Battuto il Brescia al Rigamonti con un gol di Di Mariano

Franco Brunetti

Continua la serie positiva della squadra di Corini, che sbanca il Rigamonti di Brescia con un bel gol di Di Mariano. Il Brescia è poca cosa, anche il cambio inalt panchina operato dal presidente Cellino, via Boscaglia dentro Marino non ha dato frutti positivi. Marino si affida alla coppia Chajia – Da Cruz supportati da Di Mariano per far breccia nella difesa delle Rondinelle, con Macheda in panchina. Avvio subito in favore del Novara che al 2’ con una conclusione di Orlandi di contro balzo sfiora il gol; i novaresi hanno un’altra occasione gol al 6’ Chiosa in tuffo non riesce a trovare la palla di poco. Del Brescia si deve registrare solo un cross dalla destra di Furlan che porta Rinaldi davanti a Montipò, ma il bresciano non ci crede e l’azione sfuma. Il Novara applica un pressing molto alto ed il Brescia riesce a scoccare il primo vero tiro solo al 38’, Machin per Ferrante e parata di Montipò. Nella ripresa l’ingresso di Caracciolo rivitalizza un po’ l’attacco bresciano, l’Airone incorna a20’ a fil di palo e Momtipò si salva aiutato dal legno. In risposta arriva il gol novarese, 28’ palla d’oro di Da Cruz per Di Mariano, che con un diagonale ravvicinato infila Minelli. L’espulsione di Ferrante al 32’ complica ancor più i piani di Marino e di conseguenza è ancora la squadra di Corin a rendersi pericolosa al’, con un cross di Di Mariano raccolto da Da Cruz e parato da Minelli in due tempi al 47’ ancora con Da Cruz e questa volta Minelli si oppone con il corpo e al 49’ quando Di Mariano servito da Calderoni incrocia a fil di palo.
BRESCIA – NOVARA 0-1
BRESCIA (3-5-2): Minelli; Somma, Gastaldello, Lancini; Longhi, Bisoli, Martinelli (28’ st Ndoj), Machin (36’ st Rivas), Furlan; Ferrante, Rinaldi (13’ st Caracciolo). A disp.: Andrenacci, Pelagotti, Dembele, Cattaneo, Dall’Oglio, Bagadur, Di Santantonio, Bandini, Cancellotti. All. Marino.
NOVARA (3-5-2): Montipò; Golubovic, Mantovani, Chiosa (27’ st Troest); Chajia (30’ st Dickmann), Moscati, Orlandi, Sciaudone (34’ st Casarini), Calderoni; Di Mariano, Da Cruz. A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Macheda, Schiavi, Armeno, Ronaldo. All. Corini.
ARBITRO: Piccinini di Forlì.
MARCATORI: 23’ st Di Mariano
AMMONITI: Sciaudone, Lancini, Ferrante, Montipò, Orlandi
ESPULSI: 32’ st Ferrante
14 ottobre 2017

 

Battuto il Frosinone 2-1, con il gol di Charjia e l’autogol di Beghetto. Di Soddimo il gol della speranza dei frusinati

Franco Brunetti

Si ferma anche a Novara la corsa del Frosinone: la squadra di Corini si rivela superiore in determinazione, concentrazione, tattica e alla fine vince altmeritatamente per 2-1 anche se negli ultimi minuti il gol della speranza di Soddimo, fa alzare il ritmo cardiaco degli spettatori del Piola. Il ritmo è alto ed intenso e già nel primo tempo il Novara va vicino al gol al 24’ con Moscati e poi con Macheda ma Bardi riesce a metterci una pezza. La svolta della gara arriva nella ripresa con l’ingresso in campo di Chajia al posto dell’infortunato Sansone: al 6’ Sciaudone mette in mezzo, Terranova alza il pallone e il neo entrato fa subito centro, sfruttando una dormita generale della difesa del Frosinone e mettendo dentro il più facile dei tap-in. Longo cerca di dare più brio al proprio attacco ma è sempre il Novara a dominare la scena e al 21’ arriva il raddoppio, su autogol di Beghetto che anticipa l’intervento di testa di Chiosa, mettendo la palla alle spalle di Bardi. Dopo un tiro del solito Chajia al 33’ che termina a fil di palo, il Frosinone trova il gol della speranza al 41’ calcio d’angolo di Soddimo, direttamente in porta, Montipò combina la frittata facendosi sfuggire il pallone con una presa alta. Nel finale, sale la pressione del Frosinone, ma il Novara si difende con ordine portando a casa una vittoria prestigiosa.
NOVARA - FROSINONE 2-1
NOVARA (4-3-3): Montipò; Golubovic (40’ st Schiavi), Mantovani, Chiosa, Calderoni; Moscati, Orlandi, Sciaudone; Di Mariano (30’ st Del Fabro), Sansone (1’ st Chaija), Macheda. A disp.: Farelli, Benedettini, Troest, Casarini, Armeno, Ronaldo. All: Corini
FROSINONE (4-4-2): Bardi; M. Ciofani, Terranova, Ariaudo, Krajnc (13’ st Soddimo); Beghetto, Sammarco, Gori (27’ st Volpe), Maiello (38’ st Frara); Ciano, Dionisi. A disp.: Zappino, Vigorito, Crivello, Russo, Tarasco, Matarese, Brighenti, Obleac. All: Longo
ARBITRO: Pezzuto di Lecce
MARCATORI: 6’ st Chaija, 21’ st Beghetto (aut.), 41’ st Soddimo
AMMONITI: Sansone, Ciofani, Mantovani
8 ottobre 2017

 

La squadra di Corini va in vantaggio con Moscati ma si fa raggiungere e superare dai gol di Mazzeo su rigore e di Fedato. Di Dickmann il gol del definitivo pareggio.

Anselmo Mazzateo

Era importante per il Novara tornare dalla trasferta di Foggia con dei punti, anche per consolidare la traballante panchina di mister Corini. Obiettivo raggiunto anche se i novaresi hanno rischiato quasi fino alla fine la sconfitta, poi l’ingresso salvifico di Dickmann ed il quasi immediato suo gol hanno rimesso le cose in parità. Partita ricca di emozioni comunque con il Foggia che inizia meglio e con il Novara alle corde, Chiricò servito da Floriano, alza troppo il tiro e Agnelli servito ancora da Floriano si vede deviare in corner da Montipò il suo tiro. Il Foggia deve sostituire due uomini prima della mezz’ora ed il Novara ne approfitta per andare a rete con l’invenzione di Moscati, tiro all’incrocio dei pali. Poi Sciaudone colpisce la traversa, ma il Foggia al 51’ beneficia di un calcio di rigore, Golubovic frana sulle spalle di Rubin, che Mazzeo trasforma. La squadra di Stroppa ad inizio secondo tempo opera il sorpasso, 14’ Mazzeo serve  Fedato, che è bravo a saltare Montipò in uscita e depositare in rete il 2-1. Il Novara reagisce immediatamente, Troest di testa sfiora il pari, ci prova Sciaudone. Ma il Foggia ha la possibilità di chiudere la gara con Chiricò, ma Montipò tiene a galla il Novara, che riacciuffa la gara con Dickmann su corner di Sansone, la palla finisce sulla traversa, ma oltre la linea bianca secondo il guardalinee. Finisce così 2-2, con Foggia e Novara appaiate a 7 punti in classifica.
FOGGIA-NOVARA 2-2
FOGGIA (4-3-3) Guarna; Loiacono, Camporese (17’pt Coletti), Martinelli, Rubin; Agnelli (45’pt Deli), Vacca, Agazzi; Chiricò, Mazzeo, Floriano (28’pt Fedato). A disp.: Pelizzoli, Figliomeni, Beretta, Tarolli, Calderini, Gerbo, Celli, Ramè, Fedele. All. Stroppa
NOVARA (4-3-3) Montipò; Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni; Moscati, Ronaldo (28’st Dickmann), Sciaudone; Di Mariano (24’st Sansone), Maniero, Macheda (23’st Chaija). A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Mantovani, Schiavi, Armeno, Orlandi. All. Corini
ARBITRO: Serra di Torino
MARCATORI: 31’pt Moscati, 51’pt Mazzeo (rig.), 14’st Fedato, 39’st Dickmann     
AMMONITI: Vacca, Maniero, Sciaudone, Chiricò
1 ottobre 2017

L’Avellino vince 2-1 con una doppietta di Ardemagni ed il Novara  finisce in inferiorità numerica per l’espulsione di Da Cruz dopo sei minuti dalla sua entrata in campo

Anselmo Mazzateo

Giornata da dimenticare per il Novara di mister Corini, punito da un brillante Ardemagni che con una doppietta, regala i tre punti all’Avellino e infligge al altNovara la seconda sconfitta consecutiva. Il Novara cerca in avvio di gara di sorprendere gli irpini agendo sulle fasce e proprio da un’azione di queste Sciaudone conclude a rete da ottima posizione ma centralmente. La gara è  giocata a ritmi alti con grande cattiveria agonistica da entrambe le parti.; a segnare è però l’Avellino, alla prima occasione utile che gli si presenta, Ardemagni approfitta di un buco difensivo della difesa novarese controlla il pallone e con un tocco anticipa l'uscita di Montipò, siglando il vantaggio ospite al 13’. Segnato il gol la squadra di  Novellino si ricompatta, aspettando la reazione dei novaresi, al 23’ gran calcio di punizione da parte di Ronaldo e ottima risposta di Radu che vola all’incrocio dei pali spingendo la palla in calcio d’angolo, al 26’ ci prova ancora il Novara con un tiro da fuori di Chajia che si spegne sul fondo. Passano tre minuti e al 29’  l’Avellino raddoppia; sponda di Asencio per Ardemagni che scatta sul filo del fuorigioco e supera ancora una volta Montipò. Nella ripresa Corini inserisce Macheda al posto di Di Mariano e la squadra conquista metri in campo e ci prova con un colpo di testa di Maniero bloccato da Radu. La pressione , si evidenzia ancor di più con l’ingresso di Da Cruz al posto di Ronaldo; la partita del centrocampista olandese termina però al 21’ esattamente dopo sei minuti dal suo ingresso in campo, quando prima viene ammonito e poi espulso per proteste. Nel frattempo dieci minuti prima l’arbitro aveva allontanato Novellino per qualche parola di troppo (terza espulsione del tecnico campano in questo campionato). L’Avellino cerca di colpire in contropiede, al 23’ancora gli irpini vicini al gol con Ardemagni che a porta vuota colpisce incredibilmente il palo. All’44’ il Novara segna il gol della bandiera che potrebbe riaprire la gara con Maniero che schiaccia di testa e supera Radu, ma i sei minuti di recupero concessi dall’arbitro non sono sufficienti per arrivare al pareggio.
NOVARA – AVELLINO 1-2
NOVARA: Montipò; Calderoni, Troest, Chiosa, Golubovic; Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone; Chajia (35’ st Sansone), Maniero, Di Mariano (1’ st Macheda). A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Mantovani, Casarini, Schiavi, Orlandi, Dickmann. All.: Corini
AVELLINO: Radu, Kresic, Migliorini, Ardemagni (35’ st Castaldo), Di Tacchio, Ngawa, Molina, Asencio, Paghera (11’ st D’Angelo), Laverone (32’ st  Lasik), Rizzato. A disp.: Lezzerini, Pecorini, Marchizza, Moretti, Camara, Falasco, Morosini, Suagher, Bidaoui. All.: Novellino
ARBITRO: Saia di Palermo
MARCATORI: 13′ pt Ardemagni, 29′ pt Ardemagni, 49’ st Maniero
AMMONITI: Moscati, Paghera, Ardemagni, Sciaudone, Laverone, Molina, Rizzato
ESPULSI: 21’ st  Da Cruz
NOTE:  10’ st l’allenatore Novellino viene allontanato dall’area tecnica per proteste
23 settembre 2017

 

Finisce 1-0 con il gol di Marilungo al 12’ del primo tempo

Anselmo Mazzateo

La corsa del Novara, reduce da due vittorie consecutive si ferma allo stadio Picco di La Spezia. Sono infatti sufficienti dodici minuti per la squadra guidata da altmister Gallo a mettere alle corde i piemontesi. Già all’11’ Montipò suda freddo, lo Spezia è pericoloso sugli sviluppi del primo corner dell'incontro, ma sul tentativo di Terzi, la difesa novarese riesce a mettere nuovamente in angolo e proprio da questo corner nasce l’azione del gol: batte Pessina dalla destra e Marilungo, alla prima da titolare, gonfia la rete difesa da Montipò deviando da pochi passi. Nella ripresa prova a gettarsi subito in avanti il Novara, ma la difesa spezzina fa buona guardia. Il Novara conquista corner e punizioni: al 6’ Ronaldo batte un calcio di punizione, ma Di Gennaro vola sulla propria sinistra e devia in corner. Lo Spezia potrebbe raddoppiare al 14’ Marilungo che triangola in velocità con Lopez, il quale dalla sinistra lascia partire un cross teso che attraversa tutta l'area di rigore, trovando sul secondo palo Maggiore, che di prima intenzione calcia alto sopra la traversa. Al 19’ ci vuole un doppio miracolo di Di Gennaro per fermare il Novara: prima si distende deviando il colpo a botta sicura di Chiosa sugli sviluppi di un calcio d'angolo e poi neutralizza anche il doppio tentativo da distanza ravvicinata di Chajia e al 28’ lo Spezia sfiora il raddoppio con il colpo di testa di Okereke sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, ma la sfera lambisce solamente il palo alla sinistra di Montipò. E’ questa l’ultima azione pericolosa della partita, dopo cinque minuti di recupero l’arbitro Pinzani emette il triplice fischio e manda tutti negli spogliatoi.
SPEZIA – NOVARA 1-0
SPEZIA: Di Gennaro, Lopez, Ceccaroni, Terzi, Pessina, De Col, Vignali (15’ st Calabresi), Maggiore, Mastinu (25’ st Giorgi), Granoche (20’ st Okereke), Marilungo. A disp.: Bassi, Capelli, Giani, Bolzoni, Forte, Soleri,  Augello, Acampora, Masi. All.: Gallo
NOVARA: Montipò, Troest, Chiosa, Sciaudone (17’ st Chajia), Macheda (16’ st Maniero), Di Mariano, Da Cruz, Ronaldo (36’ st Orlandi), Moscati, Calderoni, Golubovic. A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro,  Bellich, Schiavi. All.: Corini
ARBITRO:. Pinzani di Empoli
MARCATORI: 12’ pt Marilungo
AMMONITI:  Marilungo, Sciaudone, Maggiore, Lopez, Maniero, Ronaldo, Chajia, Ceccaroni
19 settembre 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it