Finisce 1-1 tra Novara e Perugia al gol di Maniero risponde Cerri.

Franco Brunetti

Finisce con un salomonico pareggio la gara tra Novara e Perugia, un punto ciascuno che fa muovere la classifica delle due squadre, ma con il Perugia che si altrammarica per non aver portato via dal Piola di Novara i tre punti. La partita entra nel vivo sin dai primi minuti al 6’ il Novara va vicino al gol con un colpo di testa di Calderoni deviato in calcio d’angolo da un tocco di Volta. La risposta del Perugia non si fa attendere, al 15’ girata in acrobazia di Buonaiuto, chew Montipò mette in angolo e al 21’ uno scambio Cerri-Del Prete, porta l’esterno del Grifo in area ma il suo sinistro è sbilenco. Ancora una chance per il Novara al 27’ con Di Mariano che  supera Belmonte in velocità e va alla conclusione, ma mette la palla a lato, poi il Perugia costruisce due ghiotte occasioni, la prima al 33’ punizione di Colombatto dal limite, il sinistro è respinto in tuffo da Montipò, la seconda al 44’ con Cerri, che di testa da posizione ravvicinata non inquadra alla porta. Nella ripresa al 1’ il Novara sblocca il risultato, Maniero, ottimamente ottimamente dal neo entrato Chaji,  mette all’incrocio dei pali. Il Perugia si butta in avanti alla ricerca del pareggio e al 14’ Di Carmine mette una gran palla per Cerri, che va alla conclusione esaltando i riflessi di Montipò. Il Novara alleggerisce la pressione al 15’ e va vicino al raddoppio, Di Mariano si invola sulla tre-quarti e scaglia un fendente che fa tremare la traversa. Il Perugia cerca il gol con Di Carmine al 17’ con Del Prete un minuto dopo, con Di Carmine che supera Montipò con un pallonetto al 30’ e arriva al pareggio al 34’ traversone di Del Prete per Cerri che stavolta non sbaglia e supera Montipò. La squadra di Breda insiste alla ricerca della vittoria e nel giro di tre minuti costruisce altrettante palle gol: 39’ Di Carmine va al tiro, Montipò risponde con una grande parata, 40’ con Bonaiuto che mette a lato, 41’ con Cerri di testa. L’ultima occasione per il Grifo al 47’ ma la difesa del Novara riesce a reggere seppur con fatica.
NOVARA – PERUGIA 1-1
NOVARA (3-4-1-2): Montipò; Golubovic, Troest, Mantovani; Dickmann, Moscati, Casarini, Calderoni; Di Mariano (21’ st Sciaudone); Da Cruz (1’ st Chajia), Maniero (35’ st Macheda). A disp.: Benedettini, Farelli, Beye, Del Fabro, Orlandi, Ronaldo, Schiavi, Sansone. All.: Corini.
PERUGIA (4-4-2): Nocchi; Zanon, Volta, Monaco, Pajac (20’ st Belmonte ); Del Prete (43’ st Bandinelli), Bianco, Colombatto (25’ st Terrani), Buonaiuto; Cerri, Di Carmine. A disp.: Santopadre, CasaleDossena, Coccolo, Brighi, Han, Choe. All.: Breda.
ARBITRO: Nasca di Bari
MARCATORI: 1’ st Maniero, 34’ st Cerri
AMMONITI: Volta
21 dicembre 2017

 

Il Pescara vince 1-0 con gol di Brugman

Anselmo Mazzateo

Il Novara torna dall’Adriatico a mani vuote, la squadra di Zeman torna alla vittoria, anche se striminzita, 1-0 il risultato finale e Zeman con questo risultato altsalva (forse ) la panchina. I padroni di casa costringono subito la squadra di Corini nella loro metà campo e potrebbero già andare in vantaggio nei primi minuti, ma la fortuna non assiste la squadra di Zeman, primo pericolo al 18’, il cross di Carraro viene schiacciato da Mancuso nell’angolino, Montipò salva la rete ma si fa male nello scontro con Pettinari. Ci pensa Brugman: a sbloccare il risultato al 22’, controllo dal limite, palla ferma e destro a giro sotto l’incrocio. Poco alla volta però il dominio della partita passa nelle mani del Novara, ma i giocatori di Corini non sono cinici davanti alla porta abruzzese, alla mezz’ora Di Mariano ha la palla del pari sui piedi, ma la spara in curva. Nella ripresa il Novara comanda il gioco, Corini manda in campo anche Macheda e Chajia per tentare di recuperare il risultato, ma il tentativo non approda a buon fine. La partita resta brutta e senza emozioni da gol, l’unico tentativo è una punizione dal limite di Ronaldo al 38’, un destro a giro che consente a Fiorillo una facile parata. Al 40’, una ripartenza tre contro due di Brugman viene fermata dal portiere in uscita ed in pieno recupero però gli azzurri avrebbero la possibilità di pareggiare, grazie ad un tocco dell’arbitro Illuzzi che fa ripartire la squadra di Corini ma Di Mariano non ne approfitta.
PESCARA – NOVARA 1-0
PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Perrotta, Crescenzi; Coulibaly, Carraro, Brugman; Mancuso, Pettinari, Benali. A disp.: Antonino, Stendardo, Coda, Elizalde, Mazzotta, Capone, Proietti, Cappelluzzo, Del Sole, Baez. All.: Zeman
NOVARA (3-5-2): Montipò; Golubovic, Troest, Del Fabbro; Dickmann, Casarini (17’ st Chaija), Orlandi (34’ st Ronaldo), Sciaudone, Di Mariano; Maniero, Da Cruz (17’ st Macheda). A disp.: Farelli, Benedetti, Sansone, Beye, Schiavi, Moscati, Calderoni, Bove. All.:  Corini
ARBITRO: Illuzzi di Molfetta
MARCATORI: 22’ pt Brugman
AMMONITI: Carraro, Zampano, Perrotta, Troest
17 dicembre 2017

 

La Cremonese passa in vantaggio nel primo tempo con Scappini, poi all’ultimo secondo della ripresa Claiton con un autogol regala il pareggio al Novara: finisce 1-1

Franco Brunetti

Il Novara evita la sesta sconfitta casalinga di questo campionato soltanto al 94’ quando già i giocatori della Cremonese pensavano di poter festeggiare con altl’ex Tesser questa importante vittoria che li proiettava nuovamente nella zona alta della classifica. Soltanto un autogol di Claiton all’ultimo secondo ha trasformato la sconfitta in un pareggio, il quinto del campionato della squadra di Corini. Partita ricca di ex, a partire da mister Tesser, mai dimenticato tecnico del Novara, per finire a Salviato, Ujkani, Pesce e Cinelli. Primo tempo, appannaggio della Cremonese che mantiene un maggior possessso palla e passa in vantaggio al 42’ con Scappini. Fin dall’inizio la Cremonese mette pressione alla squadra di Corini, al 13’ un tiro di Brighenti viene parato da Montipò, il Novara dal suo canto tenta più volte il tiro verso la porta di Ujkani ma senza risultato, ci prova Maniero di testa su cross di Orlandi e ci prova soprattutto Casarini al 38’ con un tiro che lambisce il palo. Al 42’ il gol della Cremonese di Scappini su azione successiva ad un calcio d'angolo e assist di Croce. La ripresa ricalca il primo tempo, Cremonese all’attacco fin dal primo minuto con un cross pericolosissimo di Almici messo in angolo e all’8’ con un tiro di Scappini favorito da un rimpallo, su azione di Brighenti, murato da Montipò. Corini cerca di dare maggiore aggressività alla sua squadra facendo entrara Chajia e la manovra ne trae qualche beneficio. Al tiro ci vanno dapprima Da Cruz al 26’ poi due minuti dopo è la volta di Moscati. Al 36’ Corini si gioca anche la carta Macheda, ma il forcing novarese non sfonda il muro difensivo della squadra diu Tesser, 38’ tiro di Casarini, 39’ ci prova Dickmann, 42’ ci prova Maniero in rovesciata acrobatica che finisce altissima con Macheda libero a pochi passi e poi all’ultimo respiro il salvifico autogol di Claiton che mette alle spalle di Ujkani un cross insidioso di Chajia.
NOVARA - CREMONESE 1-1
NOVARA: Montipò; Troest, Mantovani, Golubovic; Di Mariano 1’st Sciaudone), Casarini, Moscati (31’ st Macheda), Orlandi (17’ st Chajia), Dickmann; Da Cruz, Maniero. A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Beye, Schiavi, Armeno, Ronaldo, Bove. All. Corini.
CREMONESE: Ujkani; Almici, Canini, Claiton, Renzetti; Croce (14’ st Cavion), Arini, Pesce; Piccolo; Brighenti (19’ st Paulinho), Scappini (33’ st Tena). A disp.: Ravaglia, Procopio, Salviato, Castrovilli, Marconi, Perulli, Scarsella, Macek, Cinelli. All. Tesser.
ARBITRO: Fourneau di Roma 1
MARCATORI: 42’ pt Scappini, 49’ st Claiton
AMMONITI: Piccolo, Mantovan
8 dicembre 2017.

 

La squadra di Corini pareggia 1-1 contro l’Empoli. In vantaggio con Troest gli azzurri vengono raggiunti da un gol di Zajc

Franco Brunetti

Primo pareggio casalingo per il Novara, 1-1 contro l’Empoli, in una gara bloccata per lunghi tratti e giocata sostanzialmente alla pari dalle due squadre. altPrimo tempo avaro di emozioni, con i toscani che al 41’ si rendono pericolosi con un’incursione di Donnarumma su palla di Caputo, che dalla linea di fondo schiaffeggia la traversa.  Nella ripresa la partita si sblocca, al 9’ è il Novara a passare in vantaggio con Troest che raccoglie un assist di testa di Mantovani e complice un’incertezza nell’uscita di Provedel, in mezza girata riesce a mettere in rete. Il Novara controlla abbastanza bene la partita, l’Empoli nonj dà l’impressione di poter sfondare la linea eretta da Mantovani e soci, ma al 33’ arriva la doccia gelata, Zajc dalla distanza lascia partire un tiro angolato ma non irresistibile che Benedettini non riesce ad intercettare. Nei restanti minuti nessuna delle due squadre tenta l’affondo, fino al 47’ quando Macheda mandato in campo tre minuti prima al posto di Maniero da Corini prolunga di testa un assist di Dickmann, Provedel però con la punta delle dita manda la palla oltre la traversa.  
NOVARA-EMPOLI 1-1
NOVARA (3-5-2): Benedettini; Mantovani, Troest, Golubovic; Dickmann, Casarini, Orlandi, Moscati, Di Mariano (33’ st Sciaudone); Maniero (44’ st Macheda), Da Cruz (37’ st Chajia). A disp.: Farelli, Marricchi, Del Fabro, Beye, Schiavi, Armeno, Ronaldo. All. Corini
EMPOLI (3-5-2): Provedel; Simic, Romagnoli, Veseli; Di Lorenzo, Bennacer, Castagnetti (21’ st Zajc), Krunic, Luperto (8’ st Seck); Caputo, Donnarumma (28’ st Jakupovic). A disp.: Terracciano; Picchi, Traore, Polvani, Lollo, Zappella, Ninkovic. All. Vivarini
ARBITRO: Abbattista di Molfetta
MARCATORI: 9’ st Troest, 33’ st  Zajc.
AMMONITI: Casarini, Romagnoli, Orlandi, Jakupovic
2 dicembre 2017

Battuto il Venezia 3-1, i gol di Da Cruz, Dickmann nel primo tempo; riapre i giochi nel secondo tempo Falzerano, li chiude Macheda

Franco Brunetti

Se il Novara giocasse sempre in trasferta, Eugenio Corini sarebbe l’allenatore più felice del mondo, infatti i risultati parlano chiaro: il miglior Novara si vede altfuori dalle mura amiche dello stadio Piola di Novara ((quarto successo in nove gare). Contro il Venezia la squadra di Corini ha giocato una partita superlativa, producendo gioco e facendosi vedere spesso nella metà campo veneziana. Il Venezia nel primo tempo non è un granché e al 30’ ci pensa Da Cruz a castigare Audero con un diagonale rasoterra a fil di palo dopo un triangolo con Maniero. Il contraccolpo per i lagunari è duro e abbassano la guardia, ne approfitta Dickmann al 37’ per portare il risultato sul 2-0 con una potente conclusione dall'interno dell'area che si insacca dopo aver colpito la faccia interna della traversa. La squadra di Inzaghi alza il baricentro nella ripresa e la partita si apre; l’avvio è scoppiettante: 2’ traversa di Falzerano, 3’ salvataggio di Bruscagin sulla linea su Calderoni, 13’  gol annullato a Da Cruz per fuorigioco.  Il Venezia riapre la gara al 22’ con un sinistro a fil di palo di Falzerano su assist di Moreo.  Il Venezia stringe d’assedio la porta del Novara difesa oggi da Benedettini, fioccano le occasioni, ma è il Novara a chiudere definitivamente i giochi al 48’ siglando il 3-1 in contropiede.
VENEZIA – NOVARA 1-3  
VENEZIA: Audero, Domizzi, Bruscagin, Andelkovic, Zampano (39’ pt Marsura), Falzerano, Bentivoglio, Pinato, Garofalo (32’ st Signori), Moreo (28’ st Geijo), Zigoni. A disp.: Vicario, Gori, Stulac, Soligo, Suciu, Mlakar, Fabris, Cernuto, Del Grosso. All.: F. Inzaghi
NOVARA: Benedettini, Gublovic, Troest, Mantovani, Dickmann, Moscati, Orlandi, Casarini (15’ st Sciaudone), Calderoni (32’ st Di Mariano), Maniero (32’ st Macheda), Da Cruz. A disp.: Farelli, Marricchi, Del Fabro, Beye, Ronaldo, Chajia All.: Corini
ARBITRO: Rapuano di Rimini
MARCATORI: 30’ pt Da Cruz, 37’ pt Dickmann, 22’ st Falzerano, 48’ st Macheda
AMMONITI: Mantovani, Zampano, Casarini, Marsura, Maniero, Bentivoglio
25 novembre 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it