Finisce 2-2 con la squadra di Boscaglia che recupera il gol iniziale di Pazzini con la rete di Macheda. Poi nel finale rete di Macheda e ancora di Pazzini. Traversa e un palo colpiti da Macheda e Mantovani. Questo pareggio toglie le speranze al Novara di poter entrare nella lotta per i playoff

Franco Brunetti

Partita ricca di emozioni che si è chiusa sul pareggio quella tra Novara e Verona. Un pareggio che lascia l’amaro in bocca a tutte e due le sqyuadre, il Novara con questo pareggio non riesce ad inserirsi nel lotto delle pretendenti ai play off ed il Novara perde ancora terreno da Spal e Frosinone. L’avvio del Verona è travolgentealt e non lascia respiro alla squadra di Boscaglia, il ritmo partita degli scaligeri è alto ed il Novara non riesce ad uscire dalla propria metà campo, perché il centrocampo è in mano alla squadra di Pecchia. Una sassata di Bessa scalda i guantoni di Da Costa al 10’. Il Novara non riesce a reagire se non attorno al 22’ minuto, palla da Bolzoni per Adorjan, Nicolas si salva deviando in corner e poco dopo è Calderoni a tirare dalla distanza, dopo un’azione insistita del Novara, ma Ferrari devia col corpo mandando la palla in calcio d’angolo. Il Verona riprende però ben presto il comando delle operazioni e al 28’ va a segno, un grintoso Luppi porta a spasso Dickmann e Troest fino sulla linea di fondo, poi appoggia indietro per Siligardi che di sinistro scarica sotto l’incrocio al volo: nulla da fare per Da Costa. Nella ripresa la squadra di Boscaglia prende coraggio e si spinge in attacco e al primo tentativo all’11’ pareggia i conti, Bolzoni crossa per Dickmann che fa da sponda per Macheda, entrato al posto di Sansone al 30’ del primo tempo, che da due passi, batte Nicolas. Novara ancora pericoloso al 15’ sempre con Macheda che di testa colpisce la traversa e sulla ribattuta gran parata di Nicolas su Galabinov. Per vedere i fuochi d’artificio bisogna attendere i minuti di recupero, al 47’ dopo che Mantovani aveva colpito il palo, la palla è recuperata da Calderoni che porta in vantaggio i suoi. Finita? Neanche per idea al 49’ Da Costa non è perfetta in una uscita alta, la palla finisce a Pazzini che di destro al volo insacca il definitivo 2-2.
NOVARA -  VERONA 2-2
NOVARA (3-4-1-2): Da Costa; Mantovani, Chiosa, Troest; Dickmann, Bolzoni (28' st Cinelli), Casarini, Calderoni; Adorjan (32' st Chajia); Galabinov, Sansone (30' pt Macheda). A disp.: Montipò, Scognamiglio, Kupisz, Salasi, Koch, Lukanovic. All.: Boscaglia
VERONA (4-3-3): Nicolas; Romulo, Ferrari A., Bianchetti, Souprayen; Zuculini B., Fossati (48' st Valoti), Bessa; Luppi (32' st Cappelluzzo), Pazzini, Siligardi (23' st Caracciolo). A disp.: Coppola, Boldor, Troianiello, Ganz, Fares, Casale. All.: Pecchia
ARBITRO: Ghersini di Genova
MARCATORI: 28' pt Siligardi, 11' st Macheda, 47' st Calderoni, 49' st Pazzini
AMMONITI: Bolzoni, Troest, Mantovani
10 aprile 2017

 

La squadra di Boscaglia battuta 2-0 dalla Spal di Semplici. A segno nel secondo tempo Antenucci su rigore e Schiavon nei minuti di recupero

Franco Brunetti

Seconda sconfitta consecutiva per i Novara; dopo il tonfo casalingo contro la Ternana è arrivata anche la sconfitta in trasferta in casa della Spal. Punteggio rotondo, 2-0 che però punisce oltremisura la squadra di Boscaglia giunta a Ferrara con l’obiettivo minimo di portare a casa un punto in modo da poter continuare ad altalimentare la fiammella della zona play off. Nel primo tempo si sono viste poche azioni degne di quel nome, all’8’ Castagnetti colpisce al volo, mandando la palla di poco alta sopra la traversa, la risposta del Novara arriva al 13’ con Lukanovic che da buona posizione spedisce alto, al 21’ una combinazione Antenucci-Floccari provoca dei brividi a Da Costa, ma si perde a fil di palo, al 29’ un ardito retropassaggio di Chiosa per poco non si trasforma in autogol, ma Da Costa recupera la posizione, al 33’ Floccari manca la deviazione dopo un’azione sviluppatesi sulla sinistra tra Castagnetti e Costa ed infine al 45’ l’unica vera occasione gol per il Novara, ma Meret vola a deviare in angolo il piazzato di Casarini. Musica diversa nella ripresa, al 10’ Spal vicina al gol con Mora, ma Da Costa riesce a deviare. I ragazzi di Semplici aumentano il ritmo e conquistano campo e al 15’ anche un rigore, Schiattarella penetra in area e viene atterrato, per l’arbitro è rigore e al 16’ Antenucci porta in vantaggio i ferraresi. Il Novara cerca di aumentare il  numero dei giri del proprio motore e al 28’ Dickmann sballa completamente il tiro da posizione favorevole. Da Costa con prontezza di riflessi riesce a bloccare al 31’un tiro di Mora deviato da un difensore, poi è Mantovani sugli sviluppi di un calcio di punizione a spedire la palla sull’esterno della rete e nei minuti di recupero al 46’ Schiavon con un ottimo inserimento raccoglie un cross di Costa e raddoppia, vanificando gli ultimi assalti del Novara.La Spal grazie a questa vittoria ritorna al comando della serie B assieme al Frosinone, mentre il Novara dà praticamente l’addio alla possibilità di entrare nella zona playoff.
SPAL-NOVARA 2-0
SPAL: Meret, Gasparetto (35′ st Silvestri), Giani, Antenucci, Floccari, Mora, Castagnetti (45′ st Schiavon), Vicari, Schiattarella (27′ st Arini), Lazzari, Costa. A disp.: Marchegiani, Finotto, Zigoni, Del Grosso, Strefezza, Ghiglione. All.: Semplici
NOVARA: Da Costa, Troest, Mantovani, Casarini, Chiosa, Galabinov, Bolzoni (30′ st Chajia), Dickmann, Calderoni, Orlandi (40′ pt Cinelli), Lukanovic (11′ st Sansone). A disp.: Montipó, Scognamiglio, Di Mariano, Macheda, Kupisz, Koch. All.: Boscaglia
ARBITRO: Pezzuto di Lecce
MARCATORI: 16′ st Antenucci (rig.), 46′ st Schiavon
AMMONITI: Lukanovic, Mantovani, Arini, Giani
4 aprile 2017 

 

La squadra di Boscaglia sconfitta in casa dalla Ternana 2-1, doppietta di Palombi e gol di Calderoni

Franco Brunetti

La Ternana con una gara volitiva espugna il Piola di Novara frenando la corsa degli uomini di Boscaglia verso la zona play off, che interrompono così la striscia positiva di dieci risultati utili consecutivi. Tre punti fondamentali invece per la squadra di Liverani per allontanarsi dalle sabbie mobili della bassa classifica. Partita altsubito viva fin dalle prime battute di gioco, Da Costa blocca i tentativi di Maccariello, Ledesma, Falletti e Palombi, mentre Aresti blocca in tuffo la conclusione di Casarini. Al 24’ una punizione calciata da Galabinov termina di poco a lato ed un tentativo di Sansone al 37’ sorvola la traversa. Il primo tempo termina così sullo 0-0 con le due squadre incapaci di superarsi. Nella ripresa all’8’ il gol della Ternana, un tiro di Petriccione è respinto da Da Costa ma sulla palla si avventa Palombi che insacca in rete. Galabinov è tra i più attivi tra le fila del Novara, al 17’ spara alto sulla traversa, al 25’ si vede deviare da Aresti in angolo un tiro di punizione, ma al 33’ riesce a pennellare un perfetto cross per Calderoni che in diagonale batte Aresti. Il Novara insiste cercando il gol vittoria, ma al 35’ Sansone si vede bloccare il tiro da Aresti e al 36’ la conclusione di Calderoni è respinta dal portiere della Ternana. Gli uomini di Liveroni sono abili al 38’ a sfruttare una ripartenza  e Palombi batte Da Costa in uscita per il 2-1. L’ultimo tentativo è di Galabinov al 43’ in pieno recupero, ma Aresti è insuperabile
NOVARA - TERNANA 1-2
NOVARA (3 -4 -1-2): Da Costa; Troest, Mantovani (27’ st Dickman), Chiosa; Kupisz (27’ st Macheda), Cinelli, Casarini, Calderoni; Orlandi (12’ st Adorjan); Sansone, Galabinov. A disp. Montipò, Scognamiglio, Kock, Bolzoni, Di Mariano, Lukanovic. All.: Boscaglia.
TERNANA (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakitè, Meccariello, Germoni; Coppola (43’ st Valjent), Ledesma, Petriccione; Falletti (30’ st Contini); Avenatti, Palombi. A disp.:Di Gennaro, , Rossi, Defendi, Palumbo, Monachello, Pettinari, La Gumina. All.: Liverani .
ARBITRO : Baroni di Firenze
MARCATORI: 8’ st Palombi, 33’ st Calderoli, 38’ st Palombi
AMMONITI: Chiosa, Diakitè, Sansone, Aresti
1 aprile 2017

 

 

Finisce 0-0 al S. Nicola: i pugliesi colpiscono due legni e vanno vicini al gol in diverse occasioni, ma la difesa del Novara concede pochi spazi e regge fino alla fine

Franco Brunetti

Il Novara tiene botta al Bari e chiude l’insidiosa trasferta in terra pugliese con 0-0 che sa di miracoloso. Il Novara scende in campo con un solido 3-5-2, con la coppia Macheda-Sansone a impensierire la porta di Micai, mentre i padroni di casa scendono in campo con il 4-3-1-2, con Brienza a supporto del duo offensivo altGalano-Floro Flores. Il Bari inizia subito il tiro a  segno verso la porta di Da Costa, passano solo 2’ e Floro Flores sbaglia un rigore in movimento a tu per tu con Da Costa: sono le avvisaglie di un primo tempo giocato ad una porta sola. I legni fermano le bordate di Brienza e Fedele, Floro Flores in rovesciata manda a lato, poi al 29’ il Bari reclama un rigore, per un contatto tra Mantovani e Floro Flores ma l’arbitro Pasqua lascia correre. Dopo una mezz’ora a tutto gas il Bari rallenta, ma al 41’ costruisce un’altra chiara occasione gol Brienza con un assist geniale libera Floro Flores che aggira Da Costa che poi non rischia la conclusione da posizione defilata ma serve ancora Brienza, il controllo del fantasista barese non è perfetto ed il tiro finisce alto. Il primo tempo si chiude così sullo 0-0, con il Novara non pervenuto dalle parti di Micai. Nella ripresa il Novara prova ad agire in contropiede, Boscaglia cerca di dare più peso all’attacco inserendo Galabinov al posto di Macheda, ma la partita non cambia ed è saldamente nelle mani dei galletti. Al 12’ Floro Flores, tra i più attivi tra i suoi, sfiora il palo con un fendente mancino; l’attaccante si ripete al 17’ con un bel destro al volo. Ci prova anciora Fedele al 43’ dalla distanza e nei minuti di recupero il Novara sfiora il colpaccio con un tiro al 48’ di Casarini che sfiora l’incrocio dei pali.
BARI – NOVARA 0-0
BARI: Micai, Sabelli, Tonucci, Capradossi, Daprelà, Romizi, Fedele, Salzano (20' st Maniero), Brienza, Galano (44' st Parigini), Floro Flores. A disp. Gori, Moras, Cassani, Viola, Turi, Martinho, Furlan. All.: Colantuono.
NOVARA: Da Costa, Troest, Lancini, Mantovani, Kupisz, Cinelli, Casarini, Chiosa (1' st Dickmann), Orlandi, Sansone (31' st Adorjan), Macheda (10' st Galabinov). A disp.: Montipò, Scognamiglio, Adorjan, Lukanovic, Koch. All.: Boscaglia.
ARBITRO: Pasqua di Tivoli
AMMONITI: Lancini, Tonucci, Fedele, Cinelli, Sabelli, Daprelà, Casarini
26 marzo 2017

 

Finisce 1-1 alla rete di Macheda nel primo tempo, replica nella ripresa Ardemagni su rigore

Carmine Pizzuto

Partenza decisa del Novara sul campo dell’Avellino, i piemontesi impegnano i “Lupi” fin dai primi minuti di gara: al secondo minuto grande azione sulla fascia di Calderoni per Macheda che si libera e calcia in porta, il pallone viene messo in corner dal portiere Radunovic. All’8’ ancora una grande risposta del portiere irpino altsu spizzata di testa di Kupisz su cross di Calderoni. La pressione del Novara si concretizza al 10’, gran botta di Casarini dalla distanza, il pallone è deviato da Macheda alle spalle di Radunovic. E’ un buon momento per la squadra di Boscaglia che continua a mantenere il possesso del gioco e Radunovic al 25’ salva ancora i suoi su una bella girata in area dell’ex di turno Chiosa. L’Avellino entra in partita e al 27’ Verde impegna Da Costa che si salva in angolo e al 44’ Troest anticipa di un soffio Ardemagni che era scattato sul filo del fuorigioco ben servito da Verde. La ripresa inizia con l’Avellino alla ricerca del pareggio, ci prova Verde al 9’ ma  si allunga la palla e consente il recupero di Da Costa. Al 32’ dopo un gol annullato ad Ardemagni al 26’, dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore per fuorigioco Djimsiti, l’Avellino raggiunge il pareggio con un calcio di rigore procurato e trasformato dallo stesso Ardemagni. Il Novara potrebbe portarsi nuovamente in vantaggio al 43’, ma Sansone tutto solo scivola in area graziando la retroguardia biancoverde.
AVELLINO  - NOVARA 1-1
AVELLINO (4-2-3-1): Radunovic; Gonzalez, Jidayi (38' st Migliorini), Djimsiti, Solerio (22' Bidaoui); D'Angelo, Omeonga; Verde (10' st Belloni), Castaldo, Laverone; Ardemagni. A disp.: Lezzerini, Perrotta, Eusepi, Camarà. All.: Novellino.
NOVARA (3-4-1-2): Da Costa; Troest, Lancini, Chiosa; Kupisz, Cinelli, Casarini, Calderoni; Orlandi; Galabinov (38' st Lukanovic), Macheda (20' st Sansone). A disp.: Montipò, Scognamiglio, Di Mariano, Adorjan, Chajia, Selasi, Koch, Lukanovic. All.: Boscaglia.
ARBITRO: Ros di Pordenone
MARCATORI: 10' pt Macheda, 32' st Ardemagni (rig.)
AMMONITI: Chiosa, Galabinov, Calderoni, Troest, Lancini
18 marzo 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it