaljic scambia con Maxi Lopez ma ancora una volta Scuffet dice di no. Ci sarebbe ancora da recriminare per un gol annullato al “Gallo” al 47’ per un millimetrico fuorigioco, ma la partita malgrado i cinque minuti di extra time si chiude sul 2-2.
TORINO-UDINESE 2-2
TORINO (4-3-3) Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro; Acquah, Lukic (11’ st Boyé), Baselli (26’ st Maxi Lopez); Iago Falque (14’ pt Iturbe), Belotti, Ljajic. A disp.: Padelli, Cucchietti, De Silvestri, Castan, Barreca, Ajeti, Benassi, Gustafson, Valdifiori. All.: Mihajlovic
UDINESE (4-4-2) Scuffet; Widmer, Danilo, Angella, Samir; De Paul (16’ st Heurtaux), Badu, Kums (32’ st Adnan), Jankto; D. Zapata, Perica (40’ st Matos). A disp.: Perisan, Borsellini, Gabriel Silva, Balic, Evangelista, Ewandro. All.: Delneri
ARBITRO Ghersini di Genova
MARCATORI: 5’ st Jankto, 23’ st Perica, 25’ Moretti, 38’ st Belotti
AMMONITI Rossettini, Kums, Angella, Jankto
2 aprile 2017

fontefoto: Torino FC

 


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it