I granata perdono 2-1 e consegnano ai rossoblù la matematica certezza di rimanere nella massima serie. Di Ljaljic al 43’ della ripresa l’unico gol granata

Franco Brunetti

Il Torino consegna al Genoa, perdendo a Marassi 2-0, la certezza matematica di rimanere in serie A. Il Torino non ha più nulla da chiedere a questo campionato e la prova lampante è stata fornita oggi contro i rossoblù, granata così mosci e arrendevoli era da tempo che non si vedevano. Il Genoa al contrario è sceso in campo molto più determinato a fare risultato, anche se l’obbligo di vincere ha condizionati i giocatori che sono parsi nervosi e hanno impresso alle loro giocate la frenesia tipica di chi vuole chiudere al più presto la pratica. Il primo tempo è stato un monologo genoano, Veloso ha preso il comando delle operazioni ed ha impensierito Hart con una punizione; la seconda occasione l’ha creata Lazovic che ha lanciato a rete Simeone, ma anche in questa occasione il portiere granata para agevolmente. Il Genoa passa in vantaggio al 32’ punizione tesa da destra del solito Veloso e Rigoni anticipa tutti sul primo palo. Il Torino preso lo schiaffo, non riesce a reagire ed il primo tempo si chiude con il Genoa in vantaggio per 1-0. Nella ripresa è Simeone a chiudere la pratica al 9’, cross di Lazovic, la palla sfugge ad Hart e Simeone deposita in rete il 2-0.  Come al solito Mihajlovic alias Lombardo vista la situazione manda in campo un altro attaccante, Maxi Lopez nell’occasione e cambia il modulo in un 4-2-4. Ci pensa Ljaljic a rendere meno amara questa sconfitta, segnando su punizione al 43’, complice una deviazione della barriera; ma non c’è più la forza nei granata per cercare il pareggio nei minuti di recupero che il Genoa gestisce senza affanni.   
GENOA – TORINO 2-1
GENOA (3-4-2-1): Lamanna; Biraschi (32' st Ntcham), Burdisso, Gentiletti; Lazovic, Veloso, Cofie, Laxalt; Rigoni (18' st Munoz), Palladino; Simeone (15' st Pandev). A disp.: Rubinho, Zima, Pinilla, Cataldi, Hiljemark, Beghetto, Morosini, Pellegri, Ninkovic. All.: Juric
TORINO (4-2-3-1): Hart; De Silvestri, Rossettini, Moretti, Avelar; Acquah (16' st Maxi Lopez), Baselli (17' pt Lukic); Iturbe (23' st Iago Falque), Ljajic, Boyé; Belotti. A disp.: Padelli, Cucchietti, Castan, Carlao, Molinaro, Barreca, Gustafson, Valdifiori, Obi. All.: Lombardo.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
MARCATORI: 32' pt Rigoni,  9' st Simeone, 43’ st Ljaljic
AMMONITI: Rigoni, Rossettini, Lukic, Veloso, Ljajic, Boyè
21 maggio 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it