L’Avellino vince 2-1 con una doppietta di Ardemagni ed il Novara  finisce in inferiorità numerica per l’espulsione di Da Cruz dopo sei minuti dalla sua entrata in campo

Anselmo Mazzateo

Giornata da dimenticare per il Novara di mister Corini, punito da un brillante Ardemagni che con una doppietta, regala i tre punti all’Avellino e infligge al altNovara la seconda sconfitta consecutiva. Il Novara cerca in avvio di gara di sorprendere gli irpini agendo sulle fasce e proprio da un’azione di queste Sciaudone conclude a rete da ottima posizione ma centralmente. La gara è  giocata a ritmi alti con grande cattiveria agonistica da entrambe le parti.; a segnare è però l’Avellino, alla prima occasione utile che gli si presenta, Ardemagni approfitta di un buco difensivo della difesa novarese controlla il pallone e con un tocco anticipa l'uscita di Montipò, siglando il vantaggio ospite al 13’. Segnato il gol la squadra di  Novellino si ricompatta, aspettando la reazione dei novaresi, al 23’ gran calcio di punizione da parte di Ronaldo e ottima risposta di Radu che vola all’incrocio dei pali spingendo la palla in calcio d’angolo, al 26’ ci prova ancora il Novara con un tiro da fuori di Chajia che si spegne sul fondo. Passano tre minuti e al 29’  l’Avellino raddoppia; sponda di Asencio per Ardemagni che scatta sul filo del fuorigioco e supera ancora una volta Montipò. Nella ripresa Corini inserisce Macheda al posto di Di Mariano e la squadra conquista metri in campo e ci prova con un colpo di testa di Maniero bloccato da Radu. La pressione , si evidenzia ancor di più con l’ingresso di Da Cruz al posto di Ronaldo; la partita del centrocampista olandese termina però al 21’ esattamente dopo sei minuti dal suo ingresso in campo, quando prima viene ammonito e poi espulso per proteste. Nel frattempo dieci minuti prima l’arbitro aveva allontanato Novellino per qualche parola di troppo (terza espulsione del tecnico campano in questo campionato). L’Avellino cerca di colpire in contropiede, al 23’ancora gli irpini vicini al gol con Ardemagni che a porta vuota colpisce incredibilmente il palo. All’44’ il Novara segna il gol della bandiera che potrebbe riaprire la gara con Maniero che schiaccia di testa e supera Radu, ma i sei minuti di recupero concessi dall’arbitro non sono sufficienti per arrivare al pareggio.
NOVARA – AVELLINO 1-2
NOVARA: Montipò; Calderoni, Troest, Chiosa, Golubovic; Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone; Chajia (35’ st Sansone), Maniero, Di Mariano (1’ st Macheda). A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Mantovani, Casarini, Schiavi, Orlandi, Dickmann. All.: Corini
AVELLINO: Radu, Kresic, Migliorini, Ardemagni (35’ st Castaldo), Di Tacchio, Ngawa, Molina, Asencio, Paghera (11’ st D’Angelo), Laverone (32’ st  Lasik), Rizzato. A disp.: Lezzerini, Pecorini, Marchizza, Moretti, Camara, Falasco, Morosini, Suagher, Bidaoui. All.: Novellino
ARBITRO: Saia di Palermo
MARCATORI: 13′ pt Ardemagni, 29′ pt Ardemagni, 49’ st Maniero
AMMONITI: Moscati, Paghera, Ardemagni, Sciaudone, Laverone, Molina, Rizzato
ESPULSI: 21’ st  Da Cruz
NOTE:  10’ st l’allenatore Novellino viene allontanato dall’area tecnica per proteste
23 settembre 2017

 

Finisce 1-0 con il gol di Marilungo al 12’ del primo tempo

Anselmo Mazzateo

La corsa del Novara, reduce da due vittorie consecutive si ferma allo stadio Picco di La Spezia. Sono infatti sufficienti dodici minuti per la squadra guidata da altmister Gallo a mettere alle corde i piemontesi. Già all’11’ Montipò suda freddo, lo Spezia è pericoloso sugli sviluppi del primo corner dell'incontro, ma sul tentativo di Terzi, la difesa novarese riesce a mettere nuovamente in angolo e proprio da questo corner nasce l’azione del gol: batte Pessina dalla destra e Marilungo, alla prima da titolare, gonfia la rete difesa da Montipò deviando da pochi passi. Nella ripresa prova a gettarsi subito in avanti il Novara, ma la difesa spezzina fa buona guardia. Il Novara conquista corner e punizioni: al 6’ Ronaldo batte un calcio di punizione, ma Di Gennaro vola sulla propria sinistra e devia in corner. Lo Spezia potrebbe raddoppiare al 14’ Marilungo che triangola in velocità con Lopez, il quale dalla sinistra lascia partire un cross teso che attraversa tutta l'area di rigore, trovando sul secondo palo Maggiore, che di prima intenzione calcia alto sopra la traversa. Al 19’ ci vuole un doppio miracolo di Di Gennaro per fermare il Novara: prima si distende deviando il colpo a botta sicura di Chiosa sugli sviluppi di un calcio d'angolo e poi neutralizza anche il doppio tentativo da distanza ravvicinata di Chajia e al 28’ lo Spezia sfiora il raddoppio con il colpo di testa di Okereke sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, ma la sfera lambisce solamente il palo alla sinistra di Montipò. E’ questa l’ultima azione pericolosa della partita, dopo cinque minuti di recupero l’arbitro Pinzani emette il triplice fischio e manda tutti negli spogliatoi.
SPEZIA – NOVARA 1-0
SPEZIA: Di Gennaro, Lopez, Ceccaroni, Terzi, Pessina, De Col, Vignali (15’ st Calabresi), Maggiore, Mastinu (25’ st Giorgi), Granoche (20’ st Okereke), Marilungo. A disp.: Bassi, Capelli, Giani, Bolzoni, Forte, Soleri,  Augello, Acampora, Masi. All.: Gallo
NOVARA: Montipò, Troest, Chiosa, Sciaudone (17’ st Chajia), Macheda (16’ st Maniero), Di Mariano, Da Cruz, Ronaldo (36’ st Orlandi), Moscati, Calderoni, Golubovic. A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro,  Bellich, Schiavi. All.: Corini
ARBITRO:. Pinzani di Empoli
MARCATORI: 12’ pt Marilungo
AMMONITI:  Marilungo, Sciaudone, Maggiore, Lopez, Maniero, Ronaldo, Chajia, Ceccaroni
19 settembre 2017

 

Battuto il Cittadella 1-0 con un gol di Di Mariano al 49’ del secondo tempo

Franco Brunetti

Il Novara strappa al 94’ una vittoria preziosissima: il gol di Di Mariano fa esplodere il Piola e gela il sangue nelle vene degli uomini di Venturato che altsperavano di lasciare lo stadio di Novara indenni. La gara era stata abbastanza equilibrata con azioni ficcanti del Novara con Macheda che all’8’ raccoglie di testa una bella palla servitagli dalla destra, ma schiaccia troppo e la palla si impenna sorvolando la traversa. Il Cittadella non sta a guardare e con Arrighini impegna due volte, nei minuti successivi, Montipò che si distende e manda in angolo ambedue le conclusione dell’attaccante veneto. Nella ripresa il Cittadella con Paleari in porta al posto di Alfonso, che aveva accusato un fastidio al ginocchio, sembra più manovriero dei padroni di casa, ma Di Mariano entrato nella ripresa e resosi già pericoloso in alcune occasione al termine del quarto minuto di recupero scocca il tiro vincente, finta su Caccin e non dà scampo a Paleari, infilandolo con un preciso destro a rientrare.
NOVARA - CITTADELLA 1-0
NOVARA (4-3-3): Montipò; Golubovic, Troest , Chiosa, Calderoni; Moscati, Ronaldo, Sciaudone; Orlandi (25’ st Maniero), Macheda (12’ st Di Mariano), Da Cruz (40’ st Chajia). A disp.: Farelli, Marricchi, Del Fabro,  Casarini, , Bellich, Schiavi, Dickmann.  All.Corini
CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso (1’ st Paleari); Caccin, Camigliano, Adorni, Benedetti; Siega, Bartolomei, Pasa; Chiaretti; Arrighini (22’ st Iunco), Kouame (34’ st Litteri). A disp.: Pelagatti, Salvi, Iori, Settembrini, Schenetti, Bizzotto. All.Venturato.
ARBITRO: Nasca di Bari.
MARCATORi: 49’ Di Mariano
AMMONITI: Di Mariano, Golubovic, Pasa, Siega, Camigliano, Kouame
16 settembre 2017

 

Il Carpi s’impone 2-0, gol di Concas, Mbakogu nel primo tempo

Franco Brunetti

Termina con una sconfitta 2-1, in casa del Carpi il campionato del Novara: Il risultato permette alla squadra di Castori di partecipare ai play off, traguardo invece negato alla squadra di Boscaglia a cui non riesce il miracolo.  Gli emiliani passano quasi subito in vantaggio, facendo capire che per la squadra di Boscaglia non altsarà una partita comoda. Concas all’8’ , su cross di letizia porta in vantaggio la squadra di Castori, il Novara si scuote, e ci prova al 10’ con un gran tiro di Orlandi dai venti metri,  che Belec alza in angolo. Il Carpi gestisce e colpisce nuovamente al 36’ in contropiede, duetto Lasagna Mbakogu col nigeriano che schizza via verso Montipò e lo fredda appena entrato in area. Nella ripresa il Carpi prende due legni, entrambi con Lasagna (al 4’ e al 26’) e gioca sul velluto, rischiando pochissimo. Il Novara è molle e demotivato, Boscaglia prova a scuotere i suoi, facendo entrare anche il giovanissimo Stoppa, ma non c’è nulla da fare: il, miracolo non riesce.
CARPI – NOVARA 2-0 (2-0)
CARPI (4-4-2): Belec; Struna, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Concas, Sabbione, Bianco (12’ st Lollo), Di Gaudio (29’ st Fedato); Lasagna, Mbakogu (37’ st Pasciuti).  A disp.: Colombi, Beretta, Poli, Seck, Mbaye, Jelenic.   All.: Castori
NOVARA (3-5-2): Montipò; Troest, Lancini, Mantovani; Dickmann, Casarini, Selasi, Orlandi (13’ st Chajia), Calderoni; Sansone (35’ st Stoppa), Macheda (24’ st Lukanovic).  A disp.: Benedettini, Koch, Kupisz, Adorjan, Bolzoni, Cinelli, Stoppa. . All.: Boscaglia.
ARBITRO:  Ghersini di Genova   
MARCATORI: 7’ pt Concas, 36’ pt Mbakogu
AMMONITI: Calderoni, Macheda, Lancini, Lollo, Lukanovic
18 maggio 2017

 

La squadra di Boscaglia batte la Virtus Entella 2-0 e spera ancora nei play off

Franco Brunetti

Il Novara nell’ultima partita davanti al suo pubblico non stecca e regola la Virtus Entella con un secco 2-0. La squadra di Baroni trova il vantaggio al 43’ con Sansonealt che approfitta di un errore di Baraye per trafiggere Iacobucci., la reazione dei liguri è immediata e Diaw colpisce la traversa un minuto dopo il gol del Novara. Nella ripresa la Virtus Entella si muove meglio, ma è castigata al 7’ da Orlandi che approfitta di un batti e ribatti in area biancoceleste per siglare il gol che vale il 2-0. Questo risultato positivo permette al Nobvara di mantenere ancora accesa la speranza di poter accedere ai play off.
NOVARA-VIRTUS ENTELLA 2-0
NOVARA: Montipò, Chiosa (34' pt Chaija), Mantovani,Lancini,Calderoni, Orlandi, Selasi (28’ st Nardi), Casarini,Dickmann, Sansone, Macheda (30’ st Lukanovic). A disp.: Benedettini, Cinelli, Galabinov, Kupisz, Adorjàn, Koch. All.: Boscaglia
VIRTUS ENTELLA: Iacobucci, Benedetti,Ceccarelli,Pellizzer,Baraye, Moscati (8’ st Sini),Palermo, Ardizzone (31’ st Puntoriere), Zaniolo (13’ st Tremolada) Catellani, Diaw. A disp.: Ayoub, Filippini, Pecorini, Cleur, Ba. All.: Castorina
ARBITRO: Mainardi di bergamo
MARCATORI: 43' pt Sansone, 7’ st Orlandi
AMMONITI: Mantovani, Lancini, Ceccarelli, Diaw
13 maggio 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it